Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG

mercoledì 26 aprile 2017

I giornali e l'informazione in Italia ignorano la notizia, ma è di una estrema gravità. Così, ecco che per apprenderla bisogna leggere i quotidiani tedeschi, benchè riguardi l'Italia.

"Circa 28.000 immigrati clandestini dalla Libia sono arrivati ​​in Italia tra gennaio e metà aprile, con un incremento del 30% anno su anno", secondo l'agenzia di frontiera Frontex.

E' Frontex, si noti bene, a scrivere che si tratta di clandestini.

Il direttore di Frontex, Fabrice Leggeri, riconosce in un intervista con il giornale tedesco "Passauer Neue Presse", pubblicata oggi che "sta aumentando sensibilmente il flusso di persone che arrivano in Europa attraverso la cosiddetta rotta del Mediterraneo centrale, rispetto al calo sperimentato sulla cosiddetta rotta orientale che passava da Grecia, Paesi balcanici, per arrivare in Europa"

" Tra gennaio 2017  e la metà di aprile solo 6.000 persone hanno potuto arrivare in Europa attraverso il Mar Egeo tra la Turchia e la Grecia, con un calo del 94% rispetto allo stesso periodo del 2016 - sottolinea il direttore di Frontex".

Fabrice Leggeri attribuisce questo forte calo all'accordo tra l'UE e la Turchia, per il quale l'Unione europea finanzia la Turchia di Erdogan fino a 6.000 milioni di euro, in cambio dei quali la Turchia ha chiuso il confine con la Grecia trattenendo nel suo territorio i migranti mediorientali.

"In base a tale accordo - sottolinea il direttore di Frontex - la Ue ovvero la Grecia ha rispedito in Turchia oltre un migliaio di migranti irregolari".

Leggeri ha detto nell'intervista al giornale tedesco che non vede segni che Ankara non rispetti l'attuazione del patto, nonostante le minacce in questo senso governo turco.

Leggeri sottolinea anche che "la maggior parte degli immigrati dalla rotta del Mediterraneo centrale non sono cittadini siriani, come accadeva nella rotta orientale, ma africani provenienti da Costa d'Avorio, Guinea, Nigeria, Marocco, Tunisia, Egitto, e asiatici provenienti dal Bangladesh".

"Le mafie - dichiara il diettore di Frontex - che contrabbandano migranti  verso l'Italia continuano a beneficiare della situazione caotica della Libia, devastata da una guerra civile".

Leggeri ha anche denunciato nell'intervita che "le barche intercettate nel trasporto di africani nel Mediterraneo centrale  hanno a bordo sempre più persone e non hanno quasi mai a disposizione abbastanza carburante per il viaggio. I trafficanti, le mafie libiche, caricano su gommoni una media di circa 170 persone per imbarcazione, di solito senza abbastanza carburante per fare più di qualche miglio dalla riva e senza alcuna fornitura di salvataggio. Due anni fa la media era di circa 100 migranti. e le barche erano adatte a medie attraversate. Oggi, evidentemente i trafficanti non si preoccupano più di usarle"

La ragione di tutto ciò è molto semplice da spiegare: i trafficanti inviano gommoni stracarichi di africani sicuri che là dove arriveranno, a poche miglia dalla costa, c'è una nave Ong pronta a caricarli. La verità  è questa. E la svela Frontex.

Redazione Milano


IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG


Cerca tra gli articoli che parlano di:

CLANDESTINI   AFRICANI   FRONTEX   STAMPA   TEDESCA   BARCONI   GOMMINI   MAFIE   LIBICHE   GRECIA   TURCHIA   ITALIA   UE   FRONTIERE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DEUTSCHE BANK SOSPETTATA DI AVERE RICICLATO 150 MILIARDI DI DOLLARI DI SOLDI SPORCHI, CROLLA IN BORSA (-50% DA GENNAIO)

DEUTSCHE BANK SOSPETTATA DI AVERE RICICLATO 150 MILIARDI DI DOLLARI DI SOLDI SPORCHI, CROLLA IN

martedì 20 novembre 2018
FRANCOFORTE - Le azioni della Deutsche Bank sono calate bruscamente oggi alla Borsa di Francoforte per i forti timori degli investitori sugli effetti dallo scandalo del riciclaggio di denaro sporco
Continua
 
660.000 INFERMIERI SCENDONO IN PIAZZA IN FRANCIA CONTRO MACRON: DISPREZZA LA NOSTRA PROFESSIONE LA SANITA' E' DISASTROSA

660.000 INFERMIERI SCENDONO IN PIAZZA IN FRANCIA CONTRO MACRON: DISPREZZA LA NOSTRA PROFESSIONE LA

martedì 20 novembre 2018
PARIGI - Con lo slogan "infermieri dimenticati", decine di migliaia di infermieri in sciopero protestano nelle principali citta' di Francia, denunciando il "disprezzo" del governo e specialmente di
Continua
SEQUESTRATA LA NAVE ONG AQUARIUS DI MSF: HA SCARICATO 21 TONNELLATE DI RIFIUTI PERICOLOSISSIMI COME NORMALE SPAZZATURA

SEQUESTRATA LA NAVE ONG AQUARIUS DI MSF: HA SCARICATO 21 TONNELLATE DI RIFIUTI PERICOLOSISSIMI COME

martedì 20 novembre 2018
CATANIA - I rifiuti pericolosi prodotti dai migranti a bordo delle navi e quelli a rischio infettivo venivano declassati, scaricati nei porti in maniera indifferenziata e poi conferiti in discarica
Continua
 
MATTEO SALVINI SPIEGA QUALI SONO I VERI NEMICI DELL'ITALIA: ECCO I POTERI FORTI CHE VORREBBERO RIDURLA COME LA GRECIA

MATTEO SALVINI SPIEGA QUALI SONO I VERI NEMICI DELL'ITALIA: ECCO I POTERI FORTI CHE VORREBBERO

lunedì 19 novembre 2018
Milano - Il ministro dell'Interno Matteo Salvini cancella il chiacchiericcio delle false ricostruzioni di certa stampa e fantasiosi cronisti  sulla presunta crisi di governo, ma sa che le sfide
Continua
IL 26 NOVEMBRE SI VOTA IN SVIZZERA: SE VINCE IL ''SI''' SARA' SWISSEXIT DA TUTTI I TRATTATI INTERNAZIONALI FIRMATI FINORA

IL 26 NOVEMBRE SI VOTA IN SVIZZERA: SE VINCE IL ''SI''' SARA' SWISSEXIT DA TUTTI I TRATTATI

lunedì 19 novembre 2018
LONDRA - La Svizzera si sa e' il paese in cui si usano spesso i referendum per dare ai cittadini la possibilita' di esprimere la loro opinione in moltissime materie, un esempio di democrazia diretta
Continua
 
LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI, UN MORTO, 272 FERITI

LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI,

domenica 18 novembre 2018
I 'Gilet gialli' bloccano la Francia, chiedono le dimissioni di Emmanuel Macron e danno vita a una protesta che sfocia in tragedia: un morto e 227, di cui sette gravissimi, in scontri con la polizia,
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E
Continua

 
EMERGENCY PROTESTA PER LE ''IGNOBILI POLEMICHE'' SULLE ONG (LEI INCLUSA). MA I SUOI FINANZIAMENTI ISLAMICI DAL SUDAN?

EMERGENCY PROTESTA PER LE ''IGNOBILI POLEMICHE'' SULLE ONG (LEI INCLUSA). MA I SUOI FINANZIAMENTI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!