Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

DOMANI ELEZIONI POLITICHE IN DANIMARCA: FAVORITO IL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO ANTI IMMIGRAZIONE (NOVITA' ASSOLUTA)

martedì 4 giugno 2019

COPENAGHEN - Domani i danesi sono chiamati alle urne per le elezioni legislative che dovrebbero essere vinte, in base agli ultimi sondaggi, dalla coalizione di centrosinistra guidata dal Partito socialdemocratico di Mette Frederiksen. Un appuntamento che modifichera' gli equilibri politici nazionali per i prossimi 4 anni, dopo un governo di minoranza di centrodestra, appoggiato dal Folkeparti di destra.

La rinascita del partito della Frederiksen, che sembrava disperso tra le formazioni di destra e centrodestra, e' il nodo delle legislative. Un successo attribuito dagli analisti alla sua nuova identita' che si esprime con un programma completamente opposto a quello socialdemocratico sia per quanto riguarda le politiche sociali che sull'immigrazione, e quindi molto vicino ad ideologie di destra.

Secondo gli ultimi dati il 'blocco rosso' della coalizione di centrosinistra dovrebbe ottenere piu' del 55%, con in testa la formazione socialdemocratica, accreditata al 27%. Distante, al 18%, il partito del premier uscente, Lars Lokke Rasmussen, seguito dall'alleato di destra che dovrebbe superare l'11%.

Al di la' di questa scadenza elettorale, ad accomunare le principali forze politiche danesi e' la convinzione che sull'immigrazione servono provvedimenti molto restrittivi, in passato appannaggio della sola destra.

Per il partito socialdemocratico si tratta di tutelare la generosita' della Danimarca, puntando sull'integrazione dei rifugiati e migranti gia' stabiliti nel Paese, invece di continuare ad accoglierne nuovi, ma anche ricostruire un sistema di welfare che sta cadendo a pezzi. E il punto centrale del programma del partito socialdemocratico è espellere chi non ha diritto di risiedere in Danimarca.

Durante l'ultima legislatura, proprio per scoraggiare l'immigrazione extra Ue, africana e mediorientale in massima parte, la legislazione vigente e' stata ritoccata 114 volte, in una direzione sempre piu' restrittiva caldeggiata e votata in parlamento anche dai socialdemocratici, con grande scandalo delle tradizionali componenti di sinistra del partito. 

"Non sei una cattiva persona solo perche' sei preoccupato per l'immigrazione" ha dichiarato in un recente comizio elettorale la Frederiksen, che con questa mossa dovrebbe ottenere consensi significativi anche nei ranghi dell'elettorato di destra. Molti commentatori, alla vigilia delle urne fanno notare che di "socialdemocratico" oggi nel partito che si appresta a vincere le elezioni è rimasto solo il nome.

Ancora piu' a destra ci sono due nuovi piccoli partiti in lizza alle legislative, tra cui 'Stram Kurs' che vuole vietare l'islam e deportare i musulmani. E' accreditato attorno al 5%.

Inoltre la leader socialdemocratica data come grande favorita si e' impegnata a ricostruire lo Stato sociale danese - con un aumento della spesa pubblica dello 0,8% l'anno durante la prossima legislatura - sempre piu' indebolito e con meno mezzi a disposizione, a cominciare dal servizio sanitario nazionale, dopo la chiusura di molti ospedali statali in 10 anni e soprattutto dal fatto che decine di migliaia di migranti arrivati in Danimarca ne usufruiscono gratis.

Altrettanto in sofferenza la pubblica istruzione: nell'ultimo decennio in Danimarca hanno chiuso battente 1/5 delle scuole statali. Due settimane fa in Danimarca le elezioni europee sono state vinte dai liberali di Venstre seguiti dai socialdemocratici della Frederiksen.

Domani gli elettori, quindi, potrebbero decretare la vittoria della nuova socialdemocrazia di destra in Danimarca.

Redazione Milano


DOMANI ELEZIONI POLITICHE IN DANIMARCA: FAVORITO IL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO ANTI IMMIGRAZIONE (NOVITA' ASSOLUTA)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE RISERVATE'': E' UNA NUOVA P2

LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE

giovedì 13 giugno 2019
Luca Lotti voleva silurare il pm che indagava sulla famiglia Renzi. E' l'elemento che emerge dall'inchiesta di Perugia, contenuto in un servizio pubblicato dalla 'Verità', da cui risulta che
Continua
 

GIULIO CENTEMERO REPLICA PUNTO PER PUNTO A REPORT: ''RICOSTRUZIONE TANTO LONTANA DALLA REALTA' E'

martedì 11 giugno 2019
"Nella serata di ieri, in una breve pausa dai lavori sul ddl Crescita, ho avuto la riprova che alcune cose in Italia non cambieranno mai. I primi a non riuscire a cambiare, a crescere direi, sono i
Continua
INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO

INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO

lunedì 10 giugno 2019
Negli scorsi giorni, la Camera dei deputati all’unanimità ha approvato i cosiddetti minibot. Una volta tanto i sinistrati del piddì ne hanno fatto una giusta, salvo poi rendersi
Continua
 
FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE ''LIBERALIZZATO'' I SERVIZI

FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE

lunedì 10 giugno 2019
LONDRA - I burocrati della commissione europea che nessuno ha eletto amano spesso intraprendere azioni legali contro governi democraticamente eletti e questo spiega il crescente euroscetticismo da
Continua
SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E INVESTIMENTI PER IL LAVORO

SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E

mercoledì 5 giugno 2019
"Noi siamo persone serie, l'Italia è un paese serio, che rispetta la parola data. Quindi andremo in Europa e ci metteremo seduti al tavolo con responsabilità, non per distruggere, ma
Continua
 
LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI SEGRETI POLITICI & GIUDICI

LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI

mercoledì 5 giugno 2019
Incontri "segreti" in hotel, durante le cene o a casa: 7 giorni, dal 9 al 16 maggio, di "trattative per le nomine degli uffici giudiziari", in particolare quelli di Roma, Perugia e Brescia. E' quello
Continua

 
Articolo precedente   
SONDAGGIO IN UNGHERIA SULL'EURO: 49% E' ASSOLUTAMENTE CONTRARIO PERCHE' LO CONSIDERA UNA SCIAGURA, VISTI I RISULTATI

SONDAGGIO IN UNGHERIA SULL'EURO: 49% E' ASSOLUTAMENTE CONTRARIO PERCHE' LO CONSIDERA UNA SCIAGURA,
Continua

 

 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!