Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON VENGONO DIVULGATE)

lunedì 31 luglio 2017

LONDRA - E' passato poco piu' di un anno da quando i cittadini britannici hanno votato per uscire dalla UE e tutte le previsioni catastrofiche fatte all'indomani di questo storico referendum non si sono affatto verificate.

A tale proposito e' interessante notare come la BMW abbia deciso di produrre la versione elettrica della Mini ad Oxford, un gesto che molti hanno visto come un segnale di fiducia verso l'economia britannica e soprattutto negazione della presunta "pericolosità della Brexit propagandata dai suoi detrattori.

La BMW aveva l'opportunita' di produrre questa auto elettrica in Germania o in Olanda e invece ha scelto la Gran Bretagna e tale decisione ha assicurato il futuro di questo storico impianto automobilistico che impiega 4500 persone piu' l'indotto.

Molti temevano che l'imminente fuoriuscita della Gran Bretagna dalla UE avrebbe portato la BMW a investire altrove ma cosi' non e' stato e un portavoce della casa automobilistica tedesca ha dichiarato che sono stati molti i fattori che hanno spinto a questa decisione e investire a Oxford si e' rivelato la migliore opzione possibile.

La BMW vuole che almeno il 15% delle auto vendute ogni anno dal 2025 siano elettriche e questa decisione riflette in pieno questa visione per il futuro e molti osservatori credono che questa versione elettrica della Mini sara' un enorme successo.

Questo non e' un caso isolato, lo scorso ottobre la Nissan aveva dichiarato di voler continuare a produrre auto in Gran Bretagna anche se in quel caso ci sono state voci che il governo britannico abbia offerto alla societa' giapponese dei sussidi, decisione ovviamente perfettamente lecita, per incentivare gli investimenti produttivi che creano prima di tutto nuovi posti di lavoro, ma assolutamente vietata, secondo le stupide e arbitrarie imposizioni della Ue agli stati membri. 

Come e' facile immaginare questa notizia sia stata ampliamente riportata in Gran Bretagna e molti non si sono lasciati scappare l'occasione per dimostrare che nonostante la Brexit l'economia britannica va a gonfie vele usando questa notizia come prova per dimostrare questa tesi.

In Italia invece questa storia e' stata completamente censurata perche' non solo demolirebbe le menzogne montate ad arte dai giornali di regime riguardo i benefici della UE ma avrebbe conseguenze imbarazzanti anche per il governo visto che la BMW non ha pensato neanche per un secondo di investire nel nostro paese.

Noi ovviamente non ci stiamo e abbiamo riportato questa notizia perche' riteniamo che il popolo abbia il diritto di sapere.

 

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON VENGONO DIVULGATE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

LONDRA   BREXIT   UE   BMW   INVESTIMENTO   GRAN   BRETAGNA   POSTI   LAVORO   NISSAN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI, UN MORTO, 272 FERITI

LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI,

domenica 18 novembre 2018
I 'Gilet gialli' bloccano la Francia, chiedono le dimissioni di Emmanuel Macron e danno vita a una protesta che sfocia in tragedia: un morto e 227, di cui sette gravissimi, in scontri con la polizia,
Continua
 
IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI DEMOLITO IN DICEMBRE

IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI

giovedì 15 novembre 2018
ROMA - SENATO - Da oggi, è legge. Con 167 voti favorevoli e 49 contrari il Senato ha approvato il Dl Genova in un clima di grande tensione. Con Forza Italia che ha accusato il ministro delle
Continua
LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E FRAGILISSIME

LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E

giovedì 15 novembre 2018
BERLINO - Si moltiplicano gli allarmi in Germania per la fragilità delle banche tedesche. Oggi, è l'autorevole quotidiano Handelsblatt a criverne in un lungo articolo di prima
Continua
 
SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO DI STATO AMERICANO

SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO

mercoledì 14 novembre 2018
La conferenza internazionale di Palermo sulla Libia è stata un grande successo, (a dispetto dell'ostracismo della stampa italiana che lo ha apertamente trascurato -ndr). Gli Stati Uniti hanno
Continua
QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN PICCHIATA E PIL -0,2%''

QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN

mercoledì 14 novembre 2018
BERLINO - Sta andando molto peggio di quanto invece aveva previsto il goverrno Merkel per quest'anno. Nel terzo trimestre del 2018, il prodotto interno lordo della Germania ha registrato una
Continua
 
SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE IN ITALY'' (ADDIO UE)

SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE

mercoledì 14 novembre 2018
Cresce in Italia la diffidenza e il rancore nei confronti dell'Unione europea, con quasi sei italiani su dieci (58%) che si sentono maltrattati dalle politiche comunitarie rispetto agli altri Paesi.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MATTEO SALVINI E UMBERTO BOSSI TROVANO ''LA QUADRA'' PER DARE A LEGA E CENTRODESTRA LA SPERANZA DI VINCERE LE ELEZIONI

MATTEO SALVINI E UMBERTO BOSSI TROVANO ''LA QUADRA'' PER DARE A LEGA E CENTRODESTRA LA SPERANZA DI
Continua

 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!