Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI POPOLI E ALLE AUTONOMIE''

mercoledì 19 settembre 2018

MILANO - Autonomie locali ed Europa è stato il tema al centro del convegno 'A glocal vision for the future of Europe', summit organizzato dall'Ecr , l'European conservatives & reformist Group, questa mattina, a Palazzo Pirelli a Milano, a cui hanno preso parte anche il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l'assessore regionale all'Autonomia e cultura, Stefano Bruno Galli.

"Circa il fatto che, nell'ambito delle politiche di coesione, si debba fare molto più in riferimento alle autonomie locali, mi sembra che si cominci a respirare un'aria nuova anche a livello europeo", ha sottolineato Fontana. "Sono stato recentemente a un incontro con le quattro Regioni 'Motori d'Europa' (oltre alla Lombardia per l'Italia, il Baden-Württemberg in Germania, la Catalogna in Spagna e la regione Rhône-Alpes in Francia) e uno dei temi ricorrenti è stato quello della grande rilevanza che deve essere data alle autonomie locali, alle Regioni, alle diversità: temi che noi abbiamo sempre sostenuto e che cominciano a trovare spazio anche a livello europeo", ha aggiunto.

"L'Europa bisogna cercare di cambiarla, credo che una delle strade giuste sia dare piu' attenzione ai popoli, alle autonomie e ai localismi" ha detto poi Fontana, a margine del primo summit sul localismo e il futuro dell'Ue organizzato a Palazzo Pirelli dal gruppo dei Conservatori e riformisti (Ecr) nel Comitato delle Regioni. In questo senso, "mi auguro che le elezioni europee del prossimo maggio possano contribuire a costruire un'Europa diversa". La sede del vertice, ovvero il palazzo che ospita il Consiglio regionale lombardo, e' stata scelta da Ecr anche alla luce del percorso per ottenere maggiore autonomia dallo Stato avviato dalle Regioni Lombardia e Veneto dopo la vittoria del si' ai referendum consultivi del 22 ottobre scorso. "Credo che questo sia un momento importante non soltanto per la Lombardia e per il Veneto ma per tutto il Paese. Tenendo conto che anche in Europa finalmente si inizia a parlare di autonomie locali e di sussidiarieta' - ha commentato il governatore - e' giusto che si organizzi questo convegno in un luogo che ha tenuto sempre accesa la fiammella dell'autonomia, anche negli anni bui di governi che hanno cercato di tornare a un centralismo bieco e assurdo".

"La Lombardia e alcune altre Regioni italiane - ha ricordato il governatore - si stanno avviando verso quella maggiore autonomia che da tanti anni stiamo auspicando e per la quale stiamo combattendo: un percorso che dovrebbe essere approvato a livello nazionale entro i primi mesi del 2019, arrivando a riconoscere alla nostra Regione più capacità decisionale, più possibilità di fare scelte di prospettiva per il futuro del nostro territorio".

"Credo che anche a livello europeo si debba andare in questa direzione - ha aggiunto - con maggiore attenzione agli enti locali, ai popoli, alle diverse realtà che compongono l'Europa, la cui ricchezza è rappresentata proprio dalle grandi diversità, attraverso politiche più specifiche, indirizzate ai territori, e con un dialogo più diretto con le Regioni: sarebbe un valore aggiunto e un modo migliore per guardare all'Europa del futuro".

"E' sconfortante dover prender atto di come la deriva funzionalista che ha imboccato il processo di unificazione europea ha sostanzialmente rimosso alla radice la visione più vera dell'Europa, quella di essere caratterizzata da una pluralità di comunità territoriali - ha detto in seguito l'assessore regionale all'Autonomia e cultura Bruno Galli - e credo vadano riscoperte tradizioni di pensiero che vedono nel pluralismo e nella diversità dell'Europa la sua principale ricchezza, rispetto alla globalizzazione che poi ha prevalso".

"L'unica strada attraverso la quale l'Europa può rigenerare se stessa è quella delle Strategie macro-regionali", ha segnalato Galli. "Dal 2006 l'Unione sta ragionando in questo senso - ha concluso - con la Macroregione del Baltico e quelle Danubiana, Adriatica e Alpina come principali laboratori, mettendo a sistema le storie, le culture, le tradizioni e le vocazioni economiche e produttive dei territori. E' l'unico spiraglio nello scenario abbastanza demotivante di un'Europa che assolutamente non ci soddisfa". 

Redazione Milano


GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI POPOLI E ALLE AUTONOMIE''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ATTILIO   FONTANA   PRESIDENTE   REGIONE   LOMBARDIA   AUTONOMIA   BRUNO   GALLI   EUROPA   FUTURO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO COMBINATO DA MIO PADRE

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO
Continua

 
DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!