Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

BCE VEDE NERISSIMO: FA RIPARTIRE IL QE DA 20 MLD AL MESE, LA MERKEL DICE NO A PIU' SPESA PUBBLICA E CONTE? VEDE DI MAIO

giovedì 12 settembre 2019

La BCE ha deciso di far ripartire gli acquisti del suo Quantitative Easing: infatti nella riunione del Consiglio Direttivo della Banca centrale europea che si è appena conclusa è stato deciso di ripristinare dal 1° novembre gli acquisti di asset a un livello pari a 20 miliardi al mese. Peraltro il Consiglio non fornisce alcuna scadenza per questo nuovo programma spiegando che ''si aspetta che prosegua il più a lungo possibile per rafforzare l'impatto accomodante dei tassi ufficiali''. La conclusione del programma - si precisa - sarà decisa ''poco prima che la BCE riprenda a rialzare i propri i tassi di interesse''. 

Brusco calo dell'euro sotto quota 1,10, a 1,0974 dollari nel pomeriggio dopo che la Bce ha varato un consistente pacchetto di stimoli all'economia.

Il consiglio direttivo della Bce ha stabilito un sistema a due livelli per i tassi applicati ai depositi delle banche, oggi scesi a -0,5%, attraverso il quale una parte dei depositi sara' "esentata dal tasso negativo sui depositi". Lo si legge in una nota. La misura serve per attutire l'impatto dei tassi negativi sui margini d'interesse delle banche, che a questo punto non esistono più. Anzi, con queste decisioni la Bce causa perdite automatiche per tutte le banche della zona euro, e perdite di valore finanziario dei risparmi per il calo di valore dell'euro nei cambi internazionali. 

Gli acquisti di bond decisi oggi dalla Bce con il nuovo programma di quantitative easing (Qe) "dureranno tutto il periodo necessario a rafforzare l'impatto accomodante dei tassi" e il consiglio direttivo si aspetta che "finiscano poco prima rispetto a quando la Bce iniziera' ad alzare i tassi". Lo si legge in una nota.

Il motivo di questa mossa della Bce, che fa ripartire a sorpresa il QE, misura inaspettata dagli analisti finanziari delle maggiori istituzioni bancarie europee, rappresenta un "gioco d'anticipo" rispetto la grave crisi economica nella zona euro che la Bce - a questo punto - prevede arriverà a brevissimo. 

Dello stesso parere sono i mercati delle valute, con l'euro che perde quasi l'1% in pochi minuti dopo la pubblicizzazione delle decisioni Bce. 

D'altra parte, la Bce vede un orizzonte nerissimo per la zona auro perchè tutti gli indicatori economici della Germania lo segnalano: il dato dell'inflazione in Germania ad agosto (-0,2% su mese, +1,4% su anno), l'Ifo che taglia le previsioni del Pil tedesco avvertendo che il rischio recessione si fa sempre "piu' concreto" e il calo della produzione industriale dell'Eurozona (-0,4%) e -5,2% in Germania sono evidenze indiscutibili.

"La nostra politica monetaria sara' molto accomodante, ma da sola non sara' sufficiente", ha ammonito qualche giorno fa l'ex direttrice del Fmi Lagarde, pronta a prendere il posto di Draghi da novembre, durante l'audizione per la fiducia a Bruxelles.

Un messaggio diretto a Berlino per spingere il governo tedesco ad aprire i cordoni della borsa, a spingere sugli investimenti e, loro che possono, ad aumentare il deficit.

La sollecitazione però e' stata rimandata al mittente dalla Cancelliera Angela Merkel che ha ribadito che la dottrina del pareggio di bilancio - chiamata 'zero nero' - non subira' alcuna deroga: "Posso assicurare che terremo fede all'obiettivo del bilancio in pareggio, perche' parlano a favore di questa scelta motivi economici molto fondati e anche aspetti di giustizia", ha detto Angela Merkel. E ha argomentato: "Sarebbe un grave errore gettare il peso del debito sulle spalle della prossima generazione".

In questo quadro fosco, con pericoli immediati per l'economia europea e quindi per l'intero sistema bancario della zona euro - il QE serve esattamente per provare a scongiurarli - si inseriscono le pretese del governo Conte di aumentare il deficit e fare forti investimenti pubblici. Queste richieste che Conte deve sottoporre al benestare della Commissione europea e nello specifico al placet del commissario esecutivo all'Economia, Dombrovskis, un falco del rigore, vanno nella direzione completamente opposta a quella indicata dalla Germania e allo stesso tempo dalla Bce, che per bocca di Draghi continua a ripetere vi sia l'urgenza di "riforme" per ridurre il debito pubblico dei Paesi dell'eurozona più indebitati, primo dei quali l'Italia.

Entro il 15 ottobre, Conte dovrà presentare la manovra economica dell'Italia per il 2020. Manca poco più di un mese per vedere quale sarà la reazione di Bruxelles e di Berlino.

Redazione Milano

 


BCE VEDE NERISSIMO: FA RIPARTIRE IL QE DA 20 MLD AL MESE, LA MERKEL DICE NO A PIU' SPESA PUBBLICA E CONTE? VEDE DI MAIO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BCE   DRAGHI   LAGARDE   SPESA   PUBBLICA   EURO   CROLLO   ECONOMIA   GERMANIA   CRISI   RECESSIONE   ANGELA   MERKEL   BRUXELLES   BERLINO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL SUPERSTATO UE ''NON SERVE''

ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL

lunedì 2 dicembre 2019
LONDRA - "La decisione della Gran Bretagna di rimanere fuori dall'euro e' la miglior decisione che il governo britannico potesse prendere". Effettivamente sono un folle potrebbe pensarla
Continua
 
IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I CONTI CATASTROFICI

IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I

giovedì 21 novembre 2019
Due pesi e due misure con l'Italia, a seconda di chi c'è al governo. A scriverlo non è la stampa "sovranista" ma un quotidiano autorevole e ferreo conservatore tedesco.  "Nei
Continua
VIKTOR ORBAN: ''NEL 1989 I CITTADINI DELL'EUROPA CENTRALE FURONO COSI' FORTI DA CAMBIARE IL FUTURO DEL CONTINENTE''

VIKTOR ORBAN: ''NEL 1989 I CITTADINI DELL'EUROPA CENTRALE FURONO COSI' FORTI DA CAMBIARE IL FUTURO

lunedì 18 novembre 2019
PRAGA - Nel 1989, i cittadini dell'Europa centrale "furono cosi' forti da cambiare il futuro del continente". Lo ha dichiarato il primo ministro ungherese Viktor Orban, in occasione della
Continua
 
GIGANTESCA SPRECOPOLI DEL PARLAMENTO UE: 90 MILIONI DI EURO ALL'ANNO SOLO PER I ''VIAGGETTI'' DEGLI EUROPARLAMENTARI

GIGANTESCA SPRECOPOLI DEL PARLAMENTO UE: 90 MILIONI DI EURO ALL'ANNO SOLO PER I ''VIAGGETTI'' DEGLI

lunedì 4 novembre 2019
LONDRA - I parlamentari europei si sa navigano nell'oro a spese dei contribuenti. Non bastasse lo stipendio di 90 mila euro all'anno e l'assistenza sanitaria che permette loro di avere cure gratis
Continua
CURE GRATIS E PERFINO LA CHIRURGIA ESTETICA, IL BENGODI SANITARIO DEL PARLAMENTO EUROPEO (VIAGRA GRATIS INCLUSO)

CURE GRATIS E PERFINO LA CHIRURGIA ESTETICA, IL BENGODI SANITARIO DEL PARLAMENTO EUROPEO (VIAGRA

lunedì 28 ottobre 2019
LONDRA - E' difficile stabilire quante siano le persone morte per via delle politiche di austerita' volute dalla UE ma quel che e' certo che queste regole non valgono per i parlamentari
Continua
 
ANALISI / FAIDE REGOLAMENTI DI CONTI E AGGUATI NEL SOTTOBOSCO DELLA COMMISSIONE UE: LA VON DER LEYEN VA A SCHIANTARSI

ANALISI / FAIDE REGOLAMENTI DI CONTI E AGGUATI NEL SOTTOBOSCO DELLA COMMISSIONE UE: LA VON DER

martedì 22 ottobre 2019
Mentre gli “editorialisti” dei media di regime italiani fanno a gara a chi offende maggiormente Trump o la Regina d’Inghilterra dipingendoli come buzzurri o vecchi ormai fuori di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO
Continua

 
L'EURO DISTRUGGE L'EUROPA, IL BENESSERE DEI CITTADINI, LE BANCHE (MARK FRIEDERICK E MATTHIAS WEIK, ECONOMISTI)

L'EURO DISTRUGGE L'EUROPA, IL BENESSERE DEI CITTADINI, LE BANCHE (MARK FRIEDERICK E MATTHIAS WEIK,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SONDAGGI IN GRAN BRETAGNA CONCORDANO: TORY IN AMPIO VANTAGGIO,

9 dicembre - LONDRA - Tutti i principali quotidiani pubblicano sondaggi sul voto di
Continua

GENTILONI: ''PER IL 2020 NON E' PREVEDIBILE CHE IL PIL

9 dicembre - In Eurozona ''non ci sono al momento attendibili previsioni sulla
Continua

LA FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO MACRON E LA SUA LEGGE SULLE PENSIONI

5 dicembre - Sono 250 mila i manifestanti scesi in piazza contro la riforma delle
Continua

SPREAD DECOLLA, GLI SPECULATORI SI SONO STUFATI DEL GOVERNO CONTE

5 dicembre - Chiusura in netto allargamento per lo spread tra BTp e Bund sul mercato
Continua

BORGHI INCHIODA IL MINISTRO BELLACIAO GUALTIERI

5 dicembre - Il parlamentare leghista Claudio Borghi insiste e, su twitter, si
Continua

GIORGIA MELONI: LA PRESCRIZIONE TEMA PIU' INSIDIOSO DEL MES, PER

5 dicembre - ''Il tema della prescrizione mi sembra piu' insidioso per il governo
Continua

TUTTA LA FRANCIA IN SCIOPERO CONTRO MACRON: LE PENSIONI NON SI

5 dicembre - PARIGI - La Francia si ferma per protesta contro la ventilata riforma
Continua

UNIONE BANCARIA? MANCO PER IDEA. CENTENO SMENTISCE: ''NON L'ABBIAMO

5 dicembre - BRUXELLES - Come volevasi dimostrare, l'unione bancaria che
Continua

SONDAGGIO:55% NON HA FIDUCIA NEL GOVERNO 53% PER ELEZIONI SALVINI

5 dicembre - Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato oggi ad ''Agora''' su Rai3, il
Continua

DUE AFRICANI DEI BARCONI ARRESTATI PER RAPINA IN STRADA A UN

4 dicembre - Con l'accusa di rapina in concorso i carabinieri hanno arrestato a
Continua

4 dicembre - Il gruppo di Forza Italia alla Camera perde un deputato: Antonino
Continua

RENZIANI: SULLA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA DI M5S VOTEREMO CON LE

4 dicembre - ''L'idea perversa di processi eterni con noi non passerà : se il tema
Continua

SONDAGGIO: LA LEGA CRESCE E ARRIVA AL 33,8% SALE FDI AL 10% FORZA

3 dicembre - La Lega di Matteo Salvini torna a crescere dopo una battuta di arresto
Continua

ECONFIN SMENTISCE CONTE: ''ACCORDO SUL MES FATTO A GIUGNO''.

2 dicembre - PARIGI - Se il governo Conte sperava - come scrive oggi Repubblica - in
Continua

M5S: SUL MES IL PARLAMENTO DEVE AVERE L'ULTIMA PAROLA E SARA' TRA

2 dicembre - La riforma del Mes va ''discussa nel merito'' e ''solo al termine del
Continua

LEGA: 19 GIUGNO IL PARLAMENTO HA POSTO IL VETO AL MES. CONTE HA

2 dicembre - ''Dimostri di avere a cuore la Costituzione. Vada dal Presidente
Continua

IL PD IN REGIONE TOSCANA NEGA L'AUDITORIUM PER PRESENTAZIONE LIBRO

28 novembre - FIRENZE - ''Negato, in modo per noi inspiegabile, l'utilizzo
Continua

LEADER DELLA PROTESTA DI HONG KONG CONTRO LA DITTATURA CINESE:

28 novembre - ''Sono rimasto piuttosto deluso nel leggere le dichiarazioni
Continua

SALVINI: SUL MES SI DEVE ESPRIMERE IL PARLAMENTO SETTIMANA PROSSIMA!

28 novembre - ''Si torna in Parlamento la settimana prossima, altro che dopo la
Continua

M5S HA IL CANDIDATO ALLE REGIONALI DELLA CALABRIA: E' IL PROF.

28 novembre - CATANZARO - ''Dopo un'attenta riflessione e con la consapevolezza di
Continua
Precedenti »