Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

ALLEN SINAI - ECONOMISTA DI FAMA MONDIALE - DA' RAGIONE AL GOVERNO ITALIANO: ''AUSTERITY STRADA SBAGLIATA LA UE HA TORTO''

martedì 4 dicembre 2018

"Insistere con le politiche di austerity e' la strada sbagliata. A maggior ragione quando un Paese sta rallentando la sua crescita deve spendere molto, mettere soldi nelle tasche dei cittadini e tagliare le tasse". Lo ha detto in una intervista a "Il Messaggero" Allen Sinai, 77 anni, il guru di Wall Street per antonomasia, già consulente della Fed e della Casa Bianca (con cinque presidenti di entrambi i partiti), oggi a capo della Decision Economics di New York.

L'economista ha appena partecipato presso l'Aspen Institute al forum Stati Uniti-Italia sull'evoluzione dei rapporti economici tra i due paesi. Gentile e loquace, Sinai ha voglia di dire che in questa battaglia tra Roma e Bruxelles sui conti pubblici e la manovra, lui si schiera dalla parte del governoitaliano: "Finira' con un compromesso. L'Italia accettera' di ridurre il rapporto deficit/Pil e Bruxelles mettera' da parte la procedura di infrazione. L'Italia e' tra i paesi fondatori dell'Unione europea e nelle famiglie non si caccia a cuor leggero uno dei propri membri. Sarebbe controproducente per tutti".

Ma secondo l'economista in questo duro confronto c'e' qualcuno che ha piu' ragione dell'altro: "L'Italia: per stimolare la crescita e' giusto spendere di piu'".

"La crescita economica italiana - spiega - e' troppo lenta, deve correre piu' velocemente e per farlo serve un forte stimolo fiscale: "Occorrono entrambe le cose: abbassare le tasse e mettere piu' soldi nelle tasche dei cittadini per rilanciare i consumi. Comunque se ho capito bene questa manovra riduce anche le tasse alle imprese con la flat tax".

Solo per le partite Iva fino a 65.000 euro di reddito: "E' un buon inizio".

Una delle principali misure di questa manovra e' il reddito di cittadinanza: "Sono d'accordo: e' una misura che stimola l'economia e aiuta a ridurre le disuguaglianze. E' una cosa positiva per le famiglie che hanno un reddito basso. Per crescere bisogna fare in modo che le persone spendano di piu'".

E' pericoloso - gli viene chiesto - per un paese come l'Italia, che ha un debito pubblico altissimo, aumentare troppo il deficit: "L'austerity significa taglio della spesa pubblica, aumento delle tasse, riduzione del deficit. E' la ricetta tedesca, ma e' una ricetta miope, sbagliata: cosi' e' impossibile crescere. Negli Stati Uniti abbiamo fatto il contrario e cresciamo ad un ritmo del 3 per cento. L'Europa invece e' entrata in recessione, e l'Italia in particolare ne ha gia' avute due negli ultimi sette anni". 

Serve esattamente il contrario dell'austerity? "Sì, servono politiche espansive: inizialmente si puo' aumentare il deficit per crescere piu' velocemente, si fanno le riforma strutturali a partire da quella fiscale e poi si mettono a posto i conti pubblici. Solo crescendo a un ritmo sostenuto si puo' abbattere il debito. Il punto non e' se il rapporto deficit/Pil e' al 2,2 per cento o al 2,4 per cento. Per stimolare la crescita si puo' arrivare anche al 3 per cento".

Insomma, l'economista e' d'accordo con Salvini e Di Maio, i due vicepremier italiani che dicono di non essere interessati allo spread e alla reazione dei mercati, ma ai cittadini: "Sono d'accordo al 100 per cento. Qual e' il fine della politica? Migliorare la qualita' della vita delle persone che vivono nel proprio paese, dare loro opportunita' di lavoro", ha detto Sinai.

Redazione Milano


ALLEN SINAI - ECONOMISTA DI FAMA MONDIALE - DA' RAGIONE AL GOVERNO ITALIANO: ''AUSTERITY STRADA SBAGLIATA LA UE HA TORTO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ALLEN   SINAI   ECONOMISTA   ITALIA   SALVINI   DI MAIO   GOVERNO   SPESA   AUSTERITY   UE   GERMANIA   FLAT   TAX   REDDITO   CITTADINANZA   SPREAD   MESSAGGERO   INTERVISTA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE RISERVATE'': E' UNA NUOVA P2

LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE

giovedì 13 giugno 2019
Luca Lotti voleva silurare il pm che indagava sulla famiglia Renzi. E' l'elemento che emerge dall'inchiesta di Perugia, contenuto in un servizio pubblicato dalla 'Verità', da cui risulta che
Continua
 

GIULIO CENTEMERO REPLICA PUNTO PER PUNTO A REPORT: ''RICOSTRUZIONE TANTO LONTANA DALLA REALTA' E'

martedì 11 giugno 2019
"Nella serata di ieri, in una breve pausa dai lavori sul ddl Crescita, ho avuto la riprova che alcune cose in Italia non cambieranno mai. I primi a non riuscire a cambiare, a crescere direi, sono i
Continua
INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO

INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO

lunedì 10 giugno 2019
Negli scorsi giorni, la Camera dei deputati all’unanimità ha approvato i cosiddetti minibot. Una volta tanto i sinistrati del piddì ne hanno fatto una giusta, salvo poi rendersi
Continua
 
FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE ''LIBERALIZZATO'' I SERVIZI

FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE

lunedì 10 giugno 2019
LONDRA - I burocrati della commissione europea che nessuno ha eletto amano spesso intraprendere azioni legali contro governi democraticamente eletti e questo spiega il crescente euroscetticismo da
Continua
SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E INVESTIMENTI PER IL LAVORO

SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E

mercoledì 5 giugno 2019
"Noi siamo persone serie, l'Italia è un paese serio, che rispetta la parola data. Quindi andremo in Europa e ci metteremo seduti al tavolo con responsabilità, non per distruggere, ma
Continua
 
LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI SEGRETI POLITICI & GIUDICI

LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI

mercoledì 5 giugno 2019
Incontri "segreti" in hotel, durante le cene o a casa: 7 giorni, dal 9 al 16 maggio, di "trattative per le nomine degli uffici giudiziari", in particolare quelli di Roma, Perugia e Brescia. E' quello
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DEUTSCHE BANK SOSPETTATA DI AVERE RICICLATO 150 MILIARDI DI DOLLARI DI SOLDI SPORCHI, CROLLA IN BORSA (-50% DA GENNAIO)

DEUTSCHE BANK SOSPETTATA DI AVERE RICICLATO 150 MILIARDI DI DOLLARI DI SOLDI SPORCHI, CROLLA IN
Continua

 
CROLLATO L'INDICE DI FIDUCIA DEGLI IMPRENDITORI DELL'EUROZONA E' COME SE SI FOSSE TORNATI AL 2014, EPICENTRO DELLA CRISI

CROLLATO L'INDICE DI FIDUCIA DEGLI IMPRENDITORI DELL'EUROZONA E' COME SE SI FOSSE TORNATI AL 2014,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!