Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

WALL STREET JOURNAL: ''IL GOVERNO ITALIANO INVECE DI COMBATTERE IL TERRORISMO ISLAMICO, CONDANNA I PATRIOTI CHE LO FANNO''

giovedì 2 marzo 2017

WASHINGTON -  Passata in silenzio in Italia, la notizia invece campeggia sulla prima pagina del Wall Street Journal di oggi. "L'Italia ha ritirato la richiesta di estradizione a carico dell'ex agente della Cia Sabrina De Sousa, dopo la grazia parziale concessale dal presidente della Repubblica italiano Sergio Mattarella. L'ex agente della Cia, che era stata arrestata dalle autorita' portoghesi proprio in vista della sua estradizione in Italia - scrive l'importante quotidiano finanziario - e' stata rimessa in libertà".

"De Sousa, 61 anni, era stata condannata in absentia assieme ad altri 22 agenti dell'intelligence Usa per il sequestro dell'ex imam egiziano Abu Omar a Milano avvenuto nel 2003 nell'ambito del programma di Extraordinary Renditions varato dall'amministrazione presidenziale Usa Bush dopo gli attentati dell'11 settembre 2001 per dare la caccia ovunque nel mondo ai terroristi islamici e ai loro fiancheggiatori, finanziatori, indottrinatori e reclutatori".

Intervistata a Lisbona, la donna ha ringraziato l'amministrazione del nuovo presidente americano Donald Trump per essersi fatta carico del suo caso, ed ha citato in particolare l'ex deputato repubblicano Pete Hoekstra, che ha esercitato pressioni sulla comunita' d'intellicente Usa affinche' negoziasse con le autorita' italiane in favore della ex agente segreto operativo.

"La nuova leadership della Cia ha sostenuto Sabrina al cento per 100", ha dichiarato Hoekstra commentando l'epilogo della vicenda. "La prospettiva di un ex agente della Cia rinchiuso in una prigione italiana sarebbe stata inaccettabile in termini d'immagine. Questa e' stata per 13 anni una ferita aperta nelle relazioni tra Italia e Stati Uniti, e ora finalmente si sta rimarginando".

La Cia ha evitato di commentare pubblicamente la vicenda, come è suo costume.

La direzione del "Wall Street Journal", invece, ha pubblicato oggi un editoriale non firmato e quindi da attribuire ai vertici editoriali del giornale, che critica duramente il disinteresse delle precedenti amministrazioni presidenziali Usa negli otto anni di Obama, la lunga persecuzione giudiziaria di De Sousa da parte delle autorita' giudiziarie italiane e la "grazia a meta'" che le ha consentito di rimanere in liberta'.

"La commutazione della pena e' un sollievo per De Sousa e per la sua famiglia, ma Roma avrebbe dovuto accordarle il pieno perdono - scrive il quotidiano -. Gli agenti che sequestrarono Abu Omar agivano per proteggere l'Italia, nell'esercizio delle loro funzioni formali, in accordo con gli ordini ricevuti e con la collaborazione delle autorita' italiane".

Parole chiare che ovviamente in Italia nessuno ha riferito all'opinione pubblica.

La direzione del Wall Street Journal sottolinea - testualmente - che "il presidente della Repubblica italiano ha motivato la grazia parziale con la fine del programma di sequestri extra-giudiziali da parte di Washington" - una motivazione che il quotidiano contesta perchè "suggerisce che le azioni ritenute legali in un preciso momento possano successivamente compromettere la vita dei patrioti che le hanno compiute al semplice mutare degli umori politici".

"La conclusione piu' deprimente che si puo' trarre dalla vicenda - sostiene in fine il quotidiano - "è che mentre in Europa aumenta la minaccia islamista, troppi leader europei continuano a condannare i passi necessari a fronteggiare tale minaccia e a sconfiggerla".

Detto in breve: il governo italiano invece di fronteggiare concretamente la minaccia del terrorismo islamico, persegue chi lo combatte per sconfiggerlo.

Oggi, scritto sulla prima pagina del più importante quotidiano finanziario del mondo.

Redazione Milano

Redazione Milano


WALL STREET JOURNAL: ''IL GOVERNO ITALIANO INVECE DI COMBATTERE IL TERRORISMO ISLAMICO, CONDANNA I PATRIOTI CHE LO FANNO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

WALL   STREET   JOURNAL   ITALIA   CIA   TERRORISMO   ISLAMICO   IMAM   ABU   OMAR   SEQUESTRO   STATI   UNITI   OBAMA   BUSH   11/9   2001   DONALD   TRUMP    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO COMBINATO DA MIO PADRE

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO

martedì 18 settembre 2018
MILANO - L'assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in una nota commenta la notizia di una ragazza pachistana, che ha inviato una lettera alla
Continua
 
NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO VINO MARSALA CINESE

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO

martedì 18 settembre 2018
I dazi imposti dal presidente Trump alla Cina fanno emergere la concorrenza sleale, oltre che la pessima qualità dei prodotti, messa in atto dal gigante asiatico anche ai danni dell'Italia.
Continua
SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA (LIBERO GIA' DOMANI?)

SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA

lunedì 17 settembre 2018
ROMA - Un 31enne del Bangladesh, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Quadraro perché sorpreso in via Labico, pronto a spacciare
Continua
 
QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO PAESI A RICOSTRUIRLI''

QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO

lunedì 17 settembre 2018
LONDRA - L'Europa appartiene agli europei e tutti i rifugiati dovrebbero ritornare ai loro paesi per ricostruirli. Questo e' cio' che pensano tutte le persone di buonsenso, ma la vera sorpresa sta
Continua
SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL  LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA CONCRETA FELICITA'

SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA

domenica 16 settembre 2018
"Hanno capito che il loro tempo e' finito, stanno tornando i valori veri che non sono la finanza ma il diritto alla vita, al lavoro, alla sicurezza alla felicita' ad avere piedi piantati per terra.
Continua
 
MEGA BOOM DEL LAVORO IN GRAN BRETAGNA: MOLTE PIU' LE RICHIESTE DEL MERCATO DEI CANDIDATI DISPONIBILI (COME NELLA UE...)

MEGA BOOM DEL LAVORO IN GRAN BRETAGNA: MOLTE PIU' LE RICHIESTE DEL MERCATO DEI CANDIDATI

sabato 15 settembre 2018
LONDRA - La stampa italiana non perde mai l'occasione per lanciare falsi allarmi sulla Brexit, nel timore che anche l'Itala segua la via intrepresa dal Regno Unito, e parallelamente censura ogni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DJ FABO E' MORTO IN SVIZZERA. AVEVA DECISO DI FARLO, MA IN ITALIA IL SUICIDIO ASSISTITO E' VIETATO

DJ FABO E' MORTO IN SVIZZERA. AVEVA DECISO DI FARLO, MA IN ITALIA IL SUICIDIO ASSISTITO E' VIETATO

 
LES ECHOS SCRIVE DELL'INCHIESTA CONSIP CHE COINVOLGE TIZIANO RENZI  E AFFONDA MATTEO: ''TALE PADRE, TALE FIGLIO''.

LES ECHOS SCRIVE DELL'INCHIESTA CONSIP CHE COINVOLGE TIZIANO RENZI E AFFONDA MATTEO: ''TALE PADRE,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!