Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

Due parole per Salvini, Meloni e Grillo

giovedì 26 gennaio 2017

Posso dirlo con franchezza? Ma chi se ne frega, della legge elettorale. Non esiste una "buona" legge elettorale, perchè sarà sempre "buona" per qualcuno e pessima per qualcun altro. L'unico criterio per valutare una legge elettorale riguarda quanto essa rispetta la democrazia, la quale democrazia a sua volta è tale solo se la maggioranza del Parlamento eletto rispecchia la maggioranza degli elettori nella nazione dove s'è votato, avendo dato a ciascun elettore il diritto di scegliere liberamente tanto il partito quanto la persona che lo rappresenterà.

Tutto qui, ma non finisce qui.

Sì, perchè in Italia dal 1948 ad oggi abbiamo sperimentato tutti i possibili sistemi elettorali senza con questo averne deciso uno in via definitiva. Nell'ordine: proporzionale puro, maggioritario con quota proporzionale, proporzionale con sbarramento e liste associate, maggioritario con premio di maggioranza, maggioritario senza premio di maggioranza, proporzionale con sbarramento e proporzionale senza sbarramento.

Oggi, siamo al punto d'avere due sistemi elettorali differenti - per Camera e Senato - sia nel metodo sia nei principi ispiratori del metodo ed entrambi... non votati dal Parlamento, bensì scritti dalla magistratura, nella fattispecie la Corte Costituzionale.

E la Corte Costituzionale nel cassare la legge elettorale - dichiarata incostituzionale - con la quale è stato eletto l'attuale Parlamento, ha però precisato che gli eletti, parlo dei deputati del Pd oggi alla Camera unicamente grazie al premio elettorale derivato dalla suddetta legge dichiarata incostituzionale, pur tuttavia possono stare costituzionalmente in carica. 

Un pasticcio dell'altro mondo, anzi da Terzo Mondo.

E allora capite che la legge elettorale in Italia risponde ad altre logiche, che con la democrazia non hanno nulla da spartire: serve a permettere in ogni caso che non decada mai, neppure per sbaglio, il "sacro diritto" al mercanteggio. 

E così, anche stavolta il "sacro diritto" è salvo. Volete sapere perchè?

Lo dico subito. Alla Camera, ci sarà il premio di maggioranza al partito o alla coalizione di partiti che supererà la soglia del 40%, in caso contrario niente premio. In passato, solo la Dc superò il 40%, ma negli anni Cinquanta, Sessanta e un pezzetto di Settanta. Nessun altro partito arrivò mai a questo livello di consenso. Oggi, Beppe Grillo crede di potercela fare. Non deve aver capito che somiglia poco a De Gasperi e per niente ad Andreotti. La Dc regnò quasi mezzo secolo grazie al primo e per colpa del secondo. Specie degli amici degli amici, del secondo.

Quindi, il Movimento Cinque Stelle non ce la farà. Gli manca un 10% per riuscirci, ovvero un terzo del suo attuale elettorato in più. Da dove lo piglia? Da Marte?

Abbandonati i deliri di onnipotenza, passiamo al Centro Destra, che scrivo separato per il motivo che non esiste più il Centrodestra. C'è la destra di Meloni-Salvini e c'è il Centro di Berlusconi uno e trino. Secondo Roberto Maroni, l'alleanza rieditata su modello 2001 e "varianti in corso d'opera" ha i numeri per vincere e conquistare l'agognato premio elettorale perchè supererebbe il 40% e quindi governerebbe l'Italia. Ma l'aritmetica gli dà torto. Nella più suggestiva delle ipotesi, la Lega incasserebbe il 15% nazionale, Fratelli d'Italia il 4%, e Forza Italia? Dovrebbe superare il 21% nazionale, per la vittoria di questa alleanza. Probabilità che accada? Prossime allo zero perchè non basterebbe comunque. Difatti, mentre il 4% di Fdi è alla portata della Meloni, il 15% della Lega è possibile solo se sfonda davvero al Sud. E allo stato attuale non accadrà. Quindi, a Forza Italia servirebbe tra il 23 e il 27% perchè il "ritrovato" Centrodestra che Maroni pensa possa vincere, poi davvero vinca. 

In breve, penso che Maroni sia molto, molto ottimista. Troppo ottimista.

Passiamo dall'altra parte. Il Pd al 40% da solo non ci arriva neppure se resuscitasse la buonanima di Enrico Berlinguer. Andrà di lusso se arriverà al 26-27%. Quindi, tenterà la mossa della "coalizione con i moderati" che tradotto significa un pugnetto di alfani, una manciatina di "cattolici democratici" e una spolverata di verdiniani non ancora latitanti e di socialisti di varia virtù. Ma anche - per dirla col Mascetti - con questi "rinforzini" se fra tutti sfioreranno il 33% si preparino ad accendere più candele che a Lourdes.

E allora, ci siete arrivati? 

Esatto, non vincerà nessuno, quindi vinceranno tutti i peggiori. Dopo le elezioni - già mi pare di sentirli - partiranno i "cori" della "responsabilità nazionale" affinchè nasca un governo "di responsabilità" possibilmente "costituente" per le "vere riforme che attende il Paese". Vedrete Berlusconi a braccetto del Pd, vedrete anzi sentirete urla e strepiti a destra sormontati solo da urla e strepiti ancora più forti dei Cinquestelle. 

Dal punto di vista del calcolo delle probabilità, questo scenario a mio parere è in vantaggio. Ma si può impedire che si materializzi. Non serve un'alleanza, serve un programma che permetta una vera alleanza e questo programma - titolatelo come meglio vi aggrada affinchè venga accettato dai rispettivi partiti e Movimenti - vi deve mettere assieme, cari Salvini, Meloni e Grillo.

Quando c'è in gioco il destino di una nazione, di un popolo, chi davvero vuole difenderli deve far prevalere a qualsiasi prezzo le ragioni che uniscono su quelle che dividono. Altrimenti, cari "ragazzi", rassegnatevi al renzusconi. E poi non dite che non lo sapevate. Che vi riempio di sberle.

Max Parisi



 
Ultimi articoli pubblicati

Buon Compleanno MAX

Buon Compleanno MAX
giovedì 19 ottobre 2017
La redazione de IL NAZIONALISTA - IL NORD augura BUON COMPLEANNO al suo Direttore.Auguri MAX
Continua
 

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA
mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia all'Italia. Sei sono finiti in carcere, tre ai domiciliari, quali organizzatori e componenti
Continua

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO
mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto comunitario sia un bene per il paese. Sono questi in sostanza i risultati di un sondaggio Eurobarometro
Continua
 

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI
lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory) negli Stati Uniti insieme al rilevatore Virgo
Continua

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA
lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa per creare un'agenzia di intelligence europea. A tale proposito a fine agosto il presidente del
Continua
 

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%
domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia mostra alcuni segnali di ripresa, ma non ha ancora recuperato il terreno perduto dal 2008 ne' per il
Continua

RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO

RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO SCHIAVISMO CON L'OK DELLA UE
sabato 14 ottobre 2017
Dal riso asiatico alle conserve di pomodoro cinesi, dall'ortofrutta sudamericana alle nocciole turche, gli scaffali dei supermercati dell'Unione Europea sono invasi dalle importazioni di prodotti extracomunitari ottenuti dallo sfruttamento schiavista e spesso anche grazie alle agevolazioni
Continua
 

''LASCIARE L'UNIONE EUROPEA E' LA COSA MIGLIORE CHE L'ITALIA POSSA FARE'' FIRMATO: ARTHUR LAFFER,

''LASCIARE L'UNIONE EUROPEA E' LA COSA MIGLIORE CHE L'ITALIA POSSA FARE'' FIRMATO: ARTHUR LAFFER, INVENTORE DELLA FLAT TAX
mercoledì 11 ottobre 2017
“Sono molto preoccupato per l’unione europea. Francamente quando hai tutti quei paesi gestiti da un governo non eletto, finisci col rimetterci in termini di competizione, oltre che a perdere il vigore e la forza di una buona economia. Sa dirmi chi ha votato Mario Draghi e Christine
Continua

IL LABURISTA GUARDIAN LANCIA L'ALLARME: ''I NEONAZISTI POTREBBERO TORNARE AL GOVERNO

IL LABURISTA GUARDIAN LANCIA L'ALLARME: ''I NEONAZISTI POTREBBERO TORNARE AL GOVERNO DELL'AUSTRIA!'' MA E' UNA CALUNNIA
mercoledì 11 ottobre 2017
LONDRA - Il prossimo governo austriaco potrebbe avere al suo interno una componente di "estrema destra", quella che il quotidiano laburista britannico The Guardian oggi, in un articolo in prima pagina, definisce "neo-nazista", giudizio non solo falso, ma anche diffamatorio . Il sondaggio piu'
Continua
 

SONDAGGIO: IL 50% DEI GIOVANI ITALIANI E' CONVINTO CHE NELLA VITA GUADAGNERA' MOLTO MENO DEI PROPRI

SONDAGGIO: IL 50% DEI GIOVANI ITALIANI E' CONVINTO CHE NELLA VITA GUADAGNERA' MOLTO MENO DEI PROPRI GENITORI (DISASTRO)
martedì 10 ottobre 2017
Le aspettative salariali dei giovani, in Italia, sono sempre più pessimiste. E' quanto rileva un sondaggio globale realizzato da Monster sui guadagni potenziali dei giovani lavoratori rispetto ai genitori ha rivelato che un giovane lavoratore italiano su due (il 50% del totale) prevede di
Continua

SARA' BREXIT DURA, NIENTE ACCORDO CON LA UE. LA GRAN BRETAGNA LASCERA' L'UNIONE SENZA SOTTOSTARE AI

SARA' BREXIT DURA, NIENTE ACCORDO CON LA UE. LA GRAN BRETAGNA LASCERA' L'UNIONE SENZA SOTTOSTARE AI DIKTAT DI BRUXELLES
martedì 10 ottobre 2017
LONDRA - Theresa May ha messo in guardia i cittadini britannici, dicendo loro di prepararsi all'uscita dal Regno Unito senza un accordo. Mentre le speranze di un'intesa sembrano svanire in patria e all'estero, il primo ministro - per la prima volta - ha presentato dettagliate "misure per ridurre al
Continua
 

TASSA SUI SACCHETTI DEI SUPERMERCATI E ALTRE STUPIDATE: MANOVRA 2018 SCRITTA DAL PD PER NON PERDERE

TASSA SUI SACCHETTI DEI SUPERMERCATI E ALTRE STUPIDATE: MANOVRA 2018 SCRITTA DAL PD PER NON PERDERE (TROPPO) LE ELEZIONI
lunedì 9 ottobre 2017
Ottobre, mese di funghi e manovre finanziarie. Quella del governo italiano, da circa 20 miliardi (40.000.000.000.000 di vecchie lire) si appresta a passare alla storia come l’ennesima manovra elettorale, fatta per nascondere sotto il tappeto l’immensa mole di polvere dei conti
Continua

ELEZIONI NELLA REPUBBLICA CECA IL 20 E 21 OTTOBRE: FAVORITO ANDREJ BABIS, CONTRARIO ALL'EURO, AI

ELEZIONI NELLA REPUBBLICA CECA IL 20 E 21 OTTOBRE: FAVORITO ANDREJ BABIS, CONTRARIO ALL'EURO, AI MIGRANTI E ALL'ISLAM
mercoledì 4 ottobre 2017
LONDRA - I sinistri di casa stanno ancora rosicando per il grande successo avuto da AfD la scorsa settimana in Germania ma purtroppo per loro il vento dell'euroscetticismo soffia ancora molto forte e tra qualche settimana un'altra novita' di rilievo potrebbe venire dalla Repubblica Ceca. Infatti,
Continua
 

''NUOVO GRUPPO DI VISEGRAD BALCANICO'': ROMANIA, BULGARIA, GRECIA E SERBIA UNITE PER FARE MURO

''NUOVO GRUPPO DI VISEGRAD BALCANICO'': ROMANIA, BULGARIA, GRECIA E SERBIA UNITE PER FARE MURO CONTRO IMMIGRAZIONE E ISLAM
mercoledì 4 ottobre 2017
E' nato un nuovo "blocco balcanico" di stati che - nel silenzio assoluto delle istituzioni Ue e dell'informazione europea filo-Ue - si sono alleati contro l'invasione di clandestini e le minacce islamiche e per rivendicare un ruolo di peso nella Ue, oppure pronti a staccarsi dalla Ue. "La Romania,
Continua

SVIZZERA: VIETATO FINANZIAMENTO MOSCHEE E CENTRI ISLAMICI CON FONDI DALL'ESTERO E OBBLIGO USO

SVIZZERA: VIETATO FINANZIAMENTO MOSCHEE E CENTRI ISLAMICI CON FONDI DALL'ESTERO E OBBLIGO USO FRANCESE TEDESCO ITALIANO
mercoledì 27 settembre 2017
LONDRA - Qualche anno fa, tantissimi sinistroidi - specialmente quelli italiani - hanno criticato la Svizzera per il fatto che abbia permesso un referendum sul divieto di costruire minareti sulle moschee, ma la maggioranza degli svizzeri non si e' fatta intimidire e ha votato a favore di questa
Continua
 

IL 15 OTTOBRE SI VOTA IN AUSTRIA, SI VA VERSO UNA MAGGIORANZA CENTRO-DESTRA CON DESTRA NAZIONALISTA

IL 15 OTTOBRE SI VOTA IN AUSTRIA, SI VA VERSO UNA MAGGIORANZA CENTRO-DESTRA CON DESTRA NAZIONALISTA DI CHRISTIAN STRACHE
mercoledì 27 settembre 2017
VIENNA - Gli austriaci tornano alle urne il prossimo 15 ottobre per rinnovare entrambe le camere del Parlamento, il Nationalrat e il Bundesrat, con un anticipo di un anno sulla naturale fine della legislatura, dato il fatto che i due partiti che formano la "grande coalizione", popolari e
Continua
 

 
Editoriali

Italiani, bevetevi un rosatellum...

Le leggi elettorali italiane hanno sempre un tocco culinario. Mattarellum della pasta, porcellum dell'affettato misto, e ora il rosatellum dei beoni. Ogni

Arriva l'onda nazionalista tedesca.

Le elezioni politiche in Germania, parlando dei clamorosi risultati emersi dalle urne, evidenziano innanzitutto quanto sia forte l'allarme della popolazione

Appunti di una sera di mezza estate.

E allora, va tutto bene, giusto? Mps salvata - e a chi frega sia stato fatto con denaro pubblico? A nessun italiano. -  Le banche venete salvate (si fa

TRE PARTITI, STESSA BASE SOCIALE

Più che un rompicapo, la questione alleanze & legge elettorale è una grandissima rottura di coglioni. La situazione non è affatto

LA LEGA VINCE E CONVINCE.

Gli jettatori sono serviti: la Lega di Salvini vince e convince gli elettori italiani, chiamati in quasi dieci milioni alle amministrative di domenica 11

FREGOLA DI RENZI, BANCAROTTA DELL'ITALIA

L'Italia andrebbe a elezioni in ogni caso tra al massimo 8-9 mesi, alla scadenza naturale della legislatura iniziata nel febbraio del 2013, e invece Renzi

Andiamo a cercarli e ammazziamoli tutti.

Il governo Pd ha brindato l'altro giorno alla salute dei 50.000 e passa africani che ha fatto arrivare in Italia da gennaio, al costo - compresi gli altri

Macron sulla tolda del Titanic eurozona

Quando un'azienda fallisce, ci sono solo due possibilità: la prima, che l'imprenditore sia un incapace (trascuro l'ipotesi farabutto), la seconda, che

Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!