Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI ITALIANI'' L'AMATA UE

domenica 20 agosto 2017

Siete ancora in vacanza o siete già tornati? Non ci siete andati? Tutto ciò è irrilevante, perchè c'è un gigantesco debito che vi aspetta a settembre sull'uscio di casa e dovrete pagarlo. Eccome, se dovrete pagarlo. Il debito pubblico italiano ha toccato nuove vette in termini assoluti, raggiungendo la cifra record di 2.168.400.000.000 €, cresciuto di ben 99.000.000.000 da inizio anno. Ogni cittadino italiano ha sul groppone la bellezza di 36.225 euro, neonati compresi.

Per fare un esempio, una famiglia italiana composta da genitori e due figli ha un debito di 144.900 euro in contanti che è niente di più della fetta che gli spetta del debito pubblico dello stato. Così gli italiani capiscono - forse - di che entità sarà la patrimoniale che presto verrà imposta "dall'Europa", oh cara, buonista coll'africano ma nazista con l'italiano, vittima spolpabile e spolpata.

Interessante notare che, a dispetto di quanto raccontino i mezzi d’informazione di regime, è calata la spesa delle regioni, mentre è aumentata quella dello stato centrale.

Qualcuno, invasato dalla retorica neoliberista, dirà che è tutta colpa dello stato che spende troppo, che spreca risorse e che bisogna tagliare, tagliare tutto, pensioni (quelle degli altri), sanità (sempre quella degli altri) e stipendi (ovviamente non il suo, perché lui è un virtuoso neoliberista) e aumentare le tasse perché hanno vissuto (sempre gli altri, perché il neoliberista medio è convinto di essere un austero virtuoso) sopra le proprie capacità e quindi bisogna espiare le proprie colpe. Peccato che il debito pubblico sia esploso proprio grazie a queste “cure” messe in atto a partire dal governo Monti in poi e che lo stato spenda meno di quanto incassi, come farebbe un qualsiasi buon padre di famiglia.

Il problema è che spendiamo troppo per gli interessi sul debito pubblico e sapete perché? Perché nel 1980, due sicari, tali Ciampi ed Andreatta, decisero, in nome del “libero mercato”, che la banca centrale italiana non avrebbe più potuto acquistare titoli di stato italiani, lasciando che il “mercato”, ovvero le grandi banche speculatrici, potessero fissare il prezzo del debito pubblico. Una “genialata” che ha consegnato il destino di noi italiani nelle mani della grande speculazione internazionale, Soros in primis.

Qualcuno dirà che se la banca centrale continua ad acquistare titoli di debito pubblico, l’inflazione finirà per esplodere e tutti ci ritroveremo con un pugno di mosche in mano.

Di grazia, quanto è l’inflazione media della zona euro a fronte di 60.000.000.000 di euro generati con un click di tastiera ogni mese dal governatore della BCE? Secondo la vulgata “neolibberista”, dovrebbe essere a due cifre, mentre in realtà è all’1,3% (dato di luglio), mentre in Giappone, nazione in cui la banca centrale continua ad acquistare titoli di debito pubblico a mani basse ed il rapporto debito/PIL è al 236%, la gente dovrebbe andare a fare la spesa con la carriola di banconote ed invece l’inflazione è inchiodata allo 0,3%! In compenso il Giappone ha un terzo dei disoccupati italiani.

Il  motivo è semplice: chi rinuncia alla sovranità monetaria è destinato a morire in nome del “libero mercato”, che in realtà si chiama speculazione. Chi investe il proprio denaro vuole un tornaconto, ovvero guadagnare più che può, ergo chiederà allo stato un tasso d’interesse alto, altrimenti non investirà nei suoi titoli. Viceversa, la banca centrale, non avendo necessità di remunerazione, potrà acquistare titoli a tasso zero, in cambio di base monetaria, che lo stato utilizzerà per spesa pubblica e quindi sostenere l’economia e l’occupazione. Una banca centrale pubblica, poi, significa che lo stato si indebita con sé stesso, ovvero è una partita di giro, tanto che sia il governatore della banca centrale d’Inghilterra che il suo omologo giapponese, hanno candidamente ammesso che il debito pubblico posseduto dagli istituti di credito centrali può essere cancellato con un semplice comando di tastiera.

Noi italiani siamo di fronte ad un bivio: continuare a piegarci alle teorie neoliberiste, che abbiamo visto essere fallimentari quando non fraudolente, oppure seguire l’esempio nipponico, uscendo dall’euro e dalla ue. A proposito, lo sapete che l’unione europea è nata nel 1993, con buona pace della becera propaganda che millanta settant’anni di pace grazie a questa istituzione farlocca? Ecco, un motivo in più per smettere di seguire questo carrozzone e la sua moneta unica: chi bara anche sulla sua data di nascita, pensate che non vi racconti balle su aspetti ben più importanti?

Un ultimo appunto: lo sapete che nel 1980 il tasso medio di inflazione in Italia fu del 21,06% mentre il rendimento dei bot raggiunse un valore massimo del 16,550%, ovvero lo stato si indebitava a tassi negativi? E per vedere un simile risultato abbiamo dovuto attendere il quantitative easing di Draghi, ovvero né più né meno di un’operazione di acquisto di titoli da stato da parte della banca centrale come si poteva fare prima della scellerata mossa del duo ciampi-andreatta.

E in questa situazione catastrofica, che fa il governo pidiota? Spende quasi 5 miliardi l'anno per mantenere a sbafo quasi 200.000 africani che vanno invece rispediti in Africa e tra i quali si annidano mostri islamici capaci di stragi orrende in nome della loro religione di morte. Quando arriverà la patrimoniale, sappiate che una sostanziosa fetta dei soldi che vi rapineranno se la pappano loro, le "risorse". 

La verità è che l'Italia è una nazione infetta con la febbre alta. O la curiamo noi italiani o presto morirà.

Luca Campolongo

Fonti

http://www.ilgiornale.it/news/economia/giappone-banca-centrale-d-lezione-alleuropa-1341901.html

http://it.inflation.eu/tassi-di-inflazione/italia/inflazione-storica/cpi-inflazione-italia-1980.aspx

http://www.valentinovecchi.it/1/upload/tassi_bot_emissione_annuale.pdf

http://it.inflation.eu/tassi-di-inflazione/giappone/inflazione-storica/cpi-inflazione-giappone-2017.aspx

https://scenarieconomici.it/evoluzione-del-saldo-primario-italiano/

http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2014/08/13/-bankitalia-nuovo-record-debito-a-giugno-a-2.168-mld-_29ac4703-b1c5-424e-89e8-f61f572a6a9d.html


DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI ITALIANI'' L'AMATA UE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

DEBITO   PUBBLICO   ITALIA   ITALIANI   UE   EUROPA   PATRIMONIALE   TASE   GIAPPONE   BCE   DRAGHI   CIAMPI   ANDREATTA   NEOLIBERISTA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO PLANETARIO

INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO

mercoledì 29 gennaio 2020
La Cina e la comunita' internazionale osservano con crescente preoccupazione le ricadute della propagazione del nuovo ceppo di coronavirus sull'economia del paese asiatico, che potrebbe rallentare
Continua
 
''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE CANCELLARE ISRAELE E' ANTISEMITA

''LE NUOVE FORME DELL'ANTISEMITISMO'' CONVEGNO ORGANIZZATO DALLA LEGA. SALVINI: CHI VUOLE

giovedì 16 gennaio 2020
A dieci giorni dalla ricorrenza del Giorno della Memoria in omaggio alle vittime dell'Olocausto, la Lega ha organizzato a Roma il convegno 'Le nuove forme dell'antisemitismo'. A Palazzo Giustiniani,
Continua
UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL BUCO-BREXIT DI 15 MLD/ANNO

UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL

lunedì 13 gennaio 2020
LONDRA - Pochi giorni fa, il parlamento britannico ha approvato a larga maggioranza la legge che stabilisce che la Gran Bretagna lascera' definitivamente l'Unione Europea il 31 Gennaio del 2020. Al
Continua
 
CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI E FORMARE FAMIGLIE

CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI

martedì 7 gennaio 2020
LONDRA - Negli ultimi anni, in diversi Paesi e' aumentato il numero di coloro che sono contrari al libero movimento delle persone all'interno della UE in quanto questa politica ha visto le nazioni
Continua
GOVERNO TEDESCO TRABALLA, CSU PROPONE UN ''RIMPASTO'' SOSTITUENDO INNANZITUTTO IL MINISTRO DELL'ECONOMIA (CRISI IN ARRIVO)

GOVERNO TEDESCO TRABALLA, CSU PROPONE UN ''RIMPASTO'' SOSTITUENDO INNANZITUTTO IL MINISTRO

martedì 7 gennaio 2020
BERLINO - In vista delle elezioni che si terranno in Germania nel 2021, e' necessario "un rimpasto e un ringiovanimento" del governo federale, attualmente formato dalla Grande coalizione tra Unione
Continua
 
EUROZONA IN GINOCCHIO NEL 2020, DECOLLA CON LA BREXIT IL REGNO UNITO, MOLTO BENE GLI USA, GOVERNICCHIO CONTE S'AFFLOSCIA

EUROZONA IN GINOCCHIO NEL 2020, DECOLLA CON LA BREXIT IL REGNO UNITO, MOLTO BENE GLI USA,

giovedì 2 gennaio 2020
Il dodici dicembre 2019 - archiviato molto in fretta dalla solita stampa serva ue italiana -  sarà festeggiato negli anni a venire come il giorno del trionfo della democrazia sulle elites
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO
Continua

 
TASSE IN ITALIA AUMENTATE DELL'80% (AVETE LETTO BENE: 80%) DA QUANDO CI SONO UE E EURO: ANCORA POCO E IL PAESE MUORE

TASSE IN ITALIA AUMENTATE DELL'80% (AVETE LETTO BENE: 80%) DA QUANDO CI SONO UE E EURO: ANCORA POCO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

UN ITALIANO MALATO TRA I PASSEGGERI EVACUATI DALLA DIAMOND PRINCESS

17 febbraio - Un italiano che si trovava a bordo della Diamond Princess, la nave
Continua

EPIDEMIA CORONAVIRUS DILAGA SULLA NAVE DIAMOND PRINCESS: 454 MALATI

17 febbraio - TOKYO - I test hanno accertato altri 99 contagiati sulla nave da
Continua

SALVINI: VOGLIONO CANCELLARE I DECRETI SICUREZZA. PAZZESCO.

17 febbraio - ''Pazzesco. Con tutti i problemi che ci sono in Italia qual e' la loro
Continua

BMW CHIUDE TRE FABBRICHE IN CINA PER COLPA DEL CORONAVIRUS

30 gennaio - Bmw sta chiudendo tre delle sue fabbriche nella città cinese di
Continua

GERMANIA: IMPENNATA CLAMOROSA DELLA DISOCCUPAZIONE: +200.000 A

30 gennaio - Il numero di disoccupati in Germania è aumentato di quasi 200.000 a
Continua

ANCHE EGYPT AIR BLOCCA TUTTI I VOLI DA E PER LA CINA DAL 1°

30 gennaio - IL CAIRO - La compagnia di bandiera egiziana EGYPT Air ha annunciato la
Continua

ANCHE AIR FRANCE FERMA I VOLI DA E PER LA CINA

30 gennaio - PARIGI - Dopo British Airways e Lufthansa, anche la compagnia di
Continua

AGGIORNAMENTO DALLA CINA: 7.711 MALATI CORONAVIRUS, 170 MORTI 1.370

30 gennaio - I contagi da coronavirus sono 7.711 e si registrano 1.370 casi in
Continua

BLOCCATA A CIVITAVECCHIA NAVE MSC CON 7.000 PERSONE A BORDO: SI

30 gennaio - Una nave da crociera MSC è bloccata a Civitavecchia a causa della
Continua

RUSSIA CHIUDE TUTTE LE FRONTIERE TERRESTRI CON LA CINA. BLOCCATO

30 gennaio - MOSCA - La Russia ha deciso di chiudere i confini con la Cina a causa
Continua

COMPAGNIA AEREA LUFTHANSA INTERROMPE A TEMPO INDETERMINATO VOLI

29 gennaio - La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha annunciato la cancellazione di
Continua

VIROLOGO BURIONI: MORTALITA' CORONAVIRUS SIMILE ALLA SPAGNOLA DEL

29 gennaio - La mortalità del coronavirus cinese ''non è bassa, circa il 2%, ed è
Continua

BRITANNICI RIMPATRIATI DALLA CINA IN QUARANTENA IN BASE MILITARE

29 gennaio - LONDRA - Sono circa duecento i cittadini britannici che il governo di
Continua

MELONI: GRAZIE A PLASTIC E SUGAR TAX MESSE DA PD&M5S COCA COLA VA

16 gennaio - ''Grazie alla plastic tax e alla sugar tax lo storico impianto Coca Cola
Continua

MARINE LE PEN ANNUNCIA LA CANDIDATURA ALLE PRESIDENZIALI DEL 2022

16 gennaio - PARIGI - Marine Le Pen, presidente del Rassemblement National (erede
Continua

L'M5S PERDE UN ALTRO SENATORE: DI MARZIO SE NE VA (MAGGIORANZA NON

16 gennaio - ''Di fronte ad un'epurazione di fatto della quale non posso non prendere
Continua

CORTE ERUROPEA DIRITTI UMANI: RENZO MAGOSSO CONDANNATO INGIUSTAMENTE

16 gennaio - STRASBURGO - Renzo Magosso e Umberto Brindani non dovevano essere
Continua

PRECIPITA LA PRODUZIONE INDUSTRIALE NELL'AREA DELL'EURO E MALE

15 gennaio - A novembre 2019 la produzione industriale nella zona euro è salita
Continua

LUCIA BORGONZONI: ''IL PD DOVREBBE CHIEDERE SCUSA PER BIBBIANO''

15 gennaio - ''Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere
Continua

FRANCIA: 60% CITTADINI CONDIVIDE LO SCIOPERO A OLTRANZA SULLE

14 gennaio - PARIGI - Sei francesi su dieci appoggiano senza esitazioni le
Continua
Precedenti »