Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

DICHIARAZIONE ESPLOSIVA DEL GOVERNATORE DI BANKITALIA: ''IL 55% DEI RISPARMI DEGLI ITALIANI E' INVESTITO AD ALTO RISCHIO''

mercoledì 15 marzo 2017

Quando è il Governatore di una banca centrale a dichiararlo, c'è di che esserne molto - molto - preoccupati: "Fino a 25-30 anni fa le famiglie italiane investivano in strumenti semplici, depositi o titoli pubblici. Oggi il 55% del risparmio italiano e' in strumenti finanziari molto rischiosi, come investimenti in quote di fondi comuni, azioni, altre partecipazioni e riserve assicurative".

Con queste raggelanti parole il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, è intervenuto alla tavola rotonda "Per una efficace tutela del risparmio: rimedi penalistici, amministrativi e rapporto con i poteri di accertamento e di Vigilanza", organizzata dalla Scuola Superiore della Magistratura.

"Bisogna capire quanto e' cambiato questo risparmio e come oggi sia molto piu' complicato tutelarlo", ha aggiunto. "Il problema del risparmio e' che va tutelato alla fonte, ma quando viene investito va tutelato da una parte sicuramente evitando che ci siano truffe e cose del genere, ma dall'altra anche agendo su noi stessi, sulla nostra comprensione" ovvero sull'educazione finanziaria, ha sottolineato Visco. "Se ti danno il 3% bene, ma se danno il 10-20% devi sapere che stai correndo un rischio alto". Visco non è entrato nei dettagli degli investimenti ad alto rischio, ma certamente ha messo in guardia gli italiani: più di uno su due può perdere tutti i propri risparmi.

"Oggi il 55% del risparmio italiano e' investito in strumenti finanziari molto rischiosi - ha ribadito Visco nell'intervento pubblico oggi a Milano -. Invece, fino a 25 anni fa le famiglie italiane investivano in strumenti semplici, come depositi e titoli pubblici e senza dimenticare che 30 anni fa le banche italiane non erano private. E quando dicono di uscire dall'euro e di tornare alla lira, magari facendo ripartire una bella inflazione, ovviamente non si guarda a chi possiede e ha messo il proprio risparmio nel debito pubblico" che è come dire che il debito pubblico italiano è a sua volta ad alto rischio.

Le parole di oggi del Governatore della Banca d'Italia hanno messo in luce e in chiaro che il Paese sta camminando sull'orlo del baratro. Se oltre la metà dei risparmi degli italiani è "ad alto rischio" questo significa che oltre la metà delle strutture finanziarie italiane sono a loro volta ad "alto rischio". 

Redazione Milano


DICHIARAZIONE ESPLOSIVA DEL GOVERNATORE DI BANKITALIA: ''IL 55% DEI RISPARMI DEGLI ITALIANI E' INVESTITO AD ALTO RISCHIO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

VISCO   BANCA   ITALIA   RISPARMI   AZIONI OBBLIGAZIONI   FONDI   COMUNI   INVESTIMENTO   ALTO   RISCHIO   CROLLO   BANCHE   MILANO   BORSA   DEBITO   PUBBLICO   TITOLI   STATO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
JOE BIDEN DA VICE DI OBAMA ''INTERVENNE'' IN UCRAINA PER FAR CACCIARE IL GIUDICE CHE STAVA INDAGANDO SU SUO FIGLIO

JOE BIDEN DA VICE DI OBAMA ''INTERVENNE'' IN UCRAINA PER FAR CACCIARE IL GIUDICE CHE STAVA

martedì 21 maggio 2019
NEW YORK - L'ex vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ha formalizzato la propria candidatura in vista delle elezioni presidenziali 2020, e appare ad oggi il candidato di punta del Partito
Continua
 
NORDAFRICANO CLANDESTINO DA' FUOCO AL COMANDO DEI VIGILI DI MIRANDOLA: DUE MORTI, VENTI FERITI TRA CUI SEI MINORI

NORDAFRICANO CLANDESTINO DA' FUOCO AL COMANDO DEI VIGILI DI MIRANDOLA: DUE MORTI, VENTI FERITI TRA

martedì 21 maggio 2019
MIRANDOLA - Due morti, una signora 84enne italiana costretta a letto per le precarie condizioni di salute e la sua badante ucraina di 74 anni, e 20 feriti, tra cui il marito della vittima e altre tre
Continua
L'ITALIA STA CAMBIANDO PER IL BENE DI TUTTI IL GOVERNO HA DIRITTO DI CONTINUARE ATTACCHI DA OGNI DOVE, MA NON VINCERANNO

L'ITALIA STA CAMBIANDO PER IL BENE DI TUTTI IL GOVERNO HA DIRITTO DI CONTINUARE ATTACCHI DA OGNI

lunedì 20 maggio 2019
MILANO - La bacchetta magica non esiste, e men che meno in mano a chi governa un Paese. Tuttavia, dopo più di un anno dalle elezioni politiche in Italia che hanno decretato la vittoria della
Continua
 
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
 
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI E' CONTRO L'UNIONE''

LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI
Continua

 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!