Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

lunedì 7 agosto 2017

LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio.

Ebbene questo non e' affatto un caso isolato visto che altri paesi stanno applicando la medesima politica e a tale proposito e' interessante notare come l'Algeria, dopo avere praticato per anni politiche di accoglienza senza restrizioni, ha deciso di cambiare registro, avviando una serie di massicci rimpatri di immigrati in insanabile condizione di irregolarità. Ad essere colpiti saranno, in maggioranza, africani provenienti dalle tormentate regioni subsahariane che sino ad oggi erano stati tollerati, ma la cui situazione è divenuta, col tempo, fuori controllo.

Il primo atto concreto della svolta impressa dal Ministero degli Esteri, che ha la competenza esclusiva sulla materia, è stato lo smantellamento del ghetto di immigrati subsahariani sorto in maniera spontanea sotto il ponte che scavalca il fiume el Kerma, tra le città di Barabi e Baba Ali, un luogo di massimo degrado che era arrivato ad accogliere, in condizioni di pura disperazione, sino a 1.600 persone, tra le quali molte donne ed i loro bambini. 

I migranti sono stati già trasferiti dalla polizia algerina nel centro di accoglienza della città di Reghaia, ad est di Algeri, dove, con la massima celerità concessa dalla complessità dell'iter burocratico, saranno esperite le procedure di identificazione e di istruttoria delle richieste di asilo. Comunque, ci tengono a sottolineare le autorità algerine, in una struttura in grado di garantire, sia pure temporaneamente, migliori condizioni igieniche ed assistenza medica, in attesa che venga decisa la sorte di queste persone.

Quelli che non otterranno da parte delle autorità algerine il permesso di soggiorno saranno trasferiti nella città frontaliera di Tamanrasset prima di essere portati nei rispettivi Paesi d'origine.

Contestualmente il Ministero degli Esteri, come ha annunciato il suo portavoce, Abdelaziz Benali Cherif, avvierà una serie di rimpatri nei confronti di cittadini nigeriani la cui situazione è stata già valutata come irregolare. E i nigeriani sono responsabili di molti crimini e considerati non solo in Algeria per la maggior parte criminali molto pericolosi.

Non si tratta comunque di una azione unilaterale perché, sempre secondo quanto sostiene il Ministero degli Esteri dell'Algeria, è stata concordata con il governo di Niamey nell'ambito di una comune azione di contrasto all'immigrazione clandestina ed alla tratta di esseri umani.

Accordi di eguale portata sono stati raggiunti con altri Paesi, come il Mali, fortemente coinvolti nei flussi migratori irregolari. Resta ancora incerta il numero potenziale di migranti non in regola che dovranno essere rimpatriati dall'Algeria. E su questo e sulle modalità di accertamento dell'ampiezza del fenomeno in Algeria c'è un vivace dibattito.

Certo l'Algeria non vuole essere invasa da clandestini ed e' comprensibile che usi le maniere forti per cacciare via tutti coloro che non hanno il diritto di stare nel Paese specie se si pensa che ha un tasso di disoccupazione elevato e giustamente vuole dare la priorita' ai propri cittadini per quanto riguarda la casa e il lavoro.

Semmai cio' che lascia allibiti e' il fatto che l'Italia non prenda esempio e cacci via tutti i clandestini e non e' una caso che questa notizia sia stata censurata perche' creerebbe parecchio imbarazzo al Pd accoglienzista, tenendo conto anche del fatto che l'Algeria non è uno stato estremista e sotto il giogo di una dittatura, ma l'esatto contrario.

Noi ovviamente non ci stiamo e l'abbiamo riportata perche' vogliamo che anche l'Italia cacci via tutti i clandestini.

 

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ALGERIA   AFRICANI   INVASIONE   ESPULSIONI   NIGERIA   NIGERIANI   CRIMINALI   VIOLENTI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA UE SCHIANTA AL VERTICE DEI 27 A BRUXELLES DIVISI SU TUTTO: NO AI RICOLLOCAMENTI AFRICANI NO AD AUMENTI DEI VERSAMENTI

LA UE SCHIANTA AL VERTICE DEI 27 A BRUXELLES DIVISI SU TUTTO: NO AI RICOLLOCAMENTI AFRICANI NO AD

domenica 25 febbraio 2018
BRUXELLES - E' partito e si  è schiantato alla prima curva,  il confronto tra i 27 Paesi Ue sul futuro bilancio pluriennale dell'Unione per il post-Brexit. I leader dei Paesi Ue
Continua
 
LA LEGA DI MATTEO SALVINI HA RIEMPITO PIAZZA DUOMO: ''ANDIAMO A VINCERE. DOMENICA 4 MARZO FINISCE IL TEMPO DELLE PAROLE''

LA LEGA DI MATTEO SALVINI HA RIEMPITO PIAZZA DUOMO: ''ANDIAMO A VINCERE. DOMENICA 4 MARZO FINISCE

domenica 25 febbraio 2018
Matteo Salvini è salito ieri pomeriggio sul palco dell'affollatissimo comizio in Piazza Duomo, a Milano, sulle note di 'Vincerò e ha concluso giurando da premier, davanti al popolo, su
Continua
GIORGIA MELONI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO CHIUDEREMO CENTRI SOCIALI VIOLENTI. OGGI SQUADRISTI ROSSI A MILANO ROMA PALERMO

GIORGIA MELONI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO CHIUDEREMO CENTRI SOCIALI VIOLENTI. OGGI SQUADRISTI ROSSI

sabato 24 febbraio 2018
"Una delle prime iniziative quando andremo al governo sarà chiedere al ministro dell'Interno un decreto legge d'urgenza per far chiudere i centri sociali che si sono macchiati di violenza e
Continua
 
CLIMA DA GUERRA FREDDA: GLI USA BLOCCANO ENORMI INVESTIMENTI CINESI IN AMERICA NEL SETTORE TLC. SOSPETTI DI SPIONAGGIO

CLIMA DA GUERRA FREDDA: GLI USA BLOCCANO ENORMI INVESTIMENTI CINESI IN AMERICA NEL SETTORE TLC.

venerdì 23 febbraio 2018
WASHIGTON - I regolatori statunitensi hanno bloccato l'acquisizione da parte di un fondo cinese appoggiato dallo Stato della Cina dell'azienda texana Xcerra, produttrice di apparecchiature per il
Continua
VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL. L'ALTERNATIVA? LASCIARE LA UE

VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL.

giovedì 22 febbraio 2018
Uno dei punti principali dei partiti sovranisti riguarda la rinegoziazione degli accordi che reggono la ue e la sua profonda struttura antidemocratica o l’uscita del paese dall’unione
Continua
 
ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO GOVERNO DI CENTRODESTRA

ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO

mercoledì 21 febbraio 2018
ROMA - Matteo Salvini  ha "lanciato" oggi Umberto Rapetto, ex generale della Guardia di Finanza, per un ruolo di "super manager" della sicurezza informatica nel prossimo governo. Non un ruolo da
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE PROFUGHI DA MIGRANTI''

ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE
Continua

 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!