Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS
attentato nella metropolitana di new york: due feriti attentatore arrestato

Due parole per Salvini, Meloni e Grillo

giovedì 26 gennaio 2017

Posso dirlo con franchezza? Ma chi se ne frega, della legge elettorale. Non esiste una "buona" legge elettorale, perchè sarà sempre "buona" per qualcuno e pessima per qualcun altro. L'unico criterio per valutare una legge elettorale riguarda quanto essa rispetta la democrazia, la quale democrazia a sua volta è tale solo se la maggioranza del Parlamento eletto rispecchia la maggioranza degli elettori nella nazione dove s'è votato, avendo dato a ciascun elettore il diritto di scegliere liberamente tanto il partito quanto la persona che lo rappresenterà.

Tutto qui, ma non finisce qui.

Sì, perchè in Italia dal 1948 ad oggi abbiamo sperimentato tutti i possibili sistemi elettorali senza con questo averne deciso uno in via definitiva. Nell'ordine: proporzionale puro, maggioritario con quota proporzionale, proporzionale con sbarramento e liste associate, maggioritario con premio di maggioranza, maggioritario senza premio di maggioranza, proporzionale con sbarramento e proporzionale senza sbarramento.

Oggi, siamo al punto d'avere due sistemi elettorali differenti - per Camera e Senato - sia nel metodo sia nei principi ispiratori del metodo ed entrambi... non votati dal Parlamento, bensì scritti dalla magistratura, nella fattispecie la Corte Costituzionale.

E la Corte Costituzionale nel cassare la legge elettorale - dichiarata incostituzionale - con la quale è stato eletto l'attuale Parlamento, ha però precisato che gli eletti, parlo dei deputati del Pd oggi alla Camera unicamente grazie al premio elettorale derivato dalla suddetta legge dichiarata incostituzionale, pur tuttavia possono stare costituzionalmente in carica. 

Un pasticcio dell'altro mondo, anzi da Terzo Mondo.

E allora capite che la legge elettorale in Italia risponde ad altre logiche, che con la democrazia non hanno nulla da spartire: serve a permettere in ogni caso che non decada mai, neppure per sbaglio, il "sacro diritto" al mercanteggio. 

E così, anche stavolta il "sacro diritto" è salvo. Volete sapere perchè?

Lo dico subito. Alla Camera, ci sarà il premio di maggioranza al partito o alla coalizione di partiti che supererà la soglia del 40%, in caso contrario niente premio. In passato, solo la Dc superò il 40%, ma negli anni Cinquanta, Sessanta e un pezzetto di Settanta. Nessun altro partito arrivò mai a questo livello di consenso. Oggi, Beppe Grillo crede di potercela fare. Non deve aver capito che somiglia poco a De Gasperi e per niente ad Andreotti. La Dc regnò quasi mezzo secolo grazie al primo e per colpa del secondo. Specie degli amici degli amici, del secondo.

Quindi, il Movimento Cinque Stelle non ce la farà. Gli manca un 10% per riuscirci, ovvero un terzo del suo attuale elettorato in più. Da dove lo piglia? Da Marte?

Abbandonati i deliri di onnipotenza, passiamo al Centro Destra, che scrivo separato per il motivo che non esiste più il Centrodestra. C'è la destra di Meloni-Salvini e c'è il Centro di Berlusconi uno e trino. Secondo Roberto Maroni, l'alleanza rieditata su modello 2001 e "varianti in corso d'opera" ha i numeri per vincere e conquistare l'agognato premio elettorale perchè supererebbe il 40% e quindi governerebbe l'Italia. Ma l'aritmetica gli dà torto. Nella più suggestiva delle ipotesi, la Lega incasserebbe il 15% nazionale, Fratelli d'Italia il 4%, e Forza Italia? Dovrebbe superare il 21% nazionale, per la vittoria di questa alleanza. Probabilità che accada? Prossime allo zero perchè non basterebbe comunque. Difatti, mentre il 4% di Fdi è alla portata della Meloni, il 15% della Lega è possibile solo se sfonda davvero al Sud. E allo stato attuale non accadrà. Quindi, a Forza Italia servirebbe tra il 23 e il 27% perchè il "ritrovato" Centrodestra che Maroni pensa possa vincere, poi davvero vinca. 

In breve, penso che Maroni sia molto, molto ottimista. Troppo ottimista.

Passiamo dall'altra parte. Il Pd al 40% da solo non ci arriva neppure se resuscitasse la buonanima di Enrico Berlinguer. Andrà di lusso se arriverà al 26-27%. Quindi, tenterà la mossa della "coalizione con i moderati" che tradotto significa un pugnetto di alfani, una manciatina di "cattolici democratici" e una spolverata di verdiniani non ancora latitanti e di socialisti di varia virtù. Ma anche - per dirla col Mascetti - con questi "rinforzini" se fra tutti sfioreranno il 33% si preparino ad accendere più candele che a Lourdes.

E allora, ci siete arrivati? 

Esatto, non vincerà nessuno, quindi vinceranno tutti i peggiori. Dopo le elezioni - già mi pare di sentirli - partiranno i "cori" della "responsabilità nazionale" affinchè nasca un governo "di responsabilità" possibilmente "costituente" per le "vere riforme che attende il Paese". Vedrete Berlusconi a braccetto del Pd, vedrete anzi sentirete urla e strepiti a destra sormontati solo da urla e strepiti ancora più forti dei Cinquestelle. 

Dal punto di vista del calcolo delle probabilità, questo scenario a mio parere è in vantaggio. Ma si può impedire che si materializzi. Non serve un'alleanza, serve un programma che permetta una vera alleanza e questo programma - titolatelo come meglio vi aggrada affinchè venga accettato dai rispettivi partiti e Movimenti - vi deve mettere assieme, cari Salvini, Meloni e Grillo.

Quando c'è in gioco il destino di una nazione, di un popolo, chi davvero vuole difenderli deve far prevalere a qualsiasi prezzo le ragioni che uniscono su quelle che dividono. Altrimenti, cari "ragazzi", rassegnatevi al renzusconi. E poi non dite che non lo sapevate. Che vi riempio di sberle.

Max Parisi



 
Ultimi articoli pubblicati

TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA.

TRIONFO NAZIONALISTA ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE IN CORSICA: 56,5% ALLA COALIZIONE NAZIONALISTA. GOVERNERA' DA SOLA
lunedì 11 dicembre 2017
AJACCIO - I nazionalisti in Corsica hanno stravinto le elezioni amministrative e, con in mano le chiavi della nuova "collettività territoriale unica" chiedono ora al governo di "fare bene i conti" e avviare negoziati sui dossier che più stanno loro a cuore. I grandi vincitori del
Continua
 

SU BANCA ETRURIA MATTEO RENZI PRENDE UNA ''CAPOCCIATA'' A TESTA ALTA: BOSCHI BABBO SOTTO INCHIESTA

SU BANCA ETRURIA MATTEO RENZI PRENDE UNA ''CAPOCCIATA'' A TESTA ALTA: BOSCHI BABBO SOTTO INCHIESTA AD AREZZO
lunedì 4 dicembre 2017
AREZZO - Le cose stanno in modo molto differente da come il segretario del Pd, Matteo Renzi, ha voluto far credere, al riguardo di Banca Etruria in riferimento al padre della ex ministra delle Riforme Elena Boschi, il quale non è affattto prosciolto dalle indagini, ed estraneo al dissesto
Continua

INCHIESTA PENSIONI / PD AFFERMA CHE L'ETA' PENSIONABILE VA ADEGUATA ALL'ESPETTATIVA DI VITA, O

INCHIESTA PENSIONI /  PD AFFERMA CHE L'ETA' PENSIONABILE VA ADEGUATA ALL'ESPETTATIVA DI VITA, O L'INPS CROLLA. E' FALSO!
venerdì 1 dicembre 2017
In Italia, i media main stream continuano a martellare l’opinione pubblica sul fatto che il sistema pensionistico italiano sia troppo “generoso” e che non sia più sostenibile non solo per il futuro, ma anche per il presente. Ogni tanto, difatti, si sussurra che sarebbe
Continua
 

CLAMOROSO: DIREZIONE LICEO SCIENTIFICO CERCA ''STUDENTI SOLO MASCHI'' (PER AFFINITA') PER FAR

CLAMOROSO: DIREZIONE LICEO SCIENTIFICO CERCA ''STUDENTI SOLO MASCHI'' (PER AFFINITA') PER FAR VOLONTARIATO COI MIGRANTI
giovedì 30 novembre 2017
Questo che state per leggere è il testo di una circolare (copia dell'originale la trovate nella foto che completa l'articolo) firmata da un dirigente scolastico di un Liceo Scientifico in provincia di Brescia con la quale avvisa gli studenti MASCHI dello stesso Liceo che sono richiesti dieci
Continua

SONDAGGI ELETTORALI: CENTRODESTRA AVANTI DI SEI PUNTI SU CENTROSINISTRA E OTTO SU M5S (E FORZA

SONDAGGI ELETTORALI: CENTRODESTRA AVANTI DI SEI PUNTI SU CENTROSINISTRA E OTTO SU M5S (E FORZA ITALIA SUPERA LA LEGA)
giovedì 30 novembre 2017
Il centrodestra cresce nei sondaggi, il Pd continua a perdere terreno e anche M5s frena. Ma la notizia e' che, se si andasse a votare oggi, non ci sarebbe alcuna maggioranza in grado di formare un governo, ma la tendenza di crescita del centrodestra e di calo del Pd e alleati se dovesse continuare
Continua
 

SCIENZIATO ITALIANO, ROBERTO COPPARI, (LAVORA A GINEVRA) SCOPRE MECCANISMO START DEL DIABETE E IL

SCIENZIATO ITALIANO, ROBERTO COPPARI, (LAVORA A GINEVRA) SCOPRE MECCANISMO START DEL DIABETE E IL MODO PER FERMARLO
giovedì 30 novembre 2017
Il diabete, che nel mondo colpisce circa 650 milioni di individui, potrebbe avere avvio nel fegato ed e' in questo organo che si trova il potenziale bersaglio molecolare per prevenire o fermare la malattia. La scoperta potrebbe avere conseguenze decisive: per la prima volta viene individuata una
Continua

IL COLOSSO DELLE SCOMMESSE WILLIAM HILL QUOTA 5 A 2 LA POSSIBILITA' CHE L'ITALIA ABBANDONI LA UE (2

IL COLOSSO DELLE SCOMMESSE WILLIAM HILL QUOTA 5 A 2 LA POSSIBILITA' CHE L'ITALIA ABBANDONI LA UE (2 A 1 LA GRECIA)
martedì 28 novembre 2017
LONDRA - Gli inglesi si sa amano scommettere su tutto e quindi non deve sorprendere se il colosso delle scommesse William Hill la offerto la possibilita' di scommettere su quale paese lascera' la UE dopo la Gran Bretagna. Per William Hill sono otto i paesi che potrebbero lasciare la UE e il Daily
Continua
 

AI PARADISI FISCALI MALTA E OLANDA AFFIDATI LA PRESIDENZA DELLA UE E LA PRESIDENZA DELL'EUROGRUPPO

AI PARADISI FISCALI MALTA E OLANDA AFFIDATI LA PRESIDENZA DELLA UE E LA PRESIDENZA DELL'EUROGRUPPO DELLE FINANZE UE...
martedì 28 novembre 2017
Per essere efficace e credibile, la blacklist dei paradisi fiscali dell'Unione europea dovrebbe includere almeno 35 paesi extra Ue, oltre che 4 stati membri della stessa Ue come Irlanda, Lussemburgo, Olanda e Malta. È quanto evidenzia Oxfam nel suo ultimo rapporto "La lista nera sfumata di
Continua

TUTTI I SONDAGGI INDICANO IL TRACOLLO PD. LA PARTITA DELLE POLITICHE SI GIOCHERA' TRA CENTRODESTRA

TUTTI I SONDAGGI INDICANO IL TRACOLLO PD. LA PARTITA DELLE POLITICHE SI GIOCHERA' TRA CENTRODESTRA E M5S (ECCO I DATI)
venerdì 24 novembre 2017
La china discendente del Pd risale a circa un mese fa e sembra aver subito una netta accelerazione da due settimane a questa parte, ossia dalle elezioni regionali in Sicilia di inizio novembre. Nell'ultimo mese, oltre alla sconfitta in Sicilia (e nel X Municipio di Roma) il Pd e' andato allo
Continua
 

SCENARI DEL DOPO VOTO / L'UNICA SPERANZA PER L'ITALIA E' CHE VINCA L'ASSE LEGA-FDI DENTRO IL

SCENARI DEL DOPO VOTO /  L'UNICA SPERANZA PER L'ITALIA E' CHE VINCA L'ASSE LEGA-FDI DENTRO IL CENTRODESTRA (PD DEFUNTO)
giovedì 23 novembre 2017
Nella primavera del 2018, anche se c’è chi sta alacremente lavorando per ritardare fino a maggio, il popolo italiano potrà finalmente esprimere il proprio giudizio sul governo nazionale, con le elezioni generali. In virtù della nuova legge elettorale, sarà
Continua

ANTICIPAZIONI / ECCO I PUNTI PRINCIPALI DEL PROGRAMMA PER L'ECONOMIA DELLA LEGA. E PORTA LA FIRMA

ANTICIPAZIONI / ECCO I PUNTI PRINCIPALI DEL  PROGRAMMA PER L'ECONOMIA DELLA LEGA. E PORTA LA FIRMA DI MATTEO SALVINI
mercoledì 22 novembre 2017
Diffuse oggi anticipazioni del programma per l'economia della Lega, che sarà asse portante della campagna elettorale prima, poi del governo del Paese in caso di vittoria. Il programma porta la firma di Matteo Salvini e si apre con questa frase: "E' ora di ridare ai nostri figli la certezza
Continua
 

REATI SESSUALI RADDOPPIATI IN GERMANIA PER COLPA DELLE ORDE DI ISLAMICI FATTE ENTRARE DALLA MERKEL

REATI SESSUALI RADDOPPIATI IN GERMANIA PER COLPA DELLE ORDE DI ISLAMICI FATTE ENTRARE DALLA MERKEL NELL'ESTATE DEL 2015
mercoledì 22 novembre 2017
BERLINO - La situazione generale della sicurezza in Germania non si e' deteriorata, sostengono le autorita' di governo, ma i fatti danno loro torto. E' vero che la maggior parte delle aggressioni a sfondo sessuale non avvengono all'esterno, ma nella sfera privata, ma i casi in cui le donne
Continua

INCHIESTA-BOMBA DELLA PROCURA DI MILANO: ALTO FUNZIONARIO DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA HA VENDUTO

INCHIESTA-BOMBA DELLA PROCURA DI MILANO: ALTO FUNZIONARIO DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA HA VENDUTO SEGRETI A ERNST & YOUNG
mercoledì 22 novembre 2017
MILANO - La notizia di questa inchiesta di corruzione letteralmente "esplosiva" che potrebbe arrivare a coinvolgere tutti i governi italiani dal 2012 ad oggi, apre il Corriere della Sera in edicola e promette di avere sviluppi ancor più clamorosi. I fatti accertati dai magistrati della
Continua
 

ECCO LA STORIA DELLA BANDA DI BANCHIERI GANGSTER - LEGATI AL PD - CHE HA COMANDATO IN MPS FINO A

ECCO LA STORIA DELLA BANDA DI BANCHIERI GANGSTER - LEGATI AL PD - CHE HA COMANDATO IN MPS FINO A PORTARLA ALLO SFACELO
martedì 21 novembre 2017
Il vertice del Monte dei Paschi di Siena ha messo in atto "un insieme di attivita' dolose" facendo "di tutto per occultare le operazioni e soprattutto le perdite realizzate". Il direttore generale della Consob, Angelo Apponi, in audizione davanti alla commissione bicamerale d'inchiesta sulle banche
Continua

PER COPRIRE IL BUCO NEI CONTI UE DELLA BREXIT, L'ITALIA DOVRA' DARE UN MILIARDO L'ANNO IN PIU' (IN

PER COPRIRE IL BUCO NEI CONTI UE DELLA BREXIT, L'ITALIA DOVRA' DARE UN MILIARDO L'ANNO IN PIU' (IN CAMBIO? NIENTE!)
martedì 21 novembre 2017
LONDRA - Tutti coloro che soffrono per le politiche di austerita' imposte dalla UE saranno furiosi di sapere che questa istituzione malefica costa ogni anno 140 miliardi di euro (280mila miliardi delle vecchie lire) e ovviamente questi soldi non cadono dal cielo ma provengono dai bilanci dei vari
Continua
 

LA FINLANDIA DI KATAINEN BUCO NERO DELL'EUROZONA PER DISOCCUPAZIONE, CROLLO DEL PIL, TAGLIO

LA FINLANDIA DI KATAINEN BUCO NERO DELL'EUROZONA PER DISOCCUPAZIONE, CROLLO DEL PIL, TAGLIO STIPENDI, AUMENTO TASSE
sabato 18 novembre 2017
Il “mitico” commissario della UE Katainen ha alzato per l’ennesima volta il ditino contro l’Italia colpevole di “non fare abbastanza” per abbattere il debito pubblico e risanare i conti. Di questo personaggio ci siamo già occupati nel lontano 2014. Anche
Continua
 

 
Editoriali

All'armi! Son fascisti! Il delirio Pd.

Walter Veltroni lancia l'allarme democrazia, che secondo lui è in pericolo esattamente come lo fu negli anni Trenta del secolo scorso. Veltroni è

Italiani, bevetevi un rosatellum...

Le leggi elettorali italiane hanno sempre un tocco culinario. Mattarellum della pasta, porcellum dell'affettato misto, e ora il rosatellum dei beoni. Ogni

Arriva l'onda nazionalista tedesca.

Le elezioni politiche in Germania, parlando dei clamorosi risultati emersi dalle urne, evidenziano innanzitutto quanto sia forte l'allarme della popolazione

Appunti di una sera di mezza estate.

E allora, va tutto bene, giusto? Mps salvata - e a chi frega sia stato fatto con denaro pubblico? A nessun italiano. -  Le banche venete salvate (si fa

TRE PARTITI, STESSA BASE SOCIALE

Più che un rompicapo, la questione alleanze & legge elettorale è una grandissima rottura di coglioni. La situazione non è affatto

LA LEGA VINCE E CONVINCE.

Gli jettatori sono serviti: la Lega di Salvini vince e convince gli elettori italiani, chiamati in quasi dieci milioni alle amministrative di domenica 11

FREGOLA DI RENZI, BANCAROTTA DELL'ITALIA

L'Italia andrebbe a elezioni in ogni caso tra al massimo 8-9 mesi, alla scadenza naturale della legislatura iniziata nel febbraio del 2013, e invece Renzi

Andiamo a cercarli e ammazziamoli tutti.

Il governo Pd ha brindato l'altro giorno alla salute dei 50.000 e passa africani che ha fatto arrivare in Italia da gennaio, al costo - compresi gli altri

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!