Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

mercoledì 20 febbraio 2019

BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati" per stabilire le loro "regole" sul bilancio della Ue, regole che secondo loro dovrebbero poi valere peer tutti.

Il ministro delle Finanze tedesco, Olaf Scholz, ha incontrato ieri, 19 febbraio, a Berlino il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire e, nel corso dei colloqui, i due responsabili hanno raggiunto un accordo sul bilancio comune dell'Eurozona. Lo riferisce il quotidiano tedesco "Handelsblatt", che afferma di aver visionato il testo dell'intesa.

Nel documento si afferma che il bilancio dell'Eurozona "deve essere parte del bilancio dell'Ue e "il suo volume totale deve essere stabilito in maniera coerente con il quadro finanziario pluriennale dell'Unione europea".

Per "Handelsblatt", quindi, "non vi sara' alcun bilancio dell'Eurozona prima del 2021", perche' solo allora entrera' in vigore il prossimo quadro finanziario europeo.

Intanto, si legge nell'intesa raggiunta da Scholz e Le Maire, gli Stati membri dell'Eurozona dovranno - si noti: dovranno -  "versare periodicamente contributi al bilancio dell'Unione europea sulla base di un accordo intergovernativo".

Questa parte del bilancio dell'Ue "non sara' compresa nel quadro finanziario pluriennale". A ogni modo, il bilancio dell'Ue "dovra' diventare parte del quadro finanziario pluriennale" dell'Unione europea. Francia e Germania si sono accordate anche sull'utilizzo del bilancio dell'Eurozona, ulteriore motivo di contrasto.

Per Berlino, l'obiettivo era "esclusivamente fornire agli Stati membri i mezzi per attuare le riforme economiche richieste dalla Commissione europea". Parigi respingeva, invece, il legame tra fondi e riforme a favore dell'impiego del bilancio dell'Eurozona "per stimolare gli investimenti nei paesi membri piu' deboli". E del parere dell'Italia? Niente, per costoro non esiste: tacere ed obbedire, queste sono loro "regole".

Ora, Scholz e Le Maire hanno concordato su entrambi gli obiettivi: promuovere riforme concrete e progetti di investimento concreti". Tuttavia, nota "Handelsblatt", non e' noto quale quota del bilancio dell'Eurozona dovrebbe essere impiegata nei due obiettivi. A ogni modo, il compromesso franco-tedesco chiede agli Stati beneficiari dei fondi del bilancio dell'Eurozona di "cofinanziare una parte sostanziale" dei costi degli investimenti. La quota del cofinanziamento statale "potra' essere ridotta in caso di recessione grave". Il riferimento implicito è all'Italia, ovviamente. Poco male se invece è la Germania ad essere in stagnazione con crescita zero con la recessione alle porte. Quel che conta, per loro, è piegare la Ue alla loro volontà.

Redazione Milano


FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FRANCIA   GERMANIA   UE   REGOLE   BILANCIO   ITALIA   EUROZONA   INVESTIMENTI   RECESSIONE   STAGNAZIONE   PARIGI   BERLINO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E
Continua

 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!