Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

MANOVRA DEL CAMBIAMENTO, SALVINI: ''L'ITALIA MERITA LAVORO CORAGGIO FIDUCIA E SPERANZA!'' DI MAIO: ''GIORNO STORICO!''

venerdì 28 settembre 2018

ROMA - Prevale l'asse Di Maio-Salvini nel durissimo braccio di ferro con il ministro dell'Economia, Giovanni Tria. Dopo una faticosa trattativa e giorni di tensioni, e' stato raggiunto in extremis l'accordo all'interno del governo sul deficit in vista della manovra. L'asticella, fanno sapere i due vicepremier in una nota congiunta, sara' fissata al 2,4%. E l'indebitamento netto dovrebbe mantenersi allo stesso livello anche nel 2020 e 2021 secondo quanto riferiscono fonti governative.

"Accordo raggiunto con tutto il governo sul 2,4%. Siamo soddisfatti, e' la manovra del cambiamento", sottolineano i leader di M5s e Lega. L'intesa e' "anche con il ministro dell'Economia, Giovanni Tria", assicura Salvini, "ci ho sempre creduto, l'Italia merita lavoro, coraggio, fiducia e speranza".

E dai soci di maggioranza arriva la rassicurazione che Tria non si dimettera'. "Vi garantisco che abbiamo lavorato con serieta' e impegno per realizzare una manovra economica meditata, ragionevole e coraggiosa", commenta su Facebook il premier, Giuseppe Conte sottolineando che questo governo "sta imprimendo una nuova direzione di marcia all'intero Paese".

"Ragazzi oggi e' un giorno storico! Oggi e' cambiata l'Italia!", scrive sul suo profilo Fb Di Maio mentre i parlamentari M5s arrivano in piazza Colonna per festeggiare il traguardo raggiunto. 

Nel comunicato del Consiglio dei ministri che ha approvato la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza 2018, diffuso a tarda notte, sono state annunciate una serie di misure. Ecco le principali:

- Cancellazione degli aumenti dell'Iva previsti per il 2019;

- Introduzione del reddito di cittadinanza, con la contestuale riforma e il potenziamento dei Centri per l'impiego.

- Introduzione della pensione di cittadinanza.

- Introduzione di modalita' di pensionamento anticipato per favorire l'assunzione di lavoratori giovani (superamento della legge Fornero).

- La prima fase dell'introduzione della flat tax tramite l'innalzamento delle soglie minime per il regime semplificato di imposizione su piccole imprese, professionisti e artigiani.

- Taglio dell'imposta sugli utili d'impresa (Ires) per le aziende che reinvestono i profitti e assumono lavoratori aggiuntivi.

- Rilancio degli investimenti pubblici attraverso l'incremento delle risorse finanziarie, il rafforzamento delle capacita' tecniche delle amministrazioni centrali e locali nella fase di progettazione e valutazione dei progetti, nonche' una maggiore efficienza dei processi decisionali a tutti i livelli della pubblica amministrazione, delle modifiche al Codice degli appalti e la standardizzazione dei contratti di partenariato pubblico-privato.

- Un programma di manutenzione straordinaria della rete viaria e di collegamenti italiana a seguito del crollo del ponte Morandi a Genova, per il quale, in considerazione delle caratteristiche di eccezionalita' e urgenza degli interventi programmati, si intende chiedere alla Commissione europea il riconoscimento della flessibilita' di bilancio.

- Politiche di rilancio dei settori chiave dell'economia, in primis il manifatturiero avanzato, le infrastrutture e le costruzioni.

- Stanziamento di risorse per il ristoro dei risparmiatori danneggiati dalle crisi bancarie.

- Approvato in esame preliminare il decreto sulla fatturazione elettronica negli appalti pubblici. Il decreto introduce l'obbligo di ricevere ed elaborare le fatture elettroniche emesse per contratti pubblici di appalto, che sono conformi allo standard europeo degli appalti pubblici.

- Tutela della sicurezza degli operatori sanitari con un ddl disegno che introduce, tra l'altro, un Osservatorio nazionale sulla sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie.

- Riforma del codice penale, approvati 5 decreti legislativi in attuazione della legge delega.


MANOVRA DEL CAMBIAMENTO, SALVINI: ''L'ITALIA MERITA LAVORO CORAGGIO FIDUCIA E SPERANZA!'' DI MAIO: ''GIORNO STORICO!''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GOVERNO   M5S   LEGA   SALVINI   DI MAIO   PROGRAMMA   FORNETO   TASSE   IVA   PEMSIONI  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E SMENTISCONO MOSCOVICI)

IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E

giovedì 13 dicembre 2018
"Continuiamo a sostenere con convinzione la nostra proposta. Piena fiducia nel lavoro di Conte. Siamo persone di buon senso e soprattutto teniamo fede a ciò che avevamo promesso ai cittadini,
Continua
 
MOSCOVICI ''TIENE FAMIGLIA'' E TRA POCHI MESI SARA' DISOCCUPATO: CHI PIU' DEL (DA  LUI) SALVATO MACRON POTRA' AIUTARLO?

MOSCOVICI ''TIENE FAMIGLIA'' E TRA POCHI MESI SARA' DISOCCUPATO: CHI PIU' DEL (DA LUI) SALVATO

mercoledì 12 dicembre 2018
BRUXELLES - Per tentare di soddisfare le rivendicazioni dei gilet gialli e provare a porre fine alla loro protesta,Macron è stato costretto, pena una vera "rivoluzione" di piazza in tutta la
Continua
LA COMMISSIONE UE DA' DEL BUGIARDO A MACRON: ''LE SUE SONO SOLO PAROLE, PER NOI VALE IL DOCUMENTO DI BILANCIO PRESENTATO''

LA COMMISSIONE UE DA' DEL BUGIARDO A MACRON: ''LE SUE SONO SOLO PAROLE, PER NOI VALE IL DOCUMENTO

martedì 11 dicembre 2018
BRUXELLES - Nella sostanza, la Commissione Ue ha dato del "parolaio" e implicitamente del bugiardo al presidente francese Macron.  "La situazione e' questa: in Francia per ora abbiamo un
Continua
 
L'ECONOMISTA FRANCESE JEAN PAUL FITOUSSI: ''EMMANUEL MACRON E' UN IMBECILLE. HO SBAGLIATO AD APPOGGIARLO ALLE ELEZIONI''

L'ECONOMISTA FRANCESE JEAN PAUL FITOUSSI: ''EMMANUEL MACRON E' UN IMBECILLE. HO SBAGLIATO AD

lunedì 10 dicembre 2018
PARIGI - L'economista francese Jean-Paul Fitoussi, non fatica a trovare in una intervista a "Il Fatto Quotidiano" pubblicata oggi un aggettivo per definire il presidente Emmanuel Macron: "Imbecille".
Continua
IL GOVERNO DIRA' BASTA ALLA ''OPERAZIONE SOPHIA'' (FIRMATA DA RENZI) L'INVASIONE E' FINITA E NON DEVE PIU' ACCADERE

IL GOVERNO DIRA' BASTA ALLA ''OPERAZIONE SOPHIA'' (FIRMATA DA RENZI) L'INVASIONE E' FINITA E NON

mercoledì 5 dicembre 2018
ROMA -  Il governo italiano è pronto a dare l'alt all'operazione Sophia. Il piano operativo lanciato dall'Unione europea all'indomani dei naufragi avvenuti nell'aprile 2015 con lo scopo
Continua
 
MACRON CEDE AI GILET GIALLI (6 MESI DI BLOCCO TASSE CARBURANTI) MA NON BASTA PIU': I FRANCESI VOGLIONO CHE SE NE VADA

MACRON CEDE AI GILET GIALLI (6 MESI DI BLOCCO TASSE CARBURANTI) MA NON BASTA PIU': I FRANCESI

martedì 4 dicembre 2018
PARIGI - Macron ha perso, ma i gilet gialli non hanno ancora vinto, dato che ormai chedono a viso aperto le dimissioni del presidente della Repubblica. Sei mesi di sospensione dell'aumento delle
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL
Continua

 
PRIMA L'ITALIA / INCHIESTA SUL ''DEF'': CRESCITA, LAVORO E GIUSTIZIA (SVELIAMO LE SUPER BUFALE DI STAMPA E TG ITALIANI)

PRIMA L'ITALIA / INCHIESTA SUL ''DEF'': CRESCITA, LAVORO E GIUSTIZIA (SVELIAMO LE SUPER BUFALE DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!