Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

LA GRANDE SORPRESA DELLE EUROPEE E'STATA LA NETTA VITTORIA DELLA LEGA IN LAZIO: CON IL 32,6% E' IL PRIMO PARTITO

lunedì 27 maggio 2019

ROMA - Nel Lazio come in Italia, la Lega mette tutti in fila e si attesta al 32,6%, una percentuale simile a quella nazionale (34,3%). Ma quello che sorprende del dato regionale, se confrontato con le elezioni che il 4 marzo 2018 decretarono l'elezione a governatore dell'attuale segretario del Pd, Nicola Zingaretti, e' che il partito di Matteo Salvini in poco piu' di un anno ha piu' che triplicato i suoi consensi: da 252.772 a 793.888.

Certo, questi numeri vanno tarati anche sulla base di una partecipazione al voto decisamente minore rispetto alle ultime regionali (53,3% contro il 66,5%, ovvero 2.493.000 cittadini che sono andati alle urne contro i 3.181.000 circa delle ultime regionali), tuttavia quasi 550mila voti in piu' testimoniano di uno stravolgimento avvenuto soprattutto a danno di due forze: Forza Italia e Movimento 5 Stelle. E in ogni caso, le percentuali, la famosa "forbice" è così ampia, che ben difficilmente i rapporti di forza cambierebbero, con più votanti.

Il partito di Berlusconi, ad esempio, nel confronto con 14 mesi fa, nel Lazio ha perso oltre la meta' dei voti, passando dai 371.155 del marzo 2018 ai 164.749 attuali (6,78%). Un crollo accompagnato dal contemporaneo sorpasso di Fratelli d'Italia, che (col 9% dei consensi) e' diventato il secondo partito del centrodestra, nonostante la leggera flessione come voti assoluti, da 220.460 a 218.875.

Ancora piu' pesante, se vista in termini percentuali, la caduta del Movimento 5 Stelle che, da primo partito della regione (22,06%), si ritrova terzo (17,9%), con un'emorragia di oltre 120mila voti, da 559.752 a 436.102. Cresce, seppur di poco, il Pd, che ha guadagnato quasi 40mila voti (da 539.131 a 578.253) ed e' il secondo partito regionale (23,79%, contro il 21,25% del 4 marzo 2018). Questo sta a significare che se si andasse alle urne per il rinnovo del governatore del Lazio, il Pd non avrebbe alcuna possibilità di vincere.

Restando sempre nel campo del centrosinistra, in aumento anche +Europa (74.275 voti contro i 52.451 delle regionali) e i Verdi, che con la lista Europa Verde hanno totalizzato 46.434 preferenze, quasi il doppio rispetto alle 28.443 della lista Italia Europa Insieme delle regionali. Resta il fatto che il "carrozzone" della Bonino rimane fermo, niente "Europa" che per un partitello che si chiama pomposameente "+Europa" non è un gran bel risultato.

Infine, passando all'estrema destra, ha perso piu' di due terzi dei voti Casapound: crollato da 42.609 voti a 12.511 (0,51%).

Analizzando il voto nelle province, dal punto di vista percentuale, la Lega (arrivata prima in tutte le cinque le province del Lazio) ha fatto registrare affermazioni ben oltre la media regionale in quasi tutte le macroaree (41,4% nella Tuscia, 41% in Sabina e Ciociaria e 38,9% nell'area Pontina), tranne che nella provincia di Roma, dove pero', a dispetto di una percentuale più bassa (29,5%), il dato assoluto e' il piu' consistente (soprattutto per l'alto numero di votanti): 509.605 preferenze. Passando al Pd, e' finito dietro al M5S nelle province di Latina e Frosinone. Una vera debacle.

Redazione Milano

 


LA GRANDE SORPRESA DELLE EUROPEE E'STATA LA NETTA VITTORIA DELLA LEGA IN LAZIO: CON IL 32,6% E' IL PRIMO PARTITO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

LEGA   LAZIO   SALVINI   ELEZIONI   EUROPEE   PD   SCONFITTO   ZINGARETTI   DIMISSIONI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE RISERVATE'': E' UNA NUOVA P2

LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE

giovedì 13 giugno 2019
Luca Lotti voleva silurare il pm che indagava sulla famiglia Renzi. E' l'elemento che emerge dall'inchiesta di Perugia, contenuto in un servizio pubblicato dalla 'Verità', da cui risulta che
Continua
 

GIULIO CENTEMERO REPLICA PUNTO PER PUNTO A REPORT: ''RICOSTRUZIONE TANTO LONTANA DALLA REALTA' E'

martedì 11 giugno 2019
"Nella serata di ieri, in una breve pausa dai lavori sul ddl Crescita, ho avuto la riprova che alcune cose in Italia non cambieranno mai. I primi a non riuscire a cambiare, a crescere direi, sono i
Continua
INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO

INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO

lunedì 10 giugno 2019
Negli scorsi giorni, la Camera dei deputati all’unanimità ha approvato i cosiddetti minibot. Una volta tanto i sinistrati del piddì ne hanno fatto una giusta, salvo poi rendersi
Continua
 
FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE ''LIBERALIZZATO'' I SERVIZI

FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE

lunedì 10 giugno 2019
LONDRA - I burocrati della commissione europea che nessuno ha eletto amano spesso intraprendere azioni legali contro governi democraticamente eletti e questo spiega il crescente euroscetticismo da
Continua
SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E INVESTIMENTI PER IL LAVORO

SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E

mercoledì 5 giugno 2019
"Noi siamo persone serie, l'Italia è un paese serio, che rispetta la parola data. Quindi andremo in Europa e ci metteremo seduti al tavolo con responsabilità, non per distruggere, ma
Continua
 
LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI SEGRETI POLITICI & GIUDICI

LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI

mercoledì 5 giugno 2019
Incontri "segreti" in hotel, durante le cene o a casa: 7 giorni, dal 9 al 16 maggio, di "trattative per le nomine degli uffici giudiziari", in particolare quelli di Roma, Perugia e Brescia. E' quello
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SALVINI: CONSENSI DELLA LEGA PIU' QUELLI DEGLI ALLEATI FANNO SI' CHE IL GOVERNO RAPPRESENTI PIU' DEL 50% DEGLI ITALIANI

SALVINI: CONSENSI DELLA LEGA PIU' QUELLI DEGLI ALLEATI FANNO SI' CHE IL GOVERNO RAPPRESENTI PIU'
Continua

 
SALVINI: LETTERINE UE? LA UE VUOLE PUNIRCI CON UNA MULTA DA 3 MILIARDI E IMPORCI 20 MILIARDI DI TASSE A SETTEMBRE. MAI!

SALVINI: LETTERINE UE? LA UE VUOLE PUNIRCI CON UNA MULTA DA 3 MILIARDI E IMPORCI 20 MILIARDI DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!