Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

MATTEO SALVINI: ''NESSUNA PRECLUSIONE PER DI MAIO, IL PROGRAMMA APERTO AD ARRICCHIMENTI CONTRIBUTI E PROPOSTE''

mercoledì 14 marzo 2018

I punti cardinali sono sempre quelli: Flat tax al 15%, addio alla legge Fornero e avvio di un percorso di stabilizzazione del lavoro. Il leader della Lega Matteo Salvini ribadisce il suo programma di governo parlando di fronte alla platea della Stampa Estera e chiede fiducia. "Sento forte la responsabilità di tener fede al mandato dei 12 milioni di italiani che hanno scelto il centrodestra e dei 6 milioni che hanno votato Lega. Quindi stiamo lavorando per dare un governo a questo Paese con un programma di centrodestra  aperto ad arricchimenti, contributi e proposte ma non  stravolgimenti. Sarebbe irrispettoso però coinvolgere chi ha perso le  elezioni e quindi non penso alcun governo che porti al centro Renzi, Boschi, Gentiloni e Minniti. Stiamo lavorando per portare al presidente della Repubblica un programma che duri dieci anni. L'emergenza rimane il lavoro, la riforma fiscale con l'aliquota unica al 15%, l'eliminazione della Fornero e la stabilizzazione del lavoro". 

E Salvini aggiunge: "Lavoriamo per un governo che abbia una solida maggioranza politica stiamo lavorando a un programma da offrire al Parlamento e a tutti gli altri. Non ho la smania di fare il presidente del consiglio a tutti i costi. L'indicazione del premier l'abbiamo messa nel simbolo del partito e faremo tutto ciò che sarà possibile per rispettare il mandato ma se non ci fossero le condizioni non sono disponibile a partecipare a qualsiasi governo solo per fare il ministro a tutti i costi". 

"Io ho il mandato della coalizione a sentire gli altri segretari di Partito per le Presidenze delle Camere: ci parlerò entro oggi. I ragionamenti sugli organismi di garanzia sono slegati da ragionamenti sul governo", ha detto Salvini aggiungendo: "Stiamo lavorando al programma di centrodestra da offrire a tutti. Vedremo: in Italia le cose cambiano in fretta e credo dovrete avere pazienza qualche settimana". 

"Non abbiamo mai avuto paura di confrontarci con gli elettori ma ci auguriamo che gli italiani non debbano tornare a votare domattina perché prima o poi si stancherebbero. Con i Cinque Stelle abbiamo una differenza di fondo: noi vogliamo dare lavoro la loro proposta a quanto capisco si fonda sull'assistenza. Chi ha bisogno va aiutato ma un aiuto indiscriminato sarebbe il contrario. La legge elettorale? Se si fosse votato col proporzionale sarebbe un caos peggiore se non altro ci sono cinque sei partiti così. Se si fosse accettata la nostra proposta di un premio di maggioranza ora ci sarebbe un governo stabile. Se si facesse una legge snella in quindici giorni con tale premio la voterei subito ma conosco i tempi della politica italiana…"

Ampliando l'analisi dei contenuti del programma, Matteo Salvini precisa: "Abbiamo delle stime economiche da qui al 2022 che ci dicono che con le nostre riforme fiscali, e a Bruxelles dovrebbero essere contenti di questo, il rapporto debito/pil dovrebbe passare dal 131 al 119 per cento con un incremento reale del pil da 1,5 a 2,5% con il taglio delle tasse. Il nostro primo obiettivo è la piena occupazione per tornare a far nascere bambini. Tutto ciò lo faremo rispettando possibilmente i parametri di Bruxelles perché se per aiutare la crescita si dovesse sforare dello zero virgola i vincoli europei, per noi non sarebbe un problema".

"Ovviamente una delle partite fondamentali di cui Di Maio non ha parlato, è la politica finanziaria dell'Ue – ha detto il leader della Lega –. Con la Brexit si pensa di spalmare la sua parte tra i paesi membri: è una follia. Oppure si parla di una nuova tassazione europea da parte di un comitato guidato da Mario Monti, ma ciò ci permette di dire che non spetterà mai all'Ue realizzare nuove tasse, Stiamo lavorando al taglio delle spese delle delegazioni europee in giro per il mondo. L'Italia è un contribuente netto della Ue per 6 miliardi all'anno.  E la nostra permanenza in Ue deve andare a discutere anche questo sbilancio. Vedo che qualche commissario dice che non si deve cambiare la politica immigrazione. Un nuovo governo con la Lega cambierà la politica delle migrazioni. L'Italia non può essere un campo profughi. Dobbiamo fare accordi con i paesi con cui non abbiamo intese di riammissione e lavorare come fanno altri paesi non europei per fare investimenti produttivi in Africa per dare loro un futuro invece di farli scappare".

"Inoltre - ha aggiunto Salvini - avremo particolare attenzione su agricoltura e pesca e non arretreremo da quello che abbiamo per dare a qualcun altro. Dal mio punto di vista il primo euroscettico è Junker che ha distrutto l'Ue. Una comunità rispettosa delle identità nazionali. Vorrei che l'Unione europea tornasse a essere questo".

"Escludiamo aumenti di tasse e accise. Per cui le clausole di salvaguardia non esistono per noi e durante il primo consiglio dei ministri cancelleremo le sette più vecchie accise che gravano con una riduzione del prezzo alla pompa di 10 centesimi al litro - ha detto Salvini -. Il nostro obiettivo è un paese moderno e federale: la flat tax verrà avviata con la pace fiscale con i cittadini con stralcio delle cartelle esattoriali per 21 milioni  di italiani e l'emersione di 60 miliardi di euro. Con una tassazione al 15% l'Italia diventerà meta di approdo di tantissime aziende che troveranno nel nostro paese un approdo naturale".

 "Le prime scadenze da ora - ha continuato - sono la scelta per le presidenze di Camera e Senato ma anche contattare gli altri come Bruxelles ma soprattutto Berlino: non vorrei che qualcuno abbia già preparato le politiche per i prossimi sette anni".

"Ripeto ciò che ho detto a Strasburgo. L'Euro è una moneta sbagliata, il debito pubblico italiano è aumentato dal 2002 di oltre 900 mld di euro. Non cambio idea a seconda dei sondaggi e convenienza. Italia con la moneta tedesca in tasca è l'ultimo Paese in Europa per aumento di ricchezza personale: il reddito medio è diminuito. La moneta è una convezione condivisa per stare meglio le persone e se fa stare peggio si può mettere in discussione: non si può fare da soli e in modo confuso ma una revisione con altri partner di governo sarà uno dei nostri obiettivi", ha detto il leader della Lega. 

Alla conferenza stampa hanno partecipato molte decine di giornalisti di tutta Europa, America e Asia. 

Redazione MIlano


MATTEO SALVINI: ''NESSUNA PRECLUSIONE PER DI MAIO, IL PROGRAMMA APERTO AD ARRICCHIMENTI CONTRIBUTI E PROPOSTE''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

LEGA   SALVINI   PROGRAMMA   DI MAIO   CAMERE   PRESIDENTI   M5S   STAMPA   ESTERA   BREXIT   UE   EURO   BRUXELLES   TRATTATI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI, UN MORTO, 272 FERITI

LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI,

domenica 18 novembre 2018
I 'Gilet gialli' bloccano la Francia, chiedono le dimissioni di Emmanuel Macron e danno vita a una protesta che sfocia in tragedia: un morto e 227, di cui sette gravissimi, in scontri con la polizia,
Continua
 
IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI DEMOLITO IN DICEMBRE

IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI

giovedì 15 novembre 2018
ROMA - SENATO - Da oggi, è legge. Con 167 voti favorevoli e 49 contrari il Senato ha approvato il Dl Genova in un clima di grande tensione. Con Forza Italia che ha accusato il ministro delle
Continua
LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E FRAGILISSIME

LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E

giovedì 15 novembre 2018
BERLINO - Si moltiplicano gli allarmi in Germania per la fragilità delle banche tedesche. Oggi, è l'autorevole quotidiano Handelsblatt a criverne in un lungo articolo di prima
Continua
 
SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO DI STATO AMERICANO

SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO

mercoledì 14 novembre 2018
La conferenza internazionale di Palermo sulla Libia è stata un grande successo, (a dispetto dell'ostracismo della stampa italiana che lo ha apertamente trascurato -ndr). Gli Stati Uniti hanno
Continua
QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN PICCHIATA E PIL -0,2%''

QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN

mercoledì 14 novembre 2018
BERLINO - Sta andando molto peggio di quanto invece aveva previsto il goverrno Merkel per quest'anno. Nel terzo trimestre del 2018, il prodotto interno lordo della Germania ha registrato una
Continua
 
SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE IN ITALY'' (ADDIO UE)

SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE

mercoledì 14 novembre 2018
Cresce in Italia la diffidenza e il rancore nei confronti dell'Unione europea, con quasi sei italiani su dieci (58%) che si sentono maltrattati dalle politiche comunitarie rispetto agli altri Paesi.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GIORNALI TEDESCHI: ''NEL SUD ITALIA DISOCCUPAZIONE AL 46,6%. I GIOVANI ITALIANI GUADAGNANO MENO DEI COETANEI POLACCHI''

GIORNALI TEDESCHI: ''NEL SUD ITALIA DISOCCUPAZIONE AL 46,6%. I GIOVANI ITALIANI GUADAGNANO MENO DEI
Continua

 
MINISTRO DEGLI ESTERI UNGHERESE: SU MIGRANTI LE POSIZIONI DEL CENTRODESTRA ITALIANO UGUALI ALLE NOSTRE LAVORIAMO INSIEME

MINISTRO DEGLI ESTERI UNGHERESE: SU MIGRANTI LE POSIZIONI DEL CENTRODESTRA ITALIANO UGUALI ALLE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!