Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

GIORNALI ECONOMICI FRANCESI: DUE BANCHE ITALIANE A UN SOLO PASSO DAL FALLIMENTO (IL BAIL IN SCATTERA' IL 30 GIUGNO)

giovedì 1 giugno 2017

PARIGI - Si fa sempre piu' stretta la porta per il salvataggio delle banche venete in difficolta': lo scrive il quotidiano economico francese "Les Echos" oggi in prima pagina in una analisi in cui il suo corrispondente da Roma Olivier Tosseri spiega come Popolare di Vicenza e Veneto Banca non siano riuscite a convincere gli investitori ne' le autorita' europee con cui stanno negoziando da diversi mesi.

La Commissione europea infatti esige che i due istituti raccolgano almeno un altro miliardo di euro di capitale privati per poter dare la loro autorizzazione alla ricapitalizzazione preventiva da 6,4 miliardi a carico dello Stato italiano: di fronte all'inflessibilita' di Bruxelles, scrive Tosseri, sta riemergendo lo spettro di un "bail-in", la regola che costringerebbe azionisti e creditori delle banche a metter mano al portafogli per contribuire al salvataggio.

Che è un modo elegante per dire che perderebbero tutto, inclusi i correntisti con depositi superiori a centomila euro.

Una situazione così drammatica, quella di queste due banche veente, che ha anche dissuaso il fondo Atlante dall'investire ancora nel due istituti nei quali ha gia' iniettato 3,5 miliardi negli ultimi mesi; anche perche', come ha detto il suo presidente Alessandro Penati, le risorse del fondo sono pressoche' esaurite.

Anche la principale banca italiana, Intesa San Paolo, ha respinto l'idea di un nuovo contributo da parte delle banche sane, in particolare attraverso il Fondo interbancario di garanzia dei depositi: "I privati hanno gia' perso troppi soldi", ha dichiarato il suo amministratore delegato, Carlo Messina.

Da parte sua il governo Pd a guida Gentiloni sta cercando di convincere le istituzioni europee del carattere sistemico della Popolare di Vicenza e di Veneto Banca che sono fondamentali per il Nord-Est della Penisola, una delle regioni piu' ricche ed industrializzate dl paese che con il fallimento di queste due banche finirebbe in ginocchio, date le ulteriori gigantesche perdite finanziarie che impoverirebbero tutta l'area.

Per provre a evitare quella che sarebbe una vera catastrofe dalle conseguenze a livello nazionale sia per il sistema bancario italiano, sia per l'economia del Veneto e di tutto il Nord Est, il governo Pd ha gia' sondato diversi imprenditori veneti sollecitandoli a mettere assieme almeno 700 milioni per contribuire al salvataggio dei due istituti, ma le risposte positive stentano ad arrivare.

E il governo Gentiloni potrebbe anche sollecitare -  secondo Les Echos - un intervento da parte di Poste italiane. In ogni caso, ha dichiarato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, "l'ipotesi di un bail-in e' esclusa" ma il ministro non spiega come fare per evitarlo.

Il governo italiano, riassume "Les Echos", vuole una soluzione che da un lato garantisca la stabilita' delle due banche venete e dall'altro preservi completamente i risparmiatori, pur rispettando le regole europee; una soluzione che va trovata "rapidamente": entro la fine del mese di giugno, esigono a Bruxelles. 

Dopo quella data, utlima e improrogabile, sarà la Bce e la Commissione Ue  decretare il fallimento, ovvero il bail in sia di Popolare di Vicenza che di Veneto Banca.

Redazione MIlano


GIORNALI ECONOMICI FRANCESI: DUE BANCHE ITALIANE A UN SOLO PASSO DAL FALLIMENTO (IL BAIL IN SCATTERA' IL 30 GIUGNO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

VENETO   BANCA   POPOLARE   VICENZA   BAIL   IN   GOVERNO   UE   PADOAN   COMMISSIONE   AUEMNTO   CAPITALE   ATLANTE   FONDO   LES   ECHOS   GENTILONI   PD    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
REFERENDUM: OGGI SI VOTA IN LOMBARDIA E VENETO. ANDATE A VOTARE, E VOTATE SI'!

REFERENDUM: OGGI SI VOTA IN LOMBARDIA E VENETO. ANDATE A VOTARE, E VOTATE SI'!

domenica 22 ottobre 2017
"Questa campagna apre prospettive esaltanti, ne sono certo, ma un risultato l'ha gia' ottenuto: far sapere a tutti che la Lombardia e' davvero una regione speciale". Roberto Maroni ha affidato il suo
Continua
 
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
 
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
 
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BAMBINI SCHIAVI E CONTADINI SFRUTTATI COME BESTIE: ECCO L'ORTOFRUTTA A DAZI-ZERO CHE LA UE FA ARRIVARE IN EUROPA

BAMBINI SCHIAVI E CONTADINI SFRUTTATI COME BESTIE: ECCO L'ORTOFRUTTA A DAZI-ZERO CHE LA UE FA
Continua

 
GDF E GICO SMANTELLANO ORGANIZZAZIONE TUNISINA CHE FACEVA ARRIVARE IN ITALIA TERRORISTI ISLAMICI E CLANDESTINI

GDF E GICO SMANTELLANO ORGANIZZAZIONE TUNISINA CHE FACEVA ARRIVARE IN ITALIA TERRORISTI ISLAMICI E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!