Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

MACRON CEDE AI GILET GIALLI (6 MESI DI BLOCCO TASSE CARBURANTI) MA NON BASTA PIU': I FRANCESI VOGLIONO CHE SE NE VADA

martedì 4 dicembre 2018

PARIGI - Macron ha perso, ma i gilet gialli non hanno ancora vinto, dato che ormai chedono a viso aperto le dimissioni del presidente della Repubblica. Sei mesi di sospensione dell'aumento delle tasse sui carburanti, nessun aumento delle tariffe di gas ed elettricita' per tutto l'inverno: sono queste  le concessioni annunciate in televisione dal premier francese, Edouard Philippe, per tentare di fermare la rivolta dei Gilet gialli che in tre settimane ha quasi messo in ginocchio il Paese con blocchi stradali e scontri di piazza, blocchi stradali che tuttora continuano.

La risposta indiretta tramite Philippe del presidente francese, Emmanuel Macron, che di fatto cede alla protesta di massa, prevede anche il congelamento dei controlli piu' severi sulle emissioni delle auto che dovevano entrare in vigore da gennaio, ma è un congelamento temporaneo, di sei mesi. 

"Bisognerebbe essere sordi o ciechi per non vedere o sentire questa rabbia", ha detto Philippe riferendosi alla protesta dei Gilet gialli, "nessuna tassa merita di mettere in pericolo l'unita' del Paese".

Tuttavia il premier ha ribadito che non saranno tollerate altri disordini in piazza: "Il governo non accetta le violenze contro le forze dell'ordine, i monumenti nazionali, gli edifici pubblici, i negozi. Voglio dire nel modo piu' chiaro che gli autori di questi atti sono ricercati e saranno puniti".

"Se sabato ci sara' una nuova manifestazione va preannunciata e si deve svolgere nella calma", ha aggiunto, "il governo fara' tutto il possibile per far rispettare la legge e l'ordine pubblico".

Tiepida però l'accoglienza della moratoria delle tasse e dei divieti che Macron avrebbe voluto introdurre dal 1° di gennaio 2019 nelle file dell'opposizione e degli stessi Gilet gialli, che puntavano a un ritiro del piano di transizione ecologica del governo e non a un suo semplice differimento.

Il capo dei senatori repubblicani, Bruno Retailleau, la considera "assolutamente insufficiente" se si tratta solo di un rinvio e ha chiesto l'"annullamento" di tutti gli aumenti.

Anche per Marine Le Pen "una moratoria e' solo un rinvio": "Non e' evidentemente all'altezza delle attese e della precarieta' in cui versano i francesi", ha avvertito la leader del Rassemblement National.

Dal movimento dei Gilet gialli non e' ancora arrivata una presa di posizione ma l'ala dialogante al momento appare in minoranza, e quindi la lotta di piazza contro macron e il suo governo continuerà.

L'incontro tra Philippe e alcuni rappresentanti moderati del movimento, previsto per questa mattina, e' stato annullato per "motivi di sicurezza" dopo che alcuni di loro, tra cui la 'pasionaria' bretone Jacline Mouraud, hanno denunciato di aver ricevuto minacce dalle frange oltranziste.

Intanto proprio per la protesta dei Gilet gialli la Prefettura di Parigi ha rinviato la partita del Paris Saint Germain che sabato avrebbe dovuto ospitare il Montpellier.

In tutto ciò, Macron tace. Sono giorni che non rilascia dichiarazioni in prima persona e tanto meno appare in televisione, lasciando che a prendere "schiaffi" vada il suo primo ministro, finchè dura, ovviamente.

Redazione Milano


MACRON CEDE AI GILET GIALLI (6 MESI DI BLOCCO TASSE CARBURANTI) MA NON BASTA PIU': I FRANCESI VOGLIONO CHE SE NE VADA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MACRON   GILET   GIALLI   TASSE   CARBURANTI   FRANCIA   BLOCCHI   STRADALI   INSURREZIONE   MANIFESTAZIONI   PROTESTE   MARINE   LE PEN   PHILIPPE   PARIGI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
MATTEO SALVINI INCONTRA LUCA ZAIA: ''SULL'AUTONOMIA INDIETRO NON SI TORNA''. L'ARGOMENTO ARRIVA AL CONSIGLIO DEI MINISTRI

MATTEO SALVINI INCONTRA LUCA ZAIA: ''SULL'AUTONOMIA INDIETRO NON SI TORNA''. L'ARGOMENTO ARRIVA AL

giovedì 20 giugno 2019
"Incontro di lavoro al Ministero con l'amico Luca Zaia: lavoro, infrastrutture, autonomia, sviluppo, Olimpiadi, futuro. Indietro non si torna!". Lo scrive sui social il vicepremier e ministro
Continua
 
REGIONE LOMBARDIA APPROVA E RENDE SUBITO ESECUTIVO IL NUOVO ''PATTO DI INTEGRITA''' DECISIVO PER LA LOTTA ALLA CORRUZIONE

REGIONE LOMBARDIA APPROVA E RENDE SUBITO ESECUTIVO IL NUOVO ''PATTO DI INTEGRITA''' DECISIVO PER LA

giovedì 20 giugno 2019
MILANO - Lealta', trasparenza e correttezza, oltre all'impegno a non offrire, accettare o chiedere somme di denaro o altre ricompense, vantaggi e benefici. Sono gli impegni che devono assumersi i
Continua
CLAUDIO BORGHI SPIEGA TUTTO SUI MINIBOT E SMONTA UNA PER UNA LE CRITICHE E LE ACCUSE (INTERVISTA DI PANORAMA)

CLAUDIO BORGHI SPIEGA TUTTO SUI MINIBOT E SMONTA UNA PER UNA LE CRITICHE E LE ACCUSE (INTERVISTA DI

mercoledì 19 giugno 2019
L'onorevole leghista e presidente della commissione Bilancio della Camera, Claudio Borghi, spiega in una intervista a "Panorama" la 'guerra dei Minibot'. "Il mio primo video sui Minibot e' del 2012.
Continua
 
LA VERITA' INTERVISTA IL VICE PREMIER DI MAIO: ''LO SCANDALO CSM E' LA P2 DEL PD''

LA VERITA' INTERVISTA IL VICE PREMIER DI MAIO: ''LO SCANDALO CSM E' LA P2 DEL PD''

martedì 18 giugno 2019
Il ministro del Lavoro, nonche' vicepremier e capo politico del M5S, Luigi Di Maio, in una intervista a "La Verita'" parla di 'toghe sporche'. "Sconcertante. Sto leggendo come tutti le
Continua
ALLARME ROSSO: DEUTSCHE BANK HA UN ''PROBLEMA SERIO'' DA 50 MILIARDI DI EURO DI DERIVATI E TENTA DI CREARE UNA BAD BANK

ALLARME ROSSO: DEUTSCHE BANK HA UN ''PROBLEMA SERIO'' DA 50 MILIARDI DI EURO DI DERIVATI E TENTA DI

lunedì 17 giugno 2019
Se una notizia del genere avesse riguardato una banca italiana, dalla Bce sarebbe arrivato un allarme rosso con commissariamento dell'istituto di credito, ma trattandosi di una banca tedesca, la Bce
Continua
 
INCHIESTA / MALAFEDE DELLA COMMISSIONE UE: ATTACCA L'ITALIA E TACE SU GERMANIA FRANCIA SPAGNA  PORTOGALLO (ECCO I DATI)

INCHIESTA / MALAFEDE DELLA COMMISSIONE UE: ATTACCA L'ITALIA E TACE SU GERMANIA FRANCIA SPAGNA

lunedì 17 giugno 2019
L’ormai rantolante commissione ue capitanata da mister “gin” Claude Junker (a proposito, c’è ancora qualche sinistrino che crede davvero che il lussemburghese non abbia
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
INCHIESTA ESPLOSIVA SU DEUTSCHE BANK: 170 TRA POLIZIOTTI E MAGISTRATI FANNO IRRUZIONE NELLA SEDE CENTRALE DI FRANCOFORTE

INCHIESTA ESPLOSIVA SU DEUTSCHE BANK: 170 TRA POLIZIOTTI E MAGISTRATI FANNO IRRUZIONE NELLA SEDE
Continua

 
L'ECONOMISTA FRANCESE JEAN PAUL FITOUSSI: ''EMMANUEL MACRON E' UN IMBECILLE. HO SBAGLIATO AD APPOGGIARLO ALLE ELEZIONI''

L'ECONOMISTA FRANCESE JEAN PAUL FITOUSSI: ''EMMANUEL MACRON E' UN IMBECILLE. HO SBAGLIATO AD
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!