Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS
ATTACCO TERRORISTICO A Barcellona: 'Cadena Ser', almeno 13 morti in attentato

AL VIA IN OLANDA LA COMMISSIONE PARLAMENTARE PER DECIDERE SE RIMANERE NELL'EURO O ABBANDONARLO (CENSURA GLOBALE)

martedì 28 febbraio 2017

E' ormai un dato di fatto che l'euro sia la causa principale di tutti i problemi economici dell'eurozona e adesso c'e' chi discute apertamente se e come uscirne.

A tale proposito e' di pochi giorni fa la notizia che in Olanda sta per nascere una commissione parlamentare che avra' il compito di decidere sul futuro della moneta unica e vedere se conviene rimanere o uscire dall'euro e a portare avanti questa inchiesta e' il consiglio di stato, l'organo che fornisce consulenza legale al governo.

L'aspetto sorprendente di questa vicenda e' che a chiedere questa inchiesta non e' stato un parlamentare del partito di Geert Wilders bensi' Pieter Omtzigt, parlamentare euroscettico del partito d'opposizione cristiano democratico, il quale ha motivato questa richiesta col fatto che la politica monetaria della BCE ha danneggiato enormemente l'economia olandese. E quindi è arrivato il momento di vederci chiaro, su questa moneta tossica.

Infatti proprio l'anno scorso un rapporto del parlamento olandese ha stimato in 100 miliardi di euro il danno che i bassissimi tassi di interesse hanno arrecato ai fondi pensione dell'Olanda i quali stanno avendo problemi a pagare le pensioni proprio perche' i titoli di stato rendono pochissimo, e dato che i fondi pensione investono in modo prudente il capitale versato dagli aderenti, e tra i principali investimenti ci sono appunto i solidissimi titoli di stato olandesi, data l'attuale rendita prossima allo zero per colpa delle scelte di politica finanziaria della Bce, ora sono in grossi guai.

Omtzigt ha dichiarato che l'Olanda e' pronta a citare la banca centrale europea al tribunale europeo del Lussemburgo, visto e comprovato che la sua politica monetaria voluta da Draghi sta creando danni enormi all'economia olandese.

Tra qualche mese il consiglio di stato si pronunciera' su questa richiesta e quindi la questione se rimanere o meno nella zona euro verra' dibattuta in parlamento.

C'e' chi vede in questa commissione d'inchiesta un tentativo per fermare il Freedom Party di Wilders che attualmente e' in testa nei sondaggi, ma l'opposizione all'euro e alle politiche monetarie della BCE oramai e' trasversale quindi anche un'ipotetica sconfitta di Wilders non fermerebbe questa commissione d'inchiesta visto che il partito che ha voluto questa indagine farebbe parte della futura coalizione di governo - per bloccare l'ascesa di Wilders - e quindi a prescindere dai risultati elettorali l'Olanda potrebbe decidere di uscire dall'euro.

Come e' possibile capire, questa notizia e' molto importante e non e' un caso che sia stata ampiamente riportata dalla stampa britannica - oltre che olandese e tedesca - mentre in Italia e' stata censurata perche' si vuole ancora far credere che l'euro e' stato un colossale successo e che tutte le nazioni dell'euro zona applaudono a questa moneta inventata, quando invece sta dilagando anche in Olanda la voglia di abbandonarla.

Noi ovviamente non ci stiamo e abbiamo riportato questa storia perche' vogliamo una commissione d'inchiesta anche in Italia.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


AL VIA IN OLANDA LA COMMISSIONE PARLAMENTARE PER DECIDERE SE RIMANERE NELL'EURO O ABBANDONARLO (CENSURA GLOBALE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

OLANDA   COMMISSIONE   PARLAMENTARE   BCE   UE   EURO   ZONA   EUROZONA   ELEZIONI   WILDERS   CRISTIANO   DEMOCRATICO   PENSIONI   PERICOLO   DRAGHI   AMSTERDAM    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GOVERNO SOCIALDEMOCRATICO AUSTRIACO VARA LA LEGGE CHE DA' IL LAVORO PRIMA AI CITTADINI AUSTRIACI, POI AGLI STRANIERI

GOVERNO SOCIALDEMOCRATICO AUSTRIACO VARA LA LEGGE CHE DA' IL LAVORO PRIMA AI CITTADINI AUSTRIACI,
Continua

 
FINANCIAL TIMES: ''INDIPENDENTEMENTE DALLA VITTORIA IN FRANCIA E GERMANIA DEGLI EUROPEISTI UE E EURO CROLLERANNO A BREVE''

FINANCIAL TIMES: ''INDIPENDENTEMENTE DALLA VITTORIA IN FRANCIA E GERMANIA DEGLI EUROPEISTI UE E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!