Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

IL FRONT NATIONAL E' IL MOVIMENTO 5 STELLE DI FRANCIA, ALTRO CHE ESTREMA DESTRA (PROF. DARNIS, UNIVERSITA' DI NIZZA)

lunedì 24 marzo 2014

Straordinaria intervista al Jean-Pierre Darnis, responsabile di ricerca dell’Istituto Affari Internazionali e professore associato all’Università di Nizza da parte del blog Formiche.net. Il professor Darmis  commenta il risultato del voto francese alle comunali raffrontandolo in parte con l'Italia.

La Francia svolta a destra. Il primo turno delle elezioni municipali registra un’avanzata del Front National di Marine Le Pen, quasi al 5 per cento su base nazionale. Un risultato che segna un forte calo dei socialisti di Hollande, ma anche il riconoscimento dell’estrema destra come forza anti-sistema.

Professore, perché il risultato del voto viene considerato un exploit del Front National?

È un partito in crescita, che alle prossime elezioni europee potrebbe raccogliere tra il 15 e il 20 per cento dei consensi. Se si valuta il voto comunale in termini globali, il Fn ha ottenuto il 4,6 per cento. Ciò lo rende una forza presente, ma ancora lontana dal consenso degli altri partiti, come il 46,5 per cento al centrodestra dell’Ump e il 37 per cento alla sinistra. Ma è un dato potenzialmente molto alto se si considera che si presentava in solo 600 comuni su 36mila, che il sistema francese non favorisce le liste piccole e che in alcune città ha comunque ottenuto oltre il 40 per cento dei voti. Ma ci sono altri aspetti che segnano una svolta. A Hénin-Beaumont, comune del nord della Francia, città operaia di sinistra, il Fn ha eletto il primo sindaco della sua storia. Un’affermazione che merita un’analisi sociologica che consente di fare un paragone tra Italia e Francia.

A cosa si può paragonare il Fn nel panorama italiano?

Se si guarda all’emancipazione della destra radicale, il paragone immediato è quello con la svolta di Fiuggi di Gianfranco Fini. Ma il vero parallelo è con il Movimento 5 Stelle. Mentre Fini ha cambiato volto ad Allenza nazionale per renderlo un partito governativo, la Le Pen ha reso il Fn più accettabile per l’elettorato, ma rendendolo anti-sistema. La campagna elettorale di Marine si basa su un messaggio chiaro: i partiti tradizionali hanno fallito perché interessati da corruzione, malgoverno e abusi di potere. Esattamente ciò che dice Beppe Grillo in Italia. Mentre l’affermazione o il largo consenso in città tradizionalmente di sinistra, segnala lo sgretolamento della classe operaia, che i socialisti non sono più capaci di rappresentare degnamente. Un po’ quello che è accaduto in Settentrione con il fenomeno della Lega Nord.

Quali sono i cambiamenti più importanti tra il vecchio e il nuovo Front National?

Sono molti. Marine Le Pen ha svecchiato il partito. È una donna, con posizioni più aperte nei confronti di alcuni aspetti della società, si è circondata di gente preparata e ci sa fare con i media. Nel partito permangono alcuni rimasugli della destra tradizionale del padre Jean-Marie, ma non sono il biglietto da visita del Fn. Marine Le Pen non propone politiche molto verosimili e non ha esperienza ma si propone in modo convincente anche per la borghesia classica.

Il voto al Fn è anche un voto anti-euro?

Certamente. In nome del simbolismo, c’è un’ampia porzione di sostenitori del partito che vuole il ritorno al franco e il ritorno di un nazionalismo più forte.

Quanto ha inciso invece il malcontento nei confronti di François Hollande?

Ha influito, ma in modo assolutamente fisiologico. Questo tipo di elezioni vengono da sempre usate dai cittadini francesi per esprimere un giudizio di critica nei confronti di chi governa. È accaduto con Nicolas Sarkozy, si ripete con Hollande. A ciò vanno sommati i problemi sentimentali del presidente in carica – usati dai suoi detrattori in campagna elettorale – e la forte percezione della crisi economica, un sentimento che in Francia è addirittura superiore a quello che c’è in Italia.

Questo risultato del Fn sancisce il definitivo sdoganamento della destra radicale? Dobbiamo aspettarci alleanze alla luce del sole con la destra moderata dell’Ump?

Non credo, almeno non nell’immediato. Ma è evidente che la partita è tutta interna alla destra e che l’ascesa del Fn favorisce la sinistra. In passato, almeno fino agli anni ‘90, socialisti ed Ump si sono sempre coalizzati per evitare che il Front National potesse diventare una forza di governo. Oggi che il partito è cresciuto, le dinamiche sono cambiate. Oggi, in caso di ballottaggio tra Ump e Fn (cosa che accadrà anche in grandi città), gli elettori di sinistra voterebbero senza dubbio la destra moderata; mentre credo che i sostenitori dell’Ump si dividerebbero. Tuttavia credo che la vera sfida per il Fn sia creare una classe dirigente adeguata a governare e non semplicemente a proporsi come forza anti-sistema. Per questo il vero traguardo da tagliare non è quello delle europee, ma delle prossime legislative nel 2017. Un traguardo difficile e complesso, perché il Fn è un po’ prigioniero delle sue contraddizioni: deve provare a diventare una forza di governo, anche se deve il suo exploit alla sua carica anti-sistema. Un compito molto più arduo che in Italia, dove le dinamiche tra elezioni locali e nazionali sono molto più slegate.

L'intervista al professor Jean-Pierre Darnis è di Michele Pierri per Formiche.net - che ringraziamo.


IL FRONT NATIONAL E' IL MOVIMENTO 5 STELLE DI FRANCIA, ALTRO CHE ESTREMA DESTRA (PROF. DARNIS, UNIVERSITA' DI NIZZA)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ALLARME ROSSO DEL QUOTIDIANO HANDELSBLATT: ''BANCHE DELLA GERMANIA IN CATTIVE CONDIZIONI, CONSOLIDAMENTO INEVITABILE''

ALLARME ROSSO DEL QUOTIDIANO HANDELSBLATT: ''BANCHE DELLA GERMANIA IN CATTIVE CONDIZIONI,

martedì 10 dicembre 2019
BERLINO - Nubi di tempesta finanziaria si stanno addensando sulle banche tedesche. Per le banche della Germania, il consolidamento - ovvero una forte ricapitalizzazione - e' "inevitabile" perche' si
Continua
 
SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU' (IN LITUANIA IL 51%)

SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU'

lunedì 9 dicembre 2019
LONDRA - Ogni anno l'Unione Europea fa un sondaggio per vedere quanto e' popolare la moneta unica e quest'anno il risultato e' piuttosto sorprendente. A prima vista le 17mila e 500 persone
Continua
EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO MALE COCA COLA FA BENE

EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO

giovedì 5 dicembre 2019
La Coca-Cola avrebbe effetti devastanti sul nostro organismo, a dirlo è l’ex farmacista inglese Niraj Naik sul suo blog. “Dopo aver visto così tante persone che soffrono di
Continua
 
ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL SUPERSTATO UE ''NON SERVE''

ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL

lunedì 2 dicembre 2019
LONDRA - "La decisione della Gran Bretagna di rimanere fuori dall'euro e' la miglior decisione che il governo britannico potesse prendere". Effettivamente sono un folle potrebbe pensarla
Continua
FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE PRINCIPALI CITTA' CON TRATTORI

FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE

mercoledì 27 novembre 2019
PARIGI - Macron travolto dai trattori, oggi a Parigi. In senso metaforico, per ora.  Trattori sulla Periferique e sugli Champs Elysees. Oltre 1000 macchine agricole, secondo i dati del ministero
Continua
 
CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE MIGRANTI NELLA UE''

CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI

lunedì 25 novembre 2019
LONDRA - E' abbastanza risaputo che l'Unione Europea spreca i soldi che estorce ai contribuenti e non deve sorprendere se si scopre che molte delle sue agenzie sono gestite in modo poco
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
I NAZISTI UCRAINI SI ORGANIZZANO IN UN PARTITO CHE SI PRESENTERA' ALLE ELEZIONI CON LA ''BENEDIZIONE'' DI UE E ITALIA

I NAZISTI UCRAINI SI ORGANIZZANO IN UN PARTITO CHE SI PRESENTERA' ALLE ELEZIONI CON LA
Continua

 
LA CONFEDERAZIONE EUROPEA DEI SINDACATI: ''CANCELLARE IL FISCAL COMPACT E IL PAREGGIO DI BILANCIO'' (AVVISATE RENZI...)

LA CONFEDERAZIONE EUROPEA DEI SINDACATI: ''CANCELLARE IL FISCAL COMPACT E IL PAREGGIO DI BILANCIO''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SALVINI: ''ONORE A CHI DIFENDE I NOSTRI CONFINI, LA NOSTRA

4 novembre - ''Onore a chi difende i nostri confini, il nostro onore, la nostra
Continua

SALVINI: TASSANO ANCHE LE AUTO AZIENDALI, GOVERNO DI SANGUISUGHE E

31 ottobre - ''Governo di sanguisughe e avvoltoi. L'ennesima stangata che triplica le
Continua

IL GOVERNO CONTE AUMENTA DEL 300% LE TASSE SULL'USO DELL'AUTO

31 ottobre - ''Una misura che affossa definitivamente il mercato dell'auto e che
Continua

BUFALA DELLA ''RIVALUTAZIONE DELLE PENSIONI'' URLACCHIATA DA CONTE:

31 ottobre - La mini rivalutazione del reddito da pensione tra tre e quattro volte il
Continua

I CONSERVATORI DI BORIS JOHNSON 17 PUNTI SOPRA I LABURISTI: 41%

31 ottobre - LONDRA - Vantaggio record per i conservatori di Boris Johnson sui
Continua

MULE' (F.I.): CONTE BUGIARDO SENZA GLORIA AUMENTA LE TASSE A TUTTI

31 ottobre - ''Bisogna essere dei bugiardi senza gloria per continuare a sostenere,
Continua

COL GOVERNO CONTE CRESCE LA DISOCCUPAZIONE (A SETTEMBRE +3%)

31 ottobre - Le persone senza lavoro in cerca di occupazione sono in aumento a
Continua

SALVINI: SBARCHI PIU' CHE RADDOPPIATI, CENTRI AL COLLASSO, GOVERNO

31 ottobre - ''Ennesimo litigio nel governo: dopo la guerra sulle nuove tasse,
Continua

LA ZONA EURO CONTINUA A INDEBOLIRSI, ANCHE L'INDICE EUROCOIN LO

31 ottobre - Nuovi segnali di indebolimento dell'economia nell'area euro, a riflesso
Continua

SONDAGGIO: 50% ITALIANI VUOLE ELEZIONI SUBITO E 66% CONTRO MANOVRA

31 ottobre - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agorà, il programma
Continua

SONDAGGIO: PER IL 59% DEGLI ELETTORI DEL M5S IL MOVIMENTO DEVE

31 ottobre - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agorà, il programma
Continua

GOVERNICCHIO CONTE FIRMA CON GERMANIA RITORNO IN ITALIA DI 50

30 ottobre - ''Smascherata dai media tedeschi l'ennesima fregatura del governo
Continua

DI MAIO: ''NO ALL'ALLEANZA STRUTTURALE COL PD. NON CI SONO I

30 ottobre - ''Non ci sono i presupposti per un'alleanza strutturale con il Pd.
Continua
DISASTRO DEUTSCHE BANK: NEL 3° TRIMESTRE 2019 PERDITE PER 832 MILIONI DI EURO

DISASTRO DEUTSCHE BANK: NEL 3° TRIMESTRE 2019 PERDITE PER 832

30 ottobre - BERLINO - Se non è un disastro, gli somiglia molto. Deutsche Bank, la
Continua

SPAGNA VERSO LA DEFLAZIONE: L'INFLAZIONE CROLLA IN POCHI MESI DA

30 ottobre - MADRID - L'inflazione in Spagna resta allo 0,2% su base annua a ottobre,
Continua

LA DISOCCUPAZIONE ACCELERA IN GERMANIA: IN OTTOBRE PERSI 6.000

30 ottobre - BERLINO - Forte segnale negativo arriva dalla Germania, il cui Pil con
Continua

SALVINI: RICOMINCIA LA PACCHIA PER LE ONG, TRE NAXI-TAXI PER

30 ottobre - ''La Ocean Viking sbarca a Pozzallo, la Alan Kurdi e' in area sar
Continua

GRIMOLDI: BASTA MENZOGNE SULL'AUTONOMIA. IL GOVERNO DICA CHE NON

29 ottobre - ''Adesso basta con le menzogne e le assurdità sull’autonomia
Continua

CHIESTI ANNI DI GALERA PER 14 DELL'M5S EX CONSIGLIERI REGIONALI E

29 ottobre - PALERMO - La procura di Palermo ha chiesto la condanna a pene comprese
Continua

SALVINI: SU OCEAN VIKING ENNESIMA CALATA DI BRAGHE DEL GOVERNO

29 ottobre - ''Ennesima calata di braghe del governo italiano, ennesimo favore a una
Continua