Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

INCHIESTA EURO / L'EUROZONA VA PEGGIO DEL RESTO DELLA UE (SENZA EURO) E VA PEGGIO DI USA, COREA DEL SUD, INDIA E RUSSIA

venerdì 9 febbraio 2018

I media di regime in questi giorni stromabazzano i “prodigiosi” risultati della crescita del PIL italiano e delle nazioni della zona euro. Dati, secondo loro, splendidi, tali da far guardare al futuro della moneta unica con grandissimo ottimismo  e soprattutto da considerare le nazioni che lo adottano come un “faro di civiltà, crescita e benessere” in un oceano di disperazione.

Sarà davvero così? Diamo un’occhiatina ai dati di crescita del PIL del 2017 tra alcune nazioni con e senza euro

NAZIONI SENZA EURO                                         NAZIONI CON EURO

Romania +8,8%                                                      Media Area Euro +2,2%

Polonia +3,9%                                                   Italia +1,5%

USA +3%                                                                Germania +2,45%

Ungheria +3,2%                                                      Francia +2,1%

Corea del Sud +3,6%                                              Belgio +1,7%

Anche la Russia, secondo le previsioni - sempre azzeccate - di Goldman Sachs fa meglio dell'eurozona, nel 2018, con una stima di crescita del Pil del 3,3% nonostante le sanzioni ancora in atto.

Come possiamo notare, il quadro è impietoso, sia verso paesi del continente europeo e facenti parte della Ue, ma senza euro, che nazioni extra Ue. Andiamo da un differenziale a favore delle nazioni senza euro di maggior crescita del 50% fino a 4 volte tanto (Romania versus media zona euro).

Quindi, NON è vero che la zona euro stia crescendo in maniera “robusta” come dichiarato dai mezzi d’informazione di regime, e da Draghi, tutt’altro: continua a perdere terreno rispetto alle nazioni che non adottano la moneta unica, e non potrebbe essere diversamente. 

L’euro è intrinsecamente sbagliato in quanto raggruppa economie fortemente diverse tra loro, “ingabbiate” in un rapporto di cambi fissi e quindi incapaci di poter adeguare il valore della moneta al potenziale della propria economia. Il risultato è che l’euro avvantaggia la Germania (l’euro è svalutato rispetto al potenziale del marco “intrinseco”) e penalizza la maggioranza degli altri paesi, in quanto sopravvalutato rispetto alle monete nazionali.

Tuttavia, in un sistema del genere, anche la Germania viene penalizzata nel suo complesso, perché a causa dell’austerità imposta alle altre nazioni europee, si vede mercati potenziali “decurtati” e poiché tutta la sua economia è basata sulle esportazioni e sul taglio dei consumi interni, alla fine, “krande cermania” si sta tagliano il ramo su cui sta seduta. E non è un caso che tutta l’elite tedesca veda come il fumo negli occhi Trump, il quale vuole incentivare i consumi di beni statunitensi anziché quelli importati dall’estero, in primis da Germania e Cina.

L’euro, quindi, come un cancro, sta consumando dall’interno l’intera struttura economica che lo adotta, ed ormai, la maggior parte degli economisti ritiene che sia solo questione di tempo prima che imploda. 

Il punto nodale è questo: vogliamo aspettare e subire gli eventi, o prevenire il disastro, programmano l’uscita per tempo dal rapporto di cambi fissi denominato euro? Ricordiamoci, infatti, che quella che viene spacciata per moneta unica, è solamente un rapporto di cambi fissi tra valute diverse: una versione più rigida del vecchio SME. E che non sia una moneta unica lo dimostra anche il fatto che non esiste un debito pubblico unico europeo. Ed i rapporti di cambio fissi tra valute, sono sempre, ripeto sempre, stati disastrosi in economica. Basti ricordare a quando l’Argentina decise di ancorare il suo pesos ad un rapporto di cambio fisso con il dollaro americano.

La storia dovrebbe essere maestra di vita ed insegnare a non ripetere gli stessi errori del passato. Con l’euro l’errore l’abbiamo compiuto, ma cerchiamo almeno di porvi rimedio. 

La soluzione è a portata di mano, basta votare in modo razionale il prossimo 4 marzo; basta scegliere chi tra i candidati ha deciso di schierare gli economisti che per primi, in una valle di silenzio assordante, denunciarono il disastro dell’euro e le sue conseguenze.

Luca Campolongo

Fonti

www.istat.it

www.it.tradingeconomics.com


 


INCHIESTA EURO / L'EUROZONA VA PEGGIO DEL RESTO DELLA UE (SENZA EURO) E VA PEGGIO DI USA, COREA DEL SUD, INDIA E RUSSIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

EUROZONA   EURO   PIL BCE   CRESCITA   ITALIA   RUSSIA   USA   COREA   SUD   INDIA   UNGHERIA   ROMANIA   BELGIO   DOLLARO   GOLDMAN   SACHS    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA ITALIANA LA CENSURA

LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA

lunedì 25 maggio 2020
  LONDRA - Alcuni giorni fa, in molti sono rimasti sorpresi dal fatto che George Soros si sia mostrato preoccupato per il fatto che l'Italia potrebbe presto uscire dall'Unione Europea e come
Continua
 
CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID. CONSEGNE A SETTEMBRE

CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID.

giovedì 21 maggio 2020
LONDRA - Ci siamo, il vaccino è pronto e la produzione su scala planetaria è al via. La multinazionale Astrazeneca ha concluso i primi accordi per la produzione di almeno 400 milioni di
Continua
GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA: GLOBALIZZAZIONE ADDIO

GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA:

martedì 12 maggio 2020
La battaglia intrapresa dal Giappone contro il coronavirus ha acceso a Tokyo un campanello d'allarme in merito alla dipendenza del sistema paese dalle catene di fornitura della Cina. Gia' da alcuni
Continua
 
COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E ADESSO VUOLE IL MES

COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E

lunedì 11 maggio 2020
Mentre l’Italia prova a ripartire con la Fase2, riprendiamo i nostri interventi e lo facciamo analizzando cosa ha fatto o meglio, cosa non ha fatto il governo pentapiddino per tenere a galla
Continua
IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA DALLE BANCHE PER CREDITO

IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA

martedì 5 maggio 2020
Ricavi quasi dimezzati nel 2020 con il turismo che prevede una contrazione del 66,3%, giudizi in grande prevalenza negativi sui provvedimenti finora adottati dal governo per contrastare la crisi
Continua
 
RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO CHIAVI NEGOZI A SALA!

RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO

mercoledì 29 aprile 2020
MILANO - Regole chiare su come riaprire. Questo chiedono, oltre alla riduzione delle tasse locali, i commercianti milanesi. Tremila di loro, per lo piu' titolari di bar, ristoranti e gelaterie, ma
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ECCO LA STORIA DELLA BANDA DI BANCHIERI GANGSTER - LEGATI AL PD - CHE HA COMANDATO IN MPS FINO A PORTARLA ALLO SFACELO

ECCO LA STORIA DELLA BANDA DI BANCHIERI GANGSTER - LEGATI AL PD - CHE HA COMANDATO IN MPS FINO A
Continua

 
VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL. L'ALTERNATIVA? LASCIARE LA UE

VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ZAIA: ''L'APP IMMUNI HA GRANDI LIMITI, IMPOSSIBILE GESTIRLA''

3 giugno - VENEZIA - ''L'app immuni ha due grandi limiti, uno legato alla privacy e
Continua

NELLO SCORSO MESE DI APRILE, PERSI IN ITALIA 274.000 POSTI DI LAVORO

3 giugno - ROMA - Una perdita di 274 mila posti di lavoro in un solo mese, quello
Continua

LA BANCA D'INGHILTERRA INVITA LE BANCHE INGLESI A PREPARARSI ALLA

3 giugno - LONDRA - Il governatore della Bank of England (BoE), Andrew Bailey ha
Continua

SENATRICE ELENA TESTOR ADERISCE ALLA LEGA ED ENTRA NEL GRUPPO AL

3 giugno - La senatrice Elena Testor ha lasciato Forza Italia e ha aderito
Continua

IN SPAGNA LA CATASTROFE DEL CORONAVIRUS HA CANCELLATO 133.000

3 giugno - La crisi scatenata dal coronavirus ha provocato in Spagna la scomparsa
Continua

LA POLIZIA DELLA DITTATURA COMUNISTA CINESE SPARA SULLA FOLLA A

27 maggio - La polizia agli ordini della dittatura comunista cinese che a Hong Kong
Continua

MINACCE DI MORTE AL GOVERNATORE FONTANA: ADESSO E' SOTTO SCORTA

27 maggio - Da due giorni il presidente della Regione Lombardia, Attilio FONTANA, e'
Continua

L'IMPATTO DEL COVID SULL'ECONOMIA DELL'EUROZONA SARA' IL DOPPIO DEL

27 maggio - FRANCOFORTE - La Bce ha preparato diverse stime sull'impatto della crisi
Continua

SUPER FLOP DEI TEST COVID: ALLA PROVA DEI FATTI, SOLO IL 25% HA

26 maggio - Tutta questa ''corsa'' (e polemiche di ogni genere) a fare test
Continua

FRANCIA SE NE FREGA DELLA UE: MASSICCI AIUTI DI STATO ALLE AZIENDE

26 maggio - PARIGI - Addio libero mercato, addio regole e regoline della Ue che
Continua

LEGA: LA UE DEVE IMPORRE SANZIONI AL REGIME COMUNISTA CINESE!

26 maggio - ''L'Europa non può essere silente davanti a quanto sta succedendo ad
Continua

INSEGNANTI PRECARI ILLUSI E TRADITI DAL GOVERNO CONTE, TUTTO

25 maggio - ''Polpetta avvelenata di Conte a Pd e LeU durante la trattativa sul
Continua

FONTANA:ZERO DECESSI IN LOMBARDIA E' DATO POSITIVO MA NON

25 maggio - MILANO - ''La cosa che mi rasserena e' il numero dei nuovi contagiati
Continua

L'ACQUISTO DI BTP ''ITALIA'' DEDICATI AI RISPARMIATORI PRIVATI HA

19 maggio - Gli ordini del retail per il nuovo BTp Italia hanno superato i 4
Continua

SALVINI: 120 NAZIONI DEL MONDO CHIEDONO SPIEGAZIONI ALLA CINA, E

19 maggio - ''Ci sono 120 paesi al mondo, in tutto il mondo, in tutti i continenti,
Continua

FONTANA: D'ACCORDO CON ZAIA, ABBIAMO DOVUTO FARE DA SOLI CONTRO IL

19 maggio - MILANO - Il governatore lombardo Attilio Fontana, in collegamento su Rai
Continua

IERI VENDUTI 4 MILIARDI DI BTP ''ITALIA'' AI RISPARMIATORI OGGI 1

19 maggio - MILANO - Parte forte anche la seconda giornata di collocamento, sempre
Continua

SALVINI: AVEVO RAGIONE, ALTRO CHE MES, BOOM ACQUISTI DEGLI ITALIANI

18 maggio - Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta la partenza ''a razzo''
Continua

TOTI: LIGURIA NON HA MAI CHIUSO, ADESSO RIAPRIRE I CONFINI

18 maggio - GENOVA - ''La Liguria non ha mai chiuso: i suoi porti hanno sempre
Continua

PERQUISIZIONI IN CORSO DEL ROS DEI CARABINIERI NELLA SEDE ONLUS

15 maggio - FANO - Perquisizioni in corso, da questa mattina, da parte dei
Continua
Precedenti »