Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

DICHIARAZIONE ESPLOSIVA DEL GOVERNATORE DI BANKITALIA: ''IL 55% DEI RISPARMI DEGLI ITALIANI E' INVESTITO AD ALTO RISCHIO''

mercoledì 15 marzo 2017

Quando è il Governatore di una banca centrale a dichiararlo, c'è di che esserne molto - molto - preoccupati: "Fino a 25-30 anni fa le famiglie italiane investivano in strumenti semplici, depositi o titoli pubblici. Oggi il 55% del risparmio italiano e' in strumenti finanziari molto rischiosi, come investimenti in quote di fondi comuni, azioni, altre partecipazioni e riserve assicurative".

Con queste raggelanti parole il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, è intervenuto alla tavola rotonda "Per una efficace tutela del risparmio: rimedi penalistici, amministrativi e rapporto con i poteri di accertamento e di Vigilanza", organizzata dalla Scuola Superiore della Magistratura.

"Bisogna capire quanto e' cambiato questo risparmio e come oggi sia molto piu' complicato tutelarlo", ha aggiunto. "Il problema del risparmio e' che va tutelato alla fonte, ma quando viene investito va tutelato da una parte sicuramente evitando che ci siano truffe e cose del genere, ma dall'altra anche agendo su noi stessi, sulla nostra comprensione" ovvero sull'educazione finanziaria, ha sottolineato Visco. "Se ti danno il 3% bene, ma se danno il 10-20% devi sapere che stai correndo un rischio alto". Visco non è entrato nei dettagli degli investimenti ad alto rischio, ma certamente ha messo in guardia gli italiani: più di uno su due può perdere tutti i propri risparmi.

"Oggi il 55% del risparmio italiano e' investito in strumenti finanziari molto rischiosi - ha ribadito Visco nell'intervento pubblico oggi a Milano -. Invece, fino a 25 anni fa le famiglie italiane investivano in strumenti semplici, come depositi e titoli pubblici e senza dimenticare che 30 anni fa le banche italiane non erano private. E quando dicono di uscire dall'euro e di tornare alla lira, magari facendo ripartire una bella inflazione, ovviamente non si guarda a chi possiede e ha messo il proprio risparmio nel debito pubblico" che è come dire che il debito pubblico italiano è a sua volta ad alto rischio.

Le parole di oggi del Governatore della Banca d'Italia hanno messo in luce e in chiaro che il Paese sta camminando sull'orlo del baratro. Se oltre la metà dei risparmi degli italiani è "ad alto rischio" questo significa che oltre la metà delle strutture finanziarie italiane sono a loro volta ad "alto rischio". 

Redazione Milano


DICHIARAZIONE ESPLOSIVA DEL GOVERNATORE DI BANKITALIA: ''IL 55% DEI RISPARMI DEGLI ITALIANI E' INVESTITO AD ALTO RISCHIO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

VISCO   BANCA   ITALIA   RISPARMI   AZIONI OBBLIGAZIONI   FONDI   COMUNI   INVESTIMENTO   ALTO   RISCHIO   CROLLO   BANCHE   MILANO   BORSA   DEBITO   PUBBLICO   TITOLI   STATO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
REFERENDUM: OGGI SI VOTA IN LOMBARDIA E VENETO. ANDATE A VOTARE, E VOTATE SI'!

REFERENDUM: OGGI SI VOTA IN LOMBARDIA E VENETO. ANDATE A VOTARE, E VOTATE SI'!

domenica 22 ottobre 2017
"Questa campagna apre prospettive esaltanti, ne sono certo, ma un risultato l'ha gia' ottenuto: far sapere a tutti che la Lombardia e' davvero una regione speciale". Roberto Maroni ha affidato il suo
Continua
 
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
 
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
 
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI E' CONTRO L'UNIONE''

LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI
Continua

 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!