Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

AMBROSE EVANS PRITCHARD: ''CHIUNQUE GOVERNERA' L'ITALIA, LEGA O MOVIMENTO 5 STELLE, DISTRUGGERA' L'EURO DALL'INTERNO''

giovedì 8 marzo 2018

Abrose Evans Pritchard è uno dei più stimati giornalisti economici britannici e un analista di primo  livello del mondo economico e finanziario europeo. E quanto scrive al riguardo delle elezioni politiche italiane avrà conseguenze.

"Chiunque governera' l'Italia distruggera' l'euro dall'interno: ne sono assolutamente convinto" scrive oggi sul quotidiano britannico "The Telegraph" questo autorevole commentatore specializzato in affari europei qual è Ambrose Evans-Pritchard, che in questi giorni e' a Roma per seguire da vicino l'evoluzione della situazione politica italiana dopo le elezioni che domenica scorsa 4 marzo che hanno dato la vittoria ai partiti che elgi stesso definisce "populisti ed euroscettici".

Secondo Evans-Pritchard, "i mercati finanziari internazionali sbagliano a sottostimare le conseguenze del voto italiano scommettendo sul fatto che i cosiddetti poteri forti, l'eterna classe dirigente al potere nella Penisola, rimetteranno in piedi un altro governo tecnocratico a dispetto di quanto accaduto e della rabbia espressa dagli elettori".

Evans Pritchard lo fa notare osservando la calma dei mercati finanziari, soprattutto dei titoli di stato italiani, dopo il risultato elettorale che ha assegnato il 32% al Movimento 5 Stelle e il 18% alla Lega guidata da Matteo Salvini, All'atto pratico, il 50% degli elettori italiani è orientato negativamente rispetto la Ue e altrettanto al riguardo dell'euro.

Al netto dei giustificati sentimenti anti-Ue del quotidiano britannico "The Telegraph" tra i più schierati per la Brexit,  che Evans Pritchard certamente contdivide , "e' un fatto - scrive - che le due piu' probabili soluzioni del dilemma politico italiano vedrebbero comunque la nascita di un governo guidato da una forza anti-sistema: o un esecutivo diretto da Matteo Salvini, il leader della Lega, il piu' euroscettico partito della coalizione di centro-destra, oppure un governo dominato dal Movimento 5 stelle di Luigi Di Maio a cui lo sconfitto Partito democratico farebbe da ruota di scorta".

"Quest'ultima opzione - secondo Ambrose Evans-Pritchard - e' quella vista al momento con maggior favore dai summenzionati poteri forti: ma le autorita' di Bruxelles, gli investitori finanziari internazionali e il tradizionale establishment filo Ue italiano -  onclude l'editorialista del Telegraph - andranno incontro a una feroce delusione se sperano che le mosche cocchiere del Pd riusciranno ad annacquare la forza dirompente del populismo anti-europeo di cui il M5s e' portatore".

"E' evidente - aggiunge in ultimo - che a Bruxelles sottovalutino o facciano finta non siano più d'attualità per il Movimento 5 Stelle le idee espresse da Luidi Di Maio al riguardo di un referendum da indire in Italia per chiedere ai cittadini se vogliono continuare ad usare l'euro".

Tale referendum non è previsto dai trattati e sarebbe consultivo, ma nel caso della vittoria del "no" all'euro il segnale sarebbe fortissimo. D'altra parte, anche il referendum sulla Brexit indetto da Cameron era solo consultivo.  tuttavia, le conseguenze sono state l'uscita dall'Unione europea della Gran Bretagna.

Redazione Milano


AMBROSE EVANS PRITCHARD: ''CHIUNQUE GOVERNERA' L'ITALIA, LEGA O MOVIMENTO 5 STELLE, DISTRUGGERA' L'EURO DALL'INTERNO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

AMBROSE   EVANS   PRITCHARD   EURO   ITALIA   LEGA   M5S   DI MAIO   SALVINI   BRUXELLES   UE   TELEGRAPH    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
COME ANDRA'  FINIRE COL NUOVO GOVERNO? SERVE IL CORAGGIO DI UNIRE LA QUESTIONE SETTENTRIONALE A QUELLA MERIDIONALE

COME ANDRA' FINIRE COL NUOVO GOVERNO? SERVE IL CORAGGIO DI UNIRE LA QUESTIONE SETTENTRIONALE A
Continua

 
BERLUSCONI NON PERDE IL VIZIO DELL'INCIUCIO E ''APRE'' A LARGHE INTESE, CIOE' UN GOVERNO COL PD (MA E' SENZA MAGGIORANZA)

BERLUSCONI NON PERDE IL VIZIO DELL'INCIUCIO E ''APRE'' A LARGHE INTESE, CIOE' UN GOVERNO COL PD (MA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!