Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

NORVEGIA VIRA A DESTRA: DOPO 30 ANNI VINCE DI NUOVO IL CENTRODESTRA NAZIONALISTA EUROSCETTICO E ANTI MIGRANTI

martedì 12 settembre 2017

OSLO - La coalizione di centrodestra, nazionalista e contraria all'invasione di migranti in Europa, guidata dalla premier uscente Erna Solberg ha vinto le elezioni legislative in Norvegia. A scrutinio ultimato, il blocco guidato dalla premier uscente ha ottenuto 89 dei 169 seggi, una maggioranza che la conferma al governo del Paese per la seconda volta di fila. Alla coalizione di centrosinistra, guidata dal labirista Jonas Gahr Store, vanno 80 seggi. Il partito laburista si conferma primo gruppo del Paese per un pugno di voti, con il 27% delle preferenze, davanti ai Conservatori di Solberg (al 25%), ma non riesce nel sorpasso auspicato alla vigilia dal suo leader, così da rimanere all'opposizione.

Gli ambientalisti di estrema sinistra sono rimasti invece sotto la soglia del 4%, facendo tirare un sospiro di sollievo alle grandi aziende petrolifere, a cui chiedono da tempo la fine immediata di ogni nuova prospezione di idrocarburi e la sospensione per 15 anni della produzione di petrolio. Richieste semplicemente assurde, dato che l'attività estrattiva di greggio è la principale risorsa della Norvegia e ne fa anche il primo produttore d'Europa.

Nella notte, Solberg ha rivendicato la vittoria (è la prima volta in oltre 30 anni che un leader conservatore viene riconfermato per un secondo mandato) pur manifestando una certa cautela. "Dobbiamo essere un po' cauti, ma sembra che avremo una maggioranza non socialista", ha detto davanti ai suoi sostenitori in festa.

La sua riconferma alla guida del governo - in alleanza con il Partito del Progresso, nazionalista e anti-immigrati e con l'appoggio dei cristiano-democratici e dei liberali - affida la governabilità del Paese a forze politiche decisamente di destra. Il partito laburista perde sei seggi rispetto alle ultime elezioni, si conferma primo partito del paese. Una magra consolazione per il suo leader Store, che nella notte non ha nascosto la sua insoddisfazione. "Questa è una grande delusione per i laburisti", ha commentato. "Il nostro obiettivo era quello di dare alla Norvegia un nuovo governo, sapevamo che era vicino, ma, come sembra ora, quanto ottenuto non è sufficiente per sostituire il governo del partito conservatore e del Progresso con un governo laburista".

Dopo questo risultato in Norvegia, si conferma l'onda di destra dell'elettorato che in tutta Europa respinge sempre di più le sinistre schierate per l'invasione africana e mediorientale degli stati europei in nome di un preteso buonismo che all'atto pratico diventa business per le organizzazioni dell'accoglienza a pagamento, là dove chi paga sono i cittadini europei tartassati e chi lucra la rete delle organizzazioni di sinistra.

Il voto dei norvegesi è un grande NO a tutto questo. A breve, ci sarà il voto in Austria e in Germania.

Redazione Milano


NORVEGIA VIRA A DESTRA: DOPO 30 ANNI VINCE DI NUOVO IL CENTRODESTRA NAZIONALISTA EUROSCETTICO E ANTI MIGRANTI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

NORVEGIA   ELEZIONI   DESTRA   NAZIONALISTA   AFRICANI   MIGRANTI   INVASIONE   SINISTRA   COMPLICE   ACCOGLIENZA   PAGAMENTO   TASSE   ITALIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
AL PRIMO VOTO SEGRETO ALLA CAMERA, LA MAGGIORANZA PD-M5S-LEU E' BATTUTA CLAMOROSAMENTE: 309 A 235 (PER LE OPPOSIZIONI)

AL PRIMO VOTO SEGRETO ALLA CAMERA, LA MAGGIORANZA PD-M5S-LEU E' BATTUTA CLAMOROSAMENTE: 309 A 235

mercoledì 18 settembre 2019
Al primo voto segreto in Aula, la maggioranza non c'è più. E non si è trattato di una cossetta da nulla, ma di una autorizzazione a procedere all'arresto di un deputato di Forza
Continua
 
CONTE DIMEZZATO AL SENATO: GRUPPO RENZIANI SI FARA'. ALLEANZA DI GOVERNO (ANTE SCISSIONE) NON HA PIU' LA MAGGIORANZA

CONTE DIMEZZATO AL SENATO: GRUPPO RENZIANI SI FARA'. ALLEANZA DI GOVERNO (ANTE SCISSIONE) NON HA

martedì 17 settembre 2019
Nella narrazione della stampa, in testa il Corriere della Sera ormai pari all'Unità dei "bei tempi andati", dovevano essere solo un manipolo di senatori, in uscita dal Pd verso il gruppo
Continua
RENZI FORMA I GRUPPI AUTONOMI ALLA CAMERA E AL SENATO? CONTE-DI MAIO-M5S E QUEL RESTA DEL PD FINISCONO NEL TRITACARNE

RENZI FORMA I GRUPPI AUTONOMI ALLA CAMERA E AL SENATO? CONTE-DI MAIO-M5S E QUEL RESTA DEL PD

lunedì 16 settembre 2019
Oggi hanno "giurato" i sottosegretari del governo Conte, domani Renzi annuncerà la scissione del Pd. Cornuto e mazziato. Sembra la trama di un filmetto anni Settanta con la Fenech e Pozzetto,
Continua
 
NUOVO COMMISSARIO ALLA GIUSTIZIA DELLA COMMISSIONE UE E' SOTTO INDAGINE PER CORRUZIONE E RICICLAGGIO DI DENARO SPORCO

NUOVO COMMISSARIO ALLA GIUSTIZIA DELLA COMMISSIONE UE E' SOTTO INDAGINE PER CORRUZIONE E

lunedì 16 settembre 2019
LONDRA - Se il buongiorno si vede dal mattino allora per il presidente della commissione europea Ursula Von der Leyen i prossimi mesi saranno pieni di guai. Infatti pochi giorni fa e' emerso che il
Continua
BCE VEDE NERISSIMO: FA RIPARTIRE IL QE DA 20 MLD AL MESE, LA MERKEL DICE NO A PIU' SPESA PUBBLICA E CONTE? VEDE DI MAIO

BCE VEDE NERISSIMO: FA RIPARTIRE IL QE DA 20 MLD AL MESE, LA MERKEL DICE NO A PIU' SPESA PUBBLICA E

giovedì 12 settembre 2019
La BCE ha deciso di far ripartire gli acquisti del suo Quantitative Easing: infatti nella riunione del Consiglio Direttivo della Banca centrale europea che si è appena conclusa è stato
Continua
 
E' UFFICIALE, LA GERMANIA ENTRA IN RECESSIONE E LA MERKEL AVVISA PARITA' DI BILANCIO NON SI TOCCA (QUINDI TAGLI E TASSE)

E' UFFICIALE, LA GERMANIA ENTRA IN RECESSIONE E LA MERKEL AVVISA PARITA' DI BILANCIO NON SI TOCCA

mercoledì 11 settembre 2019
 "La Germania e' sull'orlo della recessione". L'allarme e' dell'Ifw che ha tagliato dallo 0,4% allo 0,2% le stime di crescita per quest'anno e dall'1,6 all'1% quelle per il prossimo. Molto
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PRIMA I LAVORATORI BRITANNICI, POI TUTTI GLI ALTRI: ECCO LA BREXIT (SERVIRA' ANCHE IL PASSAPORTO, PERMANENZA 3-6 MESI)

PRIMA I LAVORATORI BRITANNICI, POI TUTTI GLI ALTRI: ECCO LA BREXIT (SERVIRA' ANCHE IL PASSAPORTO,
Continua

 
WALL STREET JOURNAL: ''LA UE NON HA IMPARATO NULLA DALLA BREXIT: AVANTI COSI' E ALTRI STATI LASCERANNO L'UNIONE''

WALL STREET JOURNAL: ''LA UE NON HA IMPARATO NULLA DALLA BREXIT: AVANTI COSI' E ALTRI STATI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!