Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

IL CONSIGLIO DEI MINISTRI APPROVA IL ''CODICE ROSSO'': IMMEDIATO INTERVENTO DELLO STATO A DIFESA DELLE DONNE IN PERICOLO

mercoledì 28 novembre 2018

ROMA - PALAZZO CHIGI - "Il Disegno di Legge sul codice rosso prevede tempi rapidi perche' non c'e' un minuto da perdere di fronte alla denuncia di una donna". Lo dice il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, in conferenza stampa oggi a palazzo Chigi dopo il Consiglio dei ministri, osservando che "la semplicita' di questa legge e' la sua forza. Con questo disegno di legge- prosegue il Guardasigilli- stiamo anche facendo un appello alle donne che subiscono violenza: denunciate perche' al vostro fianco c'e' un criminale, non un uomo, e lo Stato vi sara' vicino in questo percorso di coraggio".

Bonafede sottolinea che "il principio ispiratore della norma e' che quando un donna si rivolge allo Stato e alle forze di polizia per denunciare una violenza in quel momento quella donna deve avere una corsia preferenziale, perche' anche un giorno di ritardo puo' essere determinante per salvare la vita a quella donna". Una denuncia, osserva, che "spesso e' un atto di coraggio". Non solo la comunicazione immediata al pm delle denunce delle donne vittime di violenza da parte della polizia giudiziaria e l'obbligo per il magistrato di ascoltarle nel giro di tre giorni. Il Codice Rosso, approvato oggi dal Consiglio dei ministri contiene anche altre misure come l'obbligo per le forze di polizia di seguire corsi di formazione ad hoc.

Ecco gli interventi principali.

DENUNCE TRASMESSE SUBITO AL PM: Sparisce, con una modifica dell'articolo 347 del codice di procedura penale, ogni discrezionalita' da parte della polizia giudiziaria che, una volta ricevuta una denuncia da parte di una donna su maltrattamenti, violenza sessuale, atti persecutori e lesioni aggravate subiti e commessi in contesti familiari o di semplice convivenza, dovra' inviarla subito al magistrato senza valutare se sussistono ragioni di urgenza. La ragione di questa velocizzazione e' impedire che la situazione deteriori ulteriormente e adottare il prima possibile eventuali provvedimenti "protettivi o di non avvicinamento".

PM DEVE SENTIRE VITTIMA ENTRO TRE GIORNI: L'obbligo per il magistrato scatta dall'avvio del procedimento per tutti i casi di violenza domestica e di genere. Una deroga e' possibile solo se ricorrono "imprescindibili esigenze di tutela della riservatezza delle indagini, anche nell'interesse della vittima". Con la modifica dell'articolo 362 del codice di procedura penale si vuole dare al pubblico ministero la possibilita' di valutare subito l'eventuale sussistenza delle esigenze cautelari a carico dell'aggressore

POLIZIA GIUDIZIARIA DEVE DARE PRIORITA' A INDAGINI: Con un'integrazione dell'art. 370 c.p.p., si obbliga la polizia giudiziaria a dare priorita' allo svolgimento delle indagini delegate dal pubblico ministero (senza alcuna possibilita' di valutare l'esistenza dell'urgenza) quando si tratti di reati di maltrattamenti, violenza sessuale, atti persecutori e lesioni aggravate, commessi in ambito familiare o di semplice convivenza. E l'esito dell'indagine va trasmesso in modo tempestivo al pubblico ministero. 

CORSI DI FORMAZIONE PER FORZE POLIZIA: Il disegno di legge introduce l'obbligo di formazione (a partire dall'anno successivo all'entrata in vigore della legge) per la polizia di Stato, Arma dei carabinieri e polizia Penitenziaria, attraverso la frequenza di corsi presso specifici istituti, cosi' da fornire al personale coinvolto in procedimenti in materia di violenza domestica e di genere, le competenze specialistiche necessarie a fronteggiare questa tipologia di reati, sia in termini di prevenzione che di repressione degli stessi, nonche' per una piu' adeguata interlocuzione con le vittime. 


IL CONSIGLIO DEI MINISTRI APPROVA IL ''CODICE ROSSO'': IMMEDIATO INTERVENTO DELLO STATO A DIFESA DELLE DONNE IN PERICOLO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

CODICE   ROSSO   STATO   POLIZIA   GIUSTIZIA   MAGISTRATURA   DONNE   PERICOLO   DENUNCE   AGGRESSIONI   MINACCE   VIOLENZE   MINISTRO   BONAFEDE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
 
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua
 
LEGA AL GOVERNO HA CANCELLATO L'INVASIONE DI ORDE AFRICANE IN ITALIA DALLA LIBIA: ARRIVI CALATI DEL 96% DA GENNAIO 2018

LEGA AL GOVERNO HA CANCELLATO L'INVASIONE DI ORDE AFRICANE IN ITALIA DALLA LIBIA: ARRIVI CALATI DEL

mercoledì 13 febbraio 2019
La pacchia sembra davvero finita, per chi lucra "sull'accoglienza" degli africani in Italia e per chi organizzava le orde dalla Libia, complici le navi Ong, alleate delle mafie degli
Continua
SAN VALENTINO (NON E') LA FESTA DEGLI INNAMORATI: LA SOLITUDINE SGOMENTA CHI E' DA SOLO, 3 ITALIANI SU 10 NE HANNO PAURA

SAN VALENTINO (NON E') LA FESTA DEGLI INNAMORATI: LA SOLITUDINE SGOMENTA CHI E' DA SOLO, 3 ITALIANI

mercoledì 13 febbraio 2019
La solitudine sgomenta, e la sua ombra si fa sentire ancor di più quando si avvicina la festa - per altro commerciale - degli innamorati. Tre italiani su dieci, infatti, hanno paura di
Continua
 
SPETTRO DELLE ELEZIONI ANTICIPATE IN GERMANIA: ''GROSSA COALIZIONE'' STA PER CROLLARE, ALLE URNE PROBABILMENTE IN GIUGNO

SPETTRO DELLE ELEZIONI ANTICIPATE IN GERMANIA: ''GROSSA COALIZIONE'' STA PER CROLLARE, ALLE URNE

martedì 12 febbraio 2019
BERLINO - La famosa "Europa" farebbe  bene a guardare cosa sta accadendo e soprattutto cosa accadrà a breve in Germania. C'e' chi parla di "preparativi per un divorzio". Altri la dicono
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IMPRENDITORE SVENTA IL 39° FURTO NELLA SUA DITTA SPARANDO AI LADRI. UNO, COLPITO A UNA GAMBA, MUORE DISSANGUATO

IMPRENDITORE SVENTA IL 39° FURTO NELLA SUA DITTA SPARANDO AI LADRI. UNO, COLPITO A UNA GAMBA,
Continua

 
ELEZIONI IN SPAGNA: L'ANDALUSIA, DA 36 ANNI ROSSA, VIRA RADICALMENTE A DESTRA. I SOCIALISTI NON GOVERNERANNO VOX TRIONFA

ELEZIONI IN SPAGNA: L'ANDALUSIA, DA 36 ANNI ROSSA, VIRA RADICALMENTE A DESTRA. I SOCIALISTI NON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!