Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

martedì 25 luglio 2017

NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia orientale sostenuto dall'Egitto, ha spiazzato l'attuale governo italiano, che rischia di perdere l'iniziativa politica nella definizione delle dinamiche di quel cruciale paese nordafricano, scrive il "New York Times" questa mattina in prima pagina.

Il presidente francese Emmanuel Macron "vuole un coinvolgimento assai maggiore in Libia. Va bene, ma ci ha accantonati. Non siamo stati consultati", lamenta una fonte diplomatica italiana, secondo cui l'iniziativa di Parigi ha causato profonda frustrazione nel governo Pd a Roma.

In Italia le opposizioni politiche accusano il primo ministro, Paolo Gentiloni, di aver assistito passivamente all'iniziativa francese, "abdicando al ruolo che gli spetterebbe" nella soluzione della crisi libica, e al contempo lasciando che l'Italia sopporti da sola il peso dei massicci flussi migratori da quel paese.

L'Eliseo, che pure ha ignorato l'Italia, ha puntualizzato che quella di Parigi "non e' una iniziativa tesa ad escludere". Il presidente del Consiglio italiano per il momento sceglie la cautela, e in merito alle mosse francesi ha affermato: "Stiamo a vedere. Speriamo si dimostrino positive". Quest'anno, ricorda il "New York Times", l'Italia e' stata il primo paese occidentale a riaprire la propria ambasciata a Tripoli; il paese ha anche aperto un ospedale militare da campo vicino a Misurata, e guida la missione europea che dallo scorso ottobre sta addestrando la Guardia costiera libica. 

La nuova presidenza francese di Macron ha da poco creato un dispositivo militare a sud della Libia noto come G5 Sahel, cui partecipano Mauritania, Mali, Burkina Faso, Niger e Ciad. Lo scorso 14 luglio, nella conferenza stampa tenuta a Parigi con Donald Trump, il presidente Macron ha sottolineato come Francia e Stati Uniti "condividono le stesse intenzioni" riguardo la Libia ed il Sahel, aggiungendo di voler "intraprendere diverse iniziative diplomatiche forti" per stabilizzare la situazione nel paese nordafricano.

La Francia ha sempre mantenuto una posizione ambivalente rispetto alla crisi libica. Ufficialmente schierata con il governo di accordo nazionale con sede a Tripoli, Parigi ha inviato soldati delle forze speciali in Cirenaica a sostegno di Haftar.

Ad ammetterlo pubblicamente e' stato l'ex presidente francese, Francois Hollande, che il 22 luglio 2016 ha confermato la morte di tre soldati del suo paese in Libia, avvenuta domenica 17 luglio 2016, deceduti nella caduta di un elicottero a est di Bengasi. Non e' ancora chiaro se il velivolo (un Mi-17 per il trasporto truppe in dotazione alle forze di Haftar) sia precipitato per un guasto oppure sia stato abbattuto, come rivendicato dalle milizie islamiste.

Gli esponenti del governo francese hanno sempre sottolineato che le operazioni in Libia hanno una natura anti-terroristica e non sono da considerarsi come azioni militari in territorio straniero. Resta il fatto che le forze armate francesi sono in Libia a fianco di Haftar da almeno un anno, se non due. E l'Italia è tagliata fuori sia dal punto di vista diplomatico sia da quello militare, mentre l'invasione di decine di migliaia di africani in Italia continua senza tregua. 

Redazione Milano


''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA UE SCHIANTA AL VERTICE DEI 27 A BRUXELLES DIVISI SU TUTTO: NO AI RICOLLOCAMENTI AFRICANI NO AD AUMENTI DEI VERSAMENTI

LA UE SCHIANTA AL VERTICE DEI 27 A BRUXELLES DIVISI SU TUTTO: NO AI RICOLLOCAMENTI AFRICANI NO AD

domenica 25 febbraio 2018
BRUXELLES - E' partito e si  è schiantato alla prima curva,  il confronto tra i 27 Paesi Ue sul futuro bilancio pluriennale dell'Unione per il post-Brexit. I leader dei Paesi Ue
Continua
 
LA LEGA DI MATTEO SALVINI HA RIEMPITO PIAZZA DUOMO: ''ANDIAMO A VINCERE. DOMENICA 4 MARZO FINISCE IL TEMPO DELLE PAROLE''

LA LEGA DI MATTEO SALVINI HA RIEMPITO PIAZZA DUOMO: ''ANDIAMO A VINCERE. DOMENICA 4 MARZO FINISCE

domenica 25 febbraio 2018
Matteo Salvini è salito ieri pomeriggio sul palco dell'affollatissimo comizio in Piazza Duomo, a Milano, sulle note di 'Vincerò e ha concluso giurando da premier, davanti al popolo, su
Continua
GIORGIA MELONI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO CHIUDEREMO CENTRI SOCIALI VIOLENTI. OGGI SQUADRISTI ROSSI A MILANO ROMA PALERMO

GIORGIA MELONI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO CHIUDEREMO CENTRI SOCIALI VIOLENTI. OGGI SQUADRISTI ROSSI

sabato 24 febbraio 2018
"Una delle prime iniziative quando andremo al governo sarà chiedere al ministro dell'Interno un decreto legge d'urgenza per far chiudere i centri sociali che si sono macchiati di violenza e
Continua
 
CLIMA DA GUERRA FREDDA: GLI USA BLOCCANO ENORMI INVESTIMENTI CINESI IN AMERICA NEL SETTORE TLC. SOSPETTI DI SPIONAGGIO

CLIMA DA GUERRA FREDDA: GLI USA BLOCCANO ENORMI INVESTIMENTI CINESI IN AMERICA NEL SETTORE TLC.

venerdì 23 febbraio 2018
WASHIGTON - I regolatori statunitensi hanno bloccato l'acquisizione da parte di un fondo cinese appoggiato dallo Stato della Cina dell'azienda texana Xcerra, produttrice di apparecchiature per il
Continua
VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL. L'ALTERNATIVA? LASCIARE LA UE

VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL.

giovedì 22 febbraio 2018
Uno dei punti principali dei partiti sovranisti riguarda la rinegoziazione degli accordi che reggono la ue e la sua profonda struttura antidemocratica o l’uscita del paese dall’unione
Continua
 
ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO GOVERNO DI CENTRODESTRA

ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO

mercoledì 21 febbraio 2018
ROMA - Matteo Salvini  ha "lanciato" oggi Umberto Rapetto, ex generale della Guardia di Finanza, per un ruolo di "super manager" della sicurezza informatica nel prossimo governo. Non un ruolo da
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU RADDOPPIATA, IVA 25%)

A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU
Continua

 
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!