Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

SALVINI: LETTERINE UE? LA UE VUOLE PUNIRCI CON UNA MULTA DA 3 MILIARDI E IMPORCI 20 MILIARDI DI TASSE A SETTEMBRE. MAI!

martedì 28 maggio 2019

"Mi auguro che non ci sia nessuno che mandi letterine". Così il ministro dell'Interno Matteo Salvini parlando a Rtl 102.5, in riferimento alla lettera che la Ue sta per inviare all'Italia per quanto riguarda il debito. "Vi pare che in un momento storico in cui c'è una disoccupazione giovanile del 50% in alcune regioni italiane, in cui dobbiamo assumere in fretta medici e infermieri, da Bruxelles qualcuno in nome di regole del passato ci chieda 3 miliardi di multa e a settembre 20 miliardi di aumento di tasse? - ha spiegato il leader leghista - Ogni mia energia sarà usata per cambiare queste regole vecchie e superate".

"Il voto di domenica ha fatto capire che bisogna rimettere al centro dell'Europa il lavoro, le famiglie e l'economia reale - ha aggiunto - Tutti hanno capito che bisogna cambiare i parametri. E penso che tutti hanno chiaro che al di là delle etichette destra o sinistra bisogna mettere al centro la vita vera altrimenti restiamo schiacciati tra Cina e Usa".

"Occorre realismo, pragmatismo e buon senso. Il voto di domenica non ha cambiato solo in Italia ma ha mandato a casa tutti quelli che stavano governando in questo momento: la Merkel, Macron, Tsipras, è stata una sfiducia nei confronti dell’Europa fondata sulla precarietà, i tagli, la disoccupazione", ha spiegato Salvini che continua: "se si vuole i leader si mettono al tavolo e in quindici giorni scrivono le nuove regole dove al centro viene messo il lavoro, non i numerini, il nuovo indice di benessere deve essere il tasso di disoccupazione, fino a che non si dimezza la disoccupazione in Italia si investe, si spende, si assume, si riducono le tasse, rimettiamo al centro l’economia reale rispetto alla finanza, gli indici i fattori".

A parte le letterine - gli viene chiesto - possiamo dire che i conti italiani non sono particolarmente a posto?

"Il debito sta aumentando da sempre, da decenni, siamo arrivati al record storico. Negli ultimi dieci anni seguendo le letterine, i vincoli, Monti, la Fornero, l’austerità, i tagli, i regolamenti, il debito è aumentato di 655 miliardi. Non perché abbiamo sbattuto via i soldi ma perché se lavora meno gente c’è meno gente che paga le tasse e il debito cresce, facciamo il contrario, investiamo sugli italiani, detassiamo imprese e famiglie".

"La proposta di Flat Tax sui redditi di impresa e sulle famiglie almeno fino a 50.000 euro di reddito – almeno in un primo tempo – ‘costa’ circa trenta miliardi che è meno della metà di quello che sarebbe l’aumento del debito quest’anno. Quindi è un investimento che io da imprenditore farei, chiedo agli alleati dei Cinque Stelle e al Presidente del Consiglio chiedo coraggio e visione per il futuro, non la piccola gestione quotidiana che i leader europei hanno chiesto ai popoli negli anni passati e comunque vada Lega e Cinque Stelle hanno ben più del 50% dei consensi. La cosa incredibile è che fino a venerdì ero una via di mezzo tra un cretino, un fascista, un ignorante, un amico degli evasori fiscali, dei corrotti e dei corruttori, un razzista, un egoista, un quasi nazista. Non lo ero prima non sono un genio, adesso a leggere alcuni giornali ‘un genio, un lungimirante’, no, una persona normale con proposte normali".

Lei quando era consigliere comunale a Milano interveniva, da appassionato di radio, nei nostri programmi, parliamo di 15-20 anni fa - domanda il conduttore a Salvini, in diretta -. Di quel Salvini che ricordo ha e che percorso pensa di aver fatto?

"Io rifarei tutto, errori compresi, se riguardo indietro all’entusiasmo di un ragazzo di 20-30 anni che fa degli errori, ovviamente, l’unica cosa che cambierei sarebbe di arrivare in fondo alla laurea, visto che mi son fermato a cinque esami dalla laurea in storia. Adoravo e adoro la radio come miglior strumento di comunicazione, più diretto, più vero, la preferisco di gran lunga alla televisione. Penso che gli italiani valutino anche questo, quanto una persona sia vera o no, io penso di avere una marea di difetti ma quello che dico faccio e quello che sembro sono, poi può piacere o meno ma non c’è niente di costruito o artefatto. Sono quello che ero venti anni fa con un po’ di esperienza e qualche bel risultato e responsabilità in più e il fatto che gli italiani abbiano aumentato il consenso a me e alla Lega mi dice che qualcosa di buono lo stiamo facendo".

Redazione Milano 


SALVINI: LETTERINE UE? LA UE VUOLE PUNIRCI CON UNA MULTA DA 3 MILIARDI E IMPORCI 20 MILIARDI DI TASSE A SETTEMBRE. MAI!


Cerca tra gli articoli che parlano di:

TASSE UE   SALVINI   ITALIA   DISOCCUPATI   GIOVANI   LAVORO   LETTERINA   RTL   RADIO   MONTI   FORNERO   TAGLI   REGOLAMENTI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA GRANDE SORPRESA DELLE EUROPEE E'STATA LA NETTA VITTORIA DELLA LEGA IN LAZIO: CON IL 32,6% E' IL PRIMO PARTITO

LA GRANDE SORPRESA DELLE EUROPEE E'STATA LA NETTA VITTORIA DELLA LEGA IN LAZIO: CON IL 32,6% E' IL
Continua

 
ISTITUTO CATTANEO: SE SI TORNASSE ALLE URNE, L'ALLEANZA LEGA CON FRATELLI D'ITALIA VINCEREBBE ALLA GRANDE

ISTITUTO CATTANEO: SE SI TORNASSE ALLE URNE, L'ALLEANZA LEGA CON FRATELLI D'ITALIA VINCEREBBE ALLA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!