Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

IL FUTURO PRIMO MINISTRO DELLA REPUBBLICA CECA: ''L'EURO NON PORTA NIENTE DI BUONO, NE RESTERMO FUORI''

lunedì 5 giugno 2017

LONDRA - Probabilmente nessuno ha mai sentito parlare di Andrej Babis e la cosa non deve sorprendere, visto che nessun giornale italiano ha mai parlato di lui.

Nato in Slovacchia, questo signore e' stato ministro delle finanze della Repubblica Ceca e i sondaggi lo danno favorito per diventare nel prossimo emse di ottobre primo ministro.

Il motivo per cui questo politico merita tanta attenzione sta nel fatto che e' fortemente contrario all'adozione dell'euro e questo già da solo spiega la censura e l'ostracismo nei suoi confronti da parte della Ue.

In una intervista rilasciata pochi giorni fa all'agenzia di informazione CTK, Babis ha dichiarato che la Repubblica Ceca non deve assolutamente adottare l'euro perche' non porta niente di buono e abolire la corona, oltre ad appesantire il paese di debiti, sarebbe anche folle perche' toglierebbe uno strumento necessario per reagire nei momenti di crisi. Esattamente quanto l'Italia non può fare da quando è entrata in crisi, ovvero dal 2009.

"L'euro era un progetto economico che e' diventato politico e non voglio garantire con i risparmi del popolo Ceco i debiti greci e le pericolanti banche italiane e non voglio essere parte di questo sistema che non porta niente di nuovo" ha aggiunto Babis dimostrando di avere quel buon senso che manca ai politici di casa nostra.

Ma chi e' Andrej Babis?

Prima di darsi alla politica era un miliardario a capo del gruppo Agrofert, un conglomerato che e' la piu' grande impresa ceca i cui interessi vanno dai prodotti alimentari finiti all'agricoltura alla chimica e all'informazione. Adesso tale conglomerato e' stato conferito in un fondo fiduciario come richiesto dalle leggi sul conflitto d'interesse, in modo da essere libero per potere svolgere l'incarico di primo ministro.

Babis adesso guida il partito di centro ANO che i sondaggi danno al 33%, molto piu' avanti dei socialdemocratici che sono secondi col 14%.

Ovviamente da qui ad ottobre molte cose potrebbero cambiare, ma visto che solo il 21% dei cittadini cechi e' a favore dell'euro - con il 79% assolutamente contrario - esistono ottime possibilita' che Babis diventi il prossimo primo ministro e che la Repubblica Ceca resti fuori dall'euro.

Questa notizia riportata da Reuters e quindi letta da tutte le principali testate giornalistiche d'Europa, incluse quelle italiane, e' stata completamente censurata in Italia perche' darebbe parecchio fastidio ai politici di casa nostra, i quali non fanno che ripetere che l'euro e' stato un forte successo e mai accetterebbero che ad opporsi viceversa all'euro sia un magnate come Babis che, da grande imprenditore, capisce bene cosa non va nella moneta unica.

Noi ovviamente non ci stiamo e abbiamo riportato questa notizia perche' vogliamo che gli italiani sappiano che chi e' contrario all'euro, lungi dall'essere un razzista ignorante, e' una persona di buon senso.

Chi volesse leggere la notizia in inglese, apra questo link: http://www.reuters.com/article/us-czech-euro-babis-idUSKBN18S4C0

 

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


IL FUTURO PRIMO MINISTRO DELLA REPUBBLICA CECA: ''L'EURO NON PORTA NIENTE DI BUONO, NE RESTERMO FUORI''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BABIS   PRIMO   MINISTRO   REPUBBICA   CECA   ANO   PARTITO   SOCIALDEMOCRATICI   AGROFERT   PRAGA   UE   EURO   NO EURO   CTK   REUTERS   ITALIA   GOVERNO  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
A BERLINO MANIFESTAZIONE CONTRO L'ISLAMIZZAZIONE DELLA GERMANIA E DELL'EUROPA, MENTRE IN ITALIA IL PD E' FILOISLAMICO

A BERLINO MANIFESTAZIONE CONTRO L'ISLAMIZZAZIONE DELLA GERMANIA E DELL'EUROPA, MENTRE IN ITALIA IL

lunedì 26 giugno 2017
LONDRA - Probabilmente nessuno e' al corrente che pochi giorni fa a Berlino c'e' stata una protesta contro il pericolo dell'islamizzazione della Germania e dell'Europa e la cosa non deve sorprendere,
Continua
 
LA LEGA CON GLI ALLEATI FORZA ITALIA E FRATELLI D'ITALIA FA IL ''CAPPOTTO'' AL PD IN LOMBARDIA

LA LEGA CON GLI ALLEATI FORZA ITALIA E FRATELLI D'ITALIA FA IL ''CAPPOTTO'' AL PD IN LOMBARDIA

lunedì 26 giugno 2017
MILANO -  Si può davvero scrivere "il cappotto lombardo" fatto al Pd dalla Lega con gli alleati Forza Italia e Fratelli d'Italia, in Lombardia, nelle elezioni amministrative i cui
Continua
I NUOVI LEADER SALVINI-TOTI-MELONI CONQUISTANO LA FIDUCIA DEGLI ITALIANI: TRAVOLGENTE VITTORIA ELETTORALE DI LEGA-FI-FDI

I NUOVI LEADER SALVINI-TOTI-MELONI CONQUISTANO LA FIDUCIA DEGLI ITALIANI: TRAVOLGENTE VITTORIA

lunedì 26 giugno 2017
Netto, clamoroso, in alcuni casi "storico": il trionfo del centrodestra segna i ballottaggi delle amministrative 2017 che vedono la gran parte dei 22 capoluoghi di Provincia in gioco passare all'asse
Continua
 
SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI DANNI) A STATO E CLIENTI

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI

giovedì 22 giugno 2017
Tanto tuonò che… non piovve, o meglio, piovve sostanza organica sulla testa degli obbligazionisti ed azionisti di Popolare di Vicenza e Venetobanca. In un comunicato ufficiale, si
Continua
IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul
Continua
 
INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TRE TAGLIAGOLE ISLAMICI ATTACCANO A LONDRA: UCCIDONO SEI PERSONE IN STRADA PRIMA CHE LA POLIZIA LI AMMAZZI

TRE TAGLIAGOLE ISLAMICI ATTACCANO A LONDRA: UCCIDONO SEI PERSONE IN STRADA PRIMA CHE LA POLIZIA LI
Continua

 
LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE MINACCE DI BRUXELLES

LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!