Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

SVIZZERA: VIETATO FINANZIAMENTO MOSCHEE E CENTRI ISLAMICI CON FONDI DALL'ESTERO E OBBLIGO USO FRANCESE TEDESCO ITALIANO

mercoledì 27 settembre 2017

LONDRA - Qualche anno fa, tantissimi sinistroidi - specialmente quelli italiani - hanno criticato la Svizzera per il fatto che abbia permesso un referendum sul divieto di costruire minareti sulle moschee, ma la maggioranza degli svizzeri non si e' fatta intimidire e ha votato a favore di questa proposta. E infatti, in Svizzera i minareti non ci sono.

In molti hanno visto tale gesto come un segnale contro l'islamizzazione della Svizzera e la difesa delle sue radici cristiane, ma ovviamente questa battaglia e' lunga visto che tutti i partiti di sinistra difendono gli invasori islamici (e non solo in Svizzera).

Per tale motivo e' importante notare come pochi giorni fa il Consiglio Nazionale elvetico abbia approvato un provvedimento che vieta il finanziamento di moschee e centri islamici svizzeri con fondi provenienti dall'estero e obbliga gli imam a tenere le prediche nella lingua locale, e trattandosi della Svizzera, appunto, solo in francese, tedesco e italiano. È quanto prevede una mozione del consigliere nazionale Lorenzo Quadri (TI/Lega) adottata per 94 voti a 89 e 5 astenuti, nonostante il parere contrario del Consiglio federale. 

Il deputato ticinese ha rilevato come, secondo indagini giornalistiche, il governo turco finanzierebbe 35 moschee e centri islamici nella Confederazione con l'obiettivo, concreto o presunto, "di promuovere la diffusione in Svizzera dell'islam radicale".

Stando al testo delle mozione la vicina Austria, confrontata col medesimo problema, ha decretato un divieto di finanziamenti esteri per luoghi di culto islamici e l'obbligo per gli imam di predicare nella lingua nazionale, ovvero il tedesco.

Il Consiglio degli Stati in Svizzera deve ancora esprimersi, ma esistono buone possibilita' che approvi questa mozione in via definitiva.

Il Corriere del Ticino, oltre a riportare questa notizia ha anche lanciato un sondaggio dal quale risulta che il 90% dei lettori, cioè dei cittadini svizzeri aventi diritto di voto, condivide questa mozione e questo dimostra che la maggioranza dei cittadini svizzeri ne ha abbastanza degli immigrati musulmani che arrivano in suolo elvetico per imporre la loro religione e il loro arretrato stile di vita.

Ovviamente sono moltissimi gli italiani che vorrebbero una simile legge approvata anche in Italia, ma chiaramente il Pd sarebbe fortemente contrario e non a caso questa notizia e' stata censurata perche' si vuole tenere gli italiani nell'ignoranza.

Noi ovviamente non ci stiamo e abbiamo deciso di riportarla perche' vogliamo che una simile legge sia approvata anche da noi.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra 

Nota.

Questo il link dell'articolo che ha dato la notizia in Svizzera.   http://www.cdt.ch/svizzera/cronaca/183371/stop-ai-finanziamenti-esteri-delle-moschee#survey 


SVIZZERA: VIETATO FINANZIAMENTO MOSCHEE E CENTRI ISLAMICI CON FONDI DALL'ESTERO E OBBLIGO USO FRANCESE TEDESCO ITALIANO




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
 
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
 
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua
 
RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO SCHIAVISMO CON L'OK DELLA UE

RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO

sabato 14 ottobre 2017
Dal riso asiatico alle conserve di pomodoro cinesi, dall'ortofrutta sudamericana alle nocciole turche, gli scaffali dei supermercati dell'Unione Europea sono invasi dalle importazioni di prodotti
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL 15 OTTOBRE SI VOTA IN AUSTRIA, SI VA VERSO UNA MAGGIORANZA CENTRO-DESTRA CON DESTRA NAZIONALISTA DI CHRISTIAN STRACHE

IL 15 OTTOBRE SI VOTA IN AUSTRIA, SI VA VERSO UNA MAGGIORANZA CENTRO-DESTRA CON DESTRA NAZIONALISTA
Continua

 
''NUOVO GRUPPO DI VISEGRAD BALCANICO'': ROMANIA, BULGARIA, GRECIA E SERBIA UNITE PER FARE MURO CONTRO IMMIGRAZIONE E ISLAM

''NUOVO GRUPPO DI VISEGRAD BALCANICO'': ROMANIA, BULGARIA, GRECIA E SERBIA UNITE PER FARE MURO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!