Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

OGGI L'ASSIA AL VOTO: SE STASERA CDU E SPD SCONFITTI DALLA DESTRA, IL GOVERNO MERKEL CADE E NUOVE ELEZIONI IN GERMANIA

domenica 28 ottobre 2018

Si tengono oggi in Assia le elezioni per il rinnovo del parlamento del Land, che la stampa tedesca definisce "decisive" per la tenuta dalla Grande coalizione al governo della Germania dal marzo scorso. I seggi sono aperti dalle 8:00 alle 18:00 per 4,38 milioni di aventi diritto al voto. Secondo gli ultimi sondaggi, l'Unione cristiano-democratica (Cdu), al governo dell'Assia in coalizione con i Verdi dal 2014, e' al 26 per cento, in netto calo dal 38,3 per cento ottenuto al voto per il parlamento di Wiesbaden del 2013.

Segue il Partito socialdemocratico, che conferma la sua tendenza al declino su scala federale perdendo in Assia 10,7 punti dal 30,7 per cento del 2013 al 20 per cento.

A pari merito con i socialdemocratici si classificano secondi i Verdi, che vedono i propri consensi crescere anche nel Land di Francoforte come altrove in Germania. Gli ecologisti guadagnano, infatti, l'8,9 per cento dal 2013.

Netta crescita anche per Alternativa per la Germania (AfD): il partito di destra, che raccoglie consensi anche tra gli ambienti radicali, sale dal 4,1 per cento del 2013 al 12 per cento. Chiudono la classifica il Partito liberaldemocratico (Fdp) e la Sinistra, a pari merito all'8 per cento. Rispetto al 2013, l'Fdp e la Sinistra guadagnano rispettivamente 3 e 2,8 punti percentuali. Le altre formazioni che partecipano alle elezioni in Assia raccolgono complessivamente il 4 per cento dei consensi. Appare dunque difficile che la coalizione tra Cdu e i Verdi possa continuare al governo dell'Assia. 

Secondo diversi osservatori, il nuovo governo del Land potrebbe essere formato da un'alleanza tra Cdu, Verdi e Fdp, In alternativa, sarebbero possibili coalizioni tra Cdu ed Spd, tra socialdemocratici, ecologisti e liberaldemocatrici o tra Spd, la Sinistra e i Verdi. Per il quotidiano tedesco "Frankfurter Allgemeine Zeitung", soltanto una coalizione tra Cdu, Verdi e Fdp avrebbe la maggioranza assoluta al parlamento assiano. Tuttavia, una simile alleanza potrebbe essere ostacolata dai contrasti tra ecologisti e liberaldemocratici, soprattutto in politica energetica. A ogni modo, l'esito delle elezioni in Assia potrebbe essere decisivo per la tenuta della Grande coalizione tra Cdu, Csu e Spd retta dal cancelliere Angela Merkel. E' stato lo stesso segretario generale della Cdu, Annegret Kramp-Karrenbauer, a non escludere che dalle elezioni odierne possano derivare serie conseguenze per il governo federale.

Nei giorni scorsi, da Francoforte, Kramp-Karrenbauer ha dichiarato che se la Grande coalizione dovesse rompersi a causa del risultato del voto in Assia, la Germania dovrebbe andare a elezioni anticipate. In particolare, la segretario generale della Cdu ha affermato: "Se questo governo si rompesse, si dovranno indire presto elezioni anticipate". La situazione nella Grande coalizione e' "tesa", ha aggiunto Kramp-Karrenbauer facendo riferimento alla tensioni che agitano da tempo la maggioranza, aggravate dal netto calo dei partiti di governo nei sondaggi. Il segretario generale della Cdu ha quindi evidenziato: "Per questo motivo, credo, nessuno puo' dire quanto la Grande coalizione rimarra' stabile, soprattutto a causa delle dinamiche dei singoli partiti".

Secondo il settimanale tedesco "Der Spiegel", le elezioni anticipate in Germania potrebbero verificarsi qualora, dopo un'uscita della Spd dal governo a seguito delle elezioni in Assia, il cancelliere Merkel non intendesse guidare a lungo un governo di minoranza o non superasse una questione di fiducia al parlamento federale. Alla luce dei possibili sviluppi futuri, scrive la "Frankfurter Allgemeine Zeitung", con la proposta di elezioni anticipate Kramp-Karrenbauer si e' presentata come successore di Merkel alla guida della Cdu e del governo della Germania, tenute dal cancelliere rispettivamente dal 2000 e dal 2005. Tra i cristiano-democratici sono in molti a chiedere il cambiamento nella Cdu con le dimissioni di Merkel almeno dalla cancelleria. 

Diversi esponenti dell'Unione cristiano-democratica attribuiscono infatti a Merkel, percepita ormai come una leader stanca dopo 13 anni di governo, il calo del partito nei sondaggi. A cio' si aggiunge la perdita di popolarita' di tutte le parti della Grande coalizione, ritenuta dall'opinione pubblica e dagli stessi partiti che la compongono ormai fragile e litigiosa. E' proprio per recuperare consensi che la Spd, precipitata ai minimi storici su scala federale, potrebbe uscire dalla Grande coalizione dopo il voto in Assia. Le elezioni di oggi hanno quindi assunto un'importanza cruciale per la tenuta del governo tedesco e per la permanenza di Merkel alla cancelleria. 

La formazione del nuovo esecutivo in Assia potrebbe, dunque, provocare la caduta del governo federale. E' quanto sostiene il quotidiano tedesco "Die Welt" riferendo le dichiarazioni rese a condizione di anonimato da alcuni esponenti della Cdu. "Non darei nulla per scontato qualora le elezioni in Assia andassero male", ha dichiarato a "Die Welt" un membro dell'Unione cristiano-democratica, facendo indirettamente riferimento alle possibili dimissioni di Merkel dopo un esito negativo per il partito al voto per il rinnovo del parlamento assiano. Per un altro esponente dell'Unione cristiano-democratica, Volker Bouffier (Cdu), presidente dell'Assia dal 2010, "deve rimanere, altrimenti tutto puo' cambiare". 

Qualora la Cdu dovesse perdere al voto per il rinnovo del parlamento assiano, "sono convinto che Bouffier darebbe la colpa a Merkel e invocherebbe il cambiamento", ha dichiarato un esponente della Cdu a "Die Welt". A ribadire la propria convinzione, questi ha ricordato che, il 14 ottobre scorso, mentre giungevano "i risultati deludenti dell'Unione cristiano-sociale (Csu, il partito fratello della Cdu) tenute quel giorno in Baviera, Bouffier aveva dato la colpa al governo" di Merkel dell'esito del voto per i conservatori bavaresi. Intanto, scrive "Der Spiegel", a Berlino si attende un "serio scontro" tra Merkel e il capogruppo della Cdu al parlamento federale, Ralph Brinkhaus, la cui elezione alla guida dei deputati cristiano-democratici il 25 settembre scorso e' stata interpretata come un ulteriore segno della debolezza del cancelliere tedesco.

Per la prima volta in 13 anni di governo, Merkel non puo' contare su un suo fedele come capogruppo della Cdu al Bundestag. Brinkhaus e' infatti noto per la sua contrarieta' alla leader della Cdu su numerose questioni, non ultima la coalizione con la Spd. Con la Cdu che perde consensi su scala federale, la mancata vittoria della Csu in Baviera, la Spd ai minimi storici e Merkel contestata nel suo stesso partito, la tenuta della Grande coalizione appare sempre piu' fragile.

Redazione Milano


OGGI L'ASSIA AL VOTO: SE STASERA CDU E SPD SCONFITTI DALLA DESTRA, IL GOVERNO MERKEL CADE E NUOVE ELEZIONI IN GERMANIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ASSIA   ELEZIONI   POLITICHE   GOVERNO   MERKEL   CDU   CSU   AFD   DESTRA CRESCITA   GERMANIA   UE   SINISTRA   VERDI   SPD    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO MALE COCA COLA FA BENE

EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO

giovedì 5 dicembre 2019
La Coca-Cola avrebbe effetti devastanti sul nostro organismo, a dirlo è l’ex farmacista inglese Niraj Naik sul suo blog. “Dopo aver visto così tante persone che soffrono di
Continua
 
ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL SUPERSTATO UE ''NON SERVE''

ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL

lunedì 2 dicembre 2019
LONDRA - "La decisione della Gran Bretagna di rimanere fuori dall'euro e' la miglior decisione che il governo britannico potesse prendere". Effettivamente sono un folle potrebbe pensarla
Continua
FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE PRINCIPALI CITTA' CON TRATTORI

FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE

mercoledì 27 novembre 2019
PARIGI - Macron travolto dai trattori, oggi a Parigi. In senso metaforico, per ora.  Trattori sulla Periferique e sugli Champs Elysees. Oltre 1000 macchine agricole, secondo i dati del ministero
Continua
 
CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE MIGRANTI NELLA UE''

CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI

lunedì 25 novembre 2019
LONDRA - E' abbastanza risaputo che l'Unione Europea spreca i soldi che estorce ai contribuenti e non deve sorprendere se si scopre che molte delle sue agenzie sono gestite in modo poco
Continua
IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I CONTI CATASTROFICI

IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I

giovedì 21 novembre 2019
Due pesi e due misure con l'Italia, a seconda di chi c'è al governo. A scriverlo non è la stampa "sovranista" ma un quotidiano autorevole e ferreo conservatore tedesco.  "Nei
Continua
 
CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA FINANZIARIA...

CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA

mercoledì 20 novembre 2019
Chi propone la reintroduzione dello scudo penale per l'Ilva, chi chiede l'abolizione di Quota 100, chi sollecita interventi per il recupero di Venezia e chi misure per il sostegno dei neonati e della
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IN BRASILE LA SINISTRA PRENDERA' UNA LEGNATA STORICA: BOLSONARO LEADER DELLA NUOVA DESTRA SARA' ELETTO PRESIDENTE

IN BRASILE LA SINISTRA PRENDERA' UNA LEGNATA STORICA: BOLSONARO LEADER DELLA NUOVA DESTRA SARA'
Continua

 
INTERVISTA DEL BRITANNICO GUARDIAN AL PRIMO MINISTRO CECO BABIS: ''700.000 IMMIGRATI CLANDESTINI IN EUROPA DA ESPELLERE'

INTERVISTA DEL BRITANNICO GUARDIAN AL PRIMO MINISTRO CECO BABIS: ''700.000 IMMIGRATI CLANDESTINI IN
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO MACRON E LA SUA LEGGE SULLE PENSIONI

5 dicembre - Sono 250 mila i manifestanti scesi in piazza contro la riforma delle
Continua

SPREAD DECOLLA, GLI SPECULATORI SI SONO STUFATI DEL GOVERNO CONTE

5 dicembre - Chiusura in netto allargamento per lo spread tra BTp e Bund sul mercato
Continua

BORGHI INCHIODA IL MINISTRO BELLACIAO GUALTIERI

5 dicembre - Il parlamentare leghista Claudio Borghi insiste e, su twitter, si
Continua

GIORGIA MELONI: LA PRESCRIZIONE TEMA PIU' INSIDIOSO DEL MES, PER

5 dicembre - ''Il tema della prescrizione mi sembra piu' insidioso per il governo
Continua

TUTTA LA FRANCIA IN SCIOPERO CONTRO MACRON: LE PENSIONI NON SI

5 dicembre - PARIGI - La Francia si ferma per protesta contro la ventilata riforma
Continua

UNIONE BANCARIA? MANCO PER IDEA. CENTENO SMENTISCE: ''NON L'ABBIAMO

5 dicembre - BRUXELLES - Come volevasi dimostrare, l'unione bancaria che
Continua

SONDAGGIO:55% NON HA FIDUCIA NEL GOVERNO 53% PER ELEZIONI SALVINI

5 dicembre - Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato oggi ad ''Agora''' su Rai3, il
Continua

DUE AFRICANI DEI BARCONI ARRESTATI PER RAPINA IN STRADA A UN

4 dicembre - Con l'accusa di rapina in concorso i carabinieri hanno arrestato a
Continua

4 dicembre - Il gruppo di Forza Italia alla Camera perde un deputato: Antonino
Continua

RENZIANI: SULLA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA DI M5S VOTEREMO CON LE

4 dicembre - ''L'idea perversa di processi eterni con noi non passerà : se il tema
Continua

SONDAGGIO: LA LEGA CRESCE E ARRIVA AL 33,8% SALE FDI AL 10% FORZA

3 dicembre - La Lega di Matteo Salvini torna a crescere dopo una battuta di arresto
Continua

ECONFIN SMENTISCE CONTE: ''ACCORDO SUL MES FATTO A GIUGNO''.

2 dicembre - PARIGI - Se il governo Conte sperava - come scrive oggi Repubblica - in
Continua

M5S: SUL MES IL PARLAMENTO DEVE AVERE L'ULTIMA PAROLA E SARA' TRA

2 dicembre - La riforma del Mes va ''discussa nel merito'' e ''solo al termine del
Continua

LEGA: 19 GIUGNO IL PARLAMENTO HA POSTO IL VETO AL MES. CONTE HA

2 dicembre - ''Dimostri di avere a cuore la Costituzione. Vada dal Presidente
Continua

IL PD IN REGIONE TOSCANA NEGA L'AUDITORIUM PER PRESENTAZIONE LIBRO

28 novembre - FIRENZE - ''Negato, in modo per noi inspiegabile, l'utilizzo
Continua

LEADER DELLA PROTESTA DI HONG KONG CONTRO LA DITTATURA CINESE:

28 novembre - ''Sono rimasto piuttosto deluso nel leggere le dichiarazioni
Continua

SALVINI: SUL MES SI DEVE ESPRIMERE IL PARLAMENTO SETTIMANA PROSSIMA!

28 novembre - ''Si torna in Parlamento la settimana prossima, altro che dopo la
Continua

M5S HA IL CANDIDATO ALLE REGIONALI DELLA CALABRIA: E' IL PROF.

28 novembre - CATANZARO - ''Dopo un'attenta riflessione e con la consapevolezza di
Continua

CONTE NON HA RISPETTATO LA COSTITUZIONE SUL MES. DEVE DIMETTERSI

28 novembre - ''Noi abbiamo dato ogni tipo di mandato affinche' cio' non avvenisse''.
Continua

FOTOGRAFO TOSCANI CONDANNATO A MILANO PER DIFFAMAZIONE DI MATTEO

27 novembre - La Corte d'Appello di Milano ha confermato la condanna a 8 mila euro di
Continua
Precedenti »