Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

INCHIESTA EURO / L'EUROZONA VA PEGGIO DEL RESTO DELLA UE (SENZA EURO) E VA PEGGIO DI USA, COREA DEL SUD, INDIA E RUSSIA

venerdì 9 febbraio 2018

I media di regime in questi giorni stromabazzano i “prodigiosi” risultati della crescita del PIL italiano e delle nazioni della zona euro. Dati, secondo loro, splendidi, tali da far guardare al futuro della moneta unica con grandissimo ottimismo  e soprattutto da considerare le nazioni che lo adottano come un “faro di civiltà, crescita e benessere” in un oceano di disperazione.

Sarà davvero così? Diamo un’occhiatina ai dati di crescita del PIL del 2017 tra alcune nazioni con e senza euro

NAZIONI SENZA EURO                                         NAZIONI CON EURO

Romania +8,8%                                                      Media Area Euro +2,2%

Polonia +3,9%                                                   Italia +1,5%

USA +3%                                                                Germania +2,45%

Ungheria +3,2%                                                      Francia +2,1%

Corea del Sud +3,6%                                              Belgio +1,7%

Anche la Russia, secondo le previsioni - sempre azzeccate - di Goldman Sachs fa meglio dell'eurozona, nel 2018, con una stima di crescita del Pil del 3,3% nonostante le sanzioni ancora in atto.

Come possiamo notare, il quadro è impietoso, sia verso paesi del continente europeo e facenti parte della Ue, ma senza euro, che nazioni extra Ue. Andiamo da un differenziale a favore delle nazioni senza euro di maggior crescita del 50% fino a 4 volte tanto (Romania versus media zona euro).

Quindi, NON è vero che la zona euro stia crescendo in maniera “robusta” come dichiarato dai mezzi d’informazione di regime, e da Draghi, tutt’altro: continua a perdere terreno rispetto alle nazioni che non adottano la moneta unica, e non potrebbe essere diversamente. 

L’euro è intrinsecamente sbagliato in quanto raggruppa economie fortemente diverse tra loro, “ingabbiate” in un rapporto di cambi fissi e quindi incapaci di poter adeguare il valore della moneta al potenziale della propria economia. Il risultato è che l’euro avvantaggia la Germania (l’euro è svalutato rispetto al potenziale del marco “intrinseco”) e penalizza la maggioranza degli altri paesi, in quanto sopravvalutato rispetto alle monete nazionali.

Tuttavia, in un sistema del genere, anche la Germania viene penalizzata nel suo complesso, perché a causa dell’austerità imposta alle altre nazioni europee, si vede mercati potenziali “decurtati” e poiché tutta la sua economia è basata sulle esportazioni e sul taglio dei consumi interni, alla fine, “krande cermania” si sta tagliano il ramo su cui sta seduta. E non è un caso che tutta l’elite tedesca veda come il fumo negli occhi Trump, il quale vuole incentivare i consumi di beni statunitensi anziché quelli importati dall’estero, in primis da Germania e Cina.

L’euro, quindi, come un cancro, sta consumando dall’interno l’intera struttura economica che lo adotta, ed ormai, la maggior parte degli economisti ritiene che sia solo questione di tempo prima che imploda. 

Il punto nodale è questo: vogliamo aspettare e subire gli eventi, o prevenire il disastro, programmano l’uscita per tempo dal rapporto di cambi fissi denominato euro? Ricordiamoci, infatti, che quella che viene spacciata per moneta unica, è solamente un rapporto di cambi fissi tra valute diverse: una versione più rigida del vecchio SME. E che non sia una moneta unica lo dimostra anche il fatto che non esiste un debito pubblico unico europeo. Ed i rapporti di cambio fissi tra valute, sono sempre, ripeto sempre, stati disastrosi in economica. Basti ricordare a quando l’Argentina decise di ancorare il suo pesos ad un rapporto di cambio fisso con il dollaro americano.

La storia dovrebbe essere maestra di vita ed insegnare a non ripetere gli stessi errori del passato. Con l’euro l’errore l’abbiamo compiuto, ma cerchiamo almeno di porvi rimedio. 

La soluzione è a portata di mano, basta votare in modo razionale il prossimo 4 marzo; basta scegliere chi tra i candidati ha deciso di schierare gli economisti che per primi, in una valle di silenzio assordante, denunciarono il disastro dell’euro e le sue conseguenze.

Luca Campolongo

Fonti

www.istat.it

www.it.tradingeconomics.com


 


INCHIESTA EURO / L'EUROZONA VA PEGGIO DEL RESTO DELLA UE (SENZA EURO) E VA PEGGIO DI USA, COREA DEL SUD, INDIA E RUSSIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

EUROZONA   EURO   PIL BCE   CRESCITA   ITALIA   RUSSIA   USA   COREA   SUD   INDIA   UNGHERIA   ROMANIA   BELGIO   DOLLARO   GOLDMAN   SACHS    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO MALE COCA COLA FA BENE

EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO

giovedì 5 dicembre 2019
La Coca-Cola avrebbe effetti devastanti sul nostro organismo, a dirlo è l’ex farmacista inglese Niraj Naik sul suo blog. “Dopo aver visto così tante persone che soffrono di
Continua
 
ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL SUPERSTATO UE ''NON SERVE''

ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL

lunedì 2 dicembre 2019
LONDRA - "La decisione della Gran Bretagna di rimanere fuori dall'euro e' la miglior decisione che il governo britannico potesse prendere". Effettivamente sono un folle potrebbe pensarla
Continua
FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE PRINCIPALI CITTA' CON TRATTORI

FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE

mercoledì 27 novembre 2019
PARIGI - Macron travolto dai trattori, oggi a Parigi. In senso metaforico, per ora.  Trattori sulla Periferique e sugli Champs Elysees. Oltre 1000 macchine agricole, secondo i dati del ministero
Continua
 
CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE MIGRANTI NELLA UE''

CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI

lunedì 25 novembre 2019
LONDRA - E' abbastanza risaputo che l'Unione Europea spreca i soldi che estorce ai contribuenti e non deve sorprendere se si scopre che molte delle sue agenzie sono gestite in modo poco
Continua
IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I CONTI CATASTROFICI

IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I

giovedì 21 novembre 2019
Due pesi e due misure con l'Italia, a seconda di chi c'è al governo. A scriverlo non è la stampa "sovranista" ma un quotidiano autorevole e ferreo conservatore tedesco.  "Nei
Continua
 
CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA FINANZIARIA...

CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA

mercoledì 20 novembre 2019
Chi propone la reintroduzione dello scudo penale per l'Ilva, chi chiede l'abolizione di Quota 100, chi sollecita interventi per il recupero di Venezia e chi misure per il sostegno dei neonati e della
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ECCO LA STORIA DELLA BANDA DI BANCHIERI GANGSTER - LEGATI AL PD - CHE HA COMANDATO IN MPS FINO A PORTARLA ALLO SFACELO

ECCO LA STORIA DELLA BANDA DI BANCHIERI GANGSTER - LEGATI AL PD - CHE HA COMANDATO IN MPS FINO A
Continua

 
VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL. L'ALTERNATIVA? LASCIARE LA UE

VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SONDAGGI/ SUPERMEDIA YOUTREND: CENTRODESTRA 50,6% CON LEGA 33,5%

14 novembre - Buona la performance di Fratelli d'Italia che sfiora il 10%, salendo al
Continua

PIL TERZO TRIMESTRE 2019 EUROZONA: GERMANIA E ITALIA APPAIATE NEL

14 novembre - BRUXELLES - Nel terzo trimestre 2019 il Pil e' salito dello 0,2%
Continua

LAURA COMI E PAOLO ORRIGONI AI DOMICILIARI, ZINGALE IN CARCERE

14 novembre - VARESE - I finanzieri del Nucleo Polizia economico-finanziaria di Milano
Continua

SONDAGGIO: CENTRODESTRA AL 50,2% LEGA AL 33%

14 novembre - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agora', il programma
Continua

GOOGLE ENTRA NEL SETTORE BANCARIO: OFFRIRA' A BREVE CONTI CORRENTI

13 novembre - Google è pronta a entrare nel settore bancario. Il prossimo anno,
Continua

RENZI LO METTE PER ISCRITTO: IL MIO OBBIETTIVO E' ANNIENTARE IL PD

13 novembre - Lo mette pure per iscritto. Matteo Renzi vuole annientare il Pd.
Continua

IL GOVERNO TEDESCO DI SPACCA SULL'UNIONE BANCARIA: SPD A FAVORE CDU

13 novembre - BERLINO - Il governo tedesco vacilla sempre piu. Raggiunto faticosamente
Continua

GOVERNO SI SPACCA SU EMENDAMENTO PER RIPRISTINO SCUDO LEGALE ALL'EX

13 novembre - ''Lo stop in commissione alla Camera degli emendamenti che ripristinano
Continua

TOTI: GRANDE DOLORE PER CHI HA PERSO LA VITA IN VENETO PER MALTEMPO

13 novembre - GENOVA - ''Grande dolore per chi ha perso la vita in Veneto a causa del
Continua

GOVERNATORE FONTANA OFFRE UOMINI E MEZZI A BASILICATA E VENETO PER

13 novembre - MILANO - ''Questa mattina ho chiamato i governatori di Veneto e
Continua

DIRETTORE ASSOCIAZIONE VENEZIANA ALBERGATORI: UNA DEVASTAZIONE E

13 novembre - VENEZIA - ''E' una devastazione: i danni sono ingentissimi e purtroppo
Continua

MATTEO SALVINI: GOVERNO DEVE DARE 1 MILIARDO A VENEZIA PER I DANNI

13 novembre - ''Un patrimonio dell'umanita' che il governo non puo' ignorare: per i
Continua

SONDAGGIO: LEGA SALE ANCORA, CENTRODESTRA A UN SOFFIO DAL 50%

13 novembre - La Lega si conferma il primo partito e cresce al 32,6% dal 32% dei
Continua

GOVERNATORE FONTANA: PROVENZANO PROVA ACRIMONIA VERSO UNA PARTE

13 novembre - MILANO - ''Provenzano ha espresso concetti sbagliati e mi stupisco che
Continua

LA UILM DI TARANTO: ''NON ACCETTEREMO NEPPURE UN SOLO ESUBERO

11 novembre - TARANTO - ''Chiunque verra', Stato o non Stato, noi non possiamo
Continua

GOVERNATORE FONTANA: CAMMINO OLIMPIADI MILANO -CORTINA PARTITO COL

7 novembre - MILANO - Sulle infrastrutture per le Olimpiadi di Milano-Cortina ''non
Continua

BCE: TITOLI DI STATO ITALIANI SALGONO ANZICHE' STABILIZZARSI O

7 novembre - Dal 12 settembre al 23 ottobre e cioe' dopo l'adozione da parte della
Continua

SALVINI: ''ABBIAMO UN GOVERNO DI PERICOLOSI INCAPACI INCOMPETENTI.

7 novembre - ''Abbiamo al governo dei pericolosi incapaci. Non ho piu' parole per un
Continua

LA GERMANIA CHIUDE LE FRONTIERE AI CLANDESTINI, IL GOVERNO ITALIANO

6 novembre - ''La Germania oggi annuncia una stretta ai controlli delle sue frontiere
Continua

PD TERRORIZZATO SCONFITTA ELEZIONI EMILIA ROMAGNA PLASTIC TAX

6 novembre - ''Il rinvio dell'entrata in vigore della #Plastictax ha una sola
Continua
Precedenti »