Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

GIORNALI ECONOMICI FRANCESI: DUE BANCHE ITALIANE A UN SOLO PASSO DAL FALLIMENTO (IL BAIL IN SCATTERA' IL 30 GIUGNO)

giovedì 1 giugno 2017

PARIGI - Si fa sempre piu' stretta la porta per il salvataggio delle banche venete in difficolta': lo scrive il quotidiano economico francese "Les Echos" oggi in prima pagina in una analisi in cui il suo corrispondente da Roma Olivier Tosseri spiega come Popolare di Vicenza e Veneto Banca non siano riuscite a convincere gli investitori ne' le autorita' europee con cui stanno negoziando da diversi mesi.

La Commissione europea infatti esige che i due istituti raccolgano almeno un altro miliardo di euro di capitale privati per poter dare la loro autorizzazione alla ricapitalizzazione preventiva da 6,4 miliardi a carico dello Stato italiano: di fronte all'inflessibilita' di Bruxelles, scrive Tosseri, sta riemergendo lo spettro di un "bail-in", la regola che costringerebbe azionisti e creditori delle banche a metter mano al portafogli per contribuire al salvataggio.

Che è un modo elegante per dire che perderebbero tutto, inclusi i correntisti con depositi superiori a centomila euro.

Una situazione così drammatica, quella di queste due banche veente, che ha anche dissuaso il fondo Atlante dall'investire ancora nel due istituti nei quali ha gia' iniettato 3,5 miliardi negli ultimi mesi; anche perche', come ha detto il suo presidente Alessandro Penati, le risorse del fondo sono pressoche' esaurite.

Anche la principale banca italiana, Intesa San Paolo, ha respinto l'idea di un nuovo contributo da parte delle banche sane, in particolare attraverso il Fondo interbancario di garanzia dei depositi: "I privati hanno gia' perso troppi soldi", ha dichiarato il suo amministratore delegato, Carlo Messina.

Da parte sua il governo Pd a guida Gentiloni sta cercando di convincere le istituzioni europee del carattere sistemico della Popolare di Vicenza e di Veneto Banca che sono fondamentali per il Nord-Est della Penisola, una delle regioni piu' ricche ed industrializzate dl paese che con il fallimento di queste due banche finirebbe in ginocchio, date le ulteriori gigantesche perdite finanziarie che impoverirebbero tutta l'area.

Per provre a evitare quella che sarebbe una vera catastrofe dalle conseguenze a livello nazionale sia per il sistema bancario italiano, sia per l'economia del Veneto e di tutto il Nord Est, il governo Pd ha gia' sondato diversi imprenditori veneti sollecitandoli a mettere assieme almeno 700 milioni per contribuire al salvataggio dei due istituti, ma le risposte positive stentano ad arrivare.

E il governo Gentiloni potrebbe anche sollecitare -  secondo Les Echos - un intervento da parte di Poste italiane. In ogni caso, ha dichiarato il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, "l'ipotesi di un bail-in e' esclusa" ma il ministro non spiega come fare per evitarlo.

Il governo italiano, riassume "Les Echos", vuole una soluzione che da un lato garantisca la stabilita' delle due banche venete e dall'altro preservi completamente i risparmiatori, pur rispettando le regole europee; una soluzione che va trovata "rapidamente": entro la fine del mese di giugno, esigono a Bruxelles. 

Dopo quella data, utlima e improrogabile, sarà la Bce e la Commissione Ue  decretare il fallimento, ovvero il bail in sia di Popolare di Vicenza che di Veneto Banca.

Redazione MIlano


GIORNALI ECONOMICI FRANCESI: DUE BANCHE ITALIANE A UN SOLO PASSO DAL FALLIMENTO (IL BAIL IN SCATTERA' IL 30 GIUGNO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

VENETO   BANCA   POPOLARE   VICENZA   BAIL   IN   GOVERNO   UE   PADOAN   COMMISSIONE   AUEMNTO   CAPITALE   ATLANTE   FONDO   LES   ECHOS   GENTILONI   PD    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BAMBINI SCHIAVI E CONTADINI SFRUTTATI COME BESTIE: ECCO L'ORTOFRUTTA A DAZI-ZERO CHE LA UE FA ARRIVARE IN EUROPA

BAMBINI SCHIAVI E CONTADINI SFRUTTATI COME BESTIE: ECCO L'ORTOFRUTTA A DAZI-ZERO CHE LA UE FA
Continua

 
GDF E GICO SMANTELLANO ORGANIZZAZIONE TUNISINA CHE FACEVA ARRIVARE IN ITALIA TERRORISTI ISLAMICI E CLANDESTINI

GDF E GICO SMANTELLANO ORGANIZZAZIONE TUNISINA CHE FACEVA ARRIVARE IN ITALIA TERRORISTI ISLAMICI E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!