Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

OLIVER STONE: LE FALSE NOTIZIE SONO MESSE IN CIRCOLAZIONE DALLE PRINCIPALI TESTATE: COME PER L'UCRAINA CHE FU GOLPE USA

domenica 5 febbraio 2017

Chi e' il responsabile della circolazione delle tante "fake news", le notizie false in circolazione nel mondo? Oliver Stone non ha dubbi: non sono i canali non convenzionali ma, al contrario, le testate giornalistiche piu' prestigiose. Presentando il documentario Ukraine on Fire, di cui e' produttore e che racconta la rivoluzione ucraina del 2014, Stone ha voluto raccontare il suo punto di vista, secondo il quale a generare fake news sono prima di tutto i canali di stampa tradizionali e che quella rivoluzione, la cui responsabilita' e' stata attribuita alla Russia di Putin, e' stata invece elaborata e finanziata dagli Stati Uniti per colpevolizzare la Russia e per giustificare ancora l'esistenza della Nato.

Stone ha anche definito "ridicola" la teoria secondo la quale Donald Trump sarebbe stato eletto grazie alle interferenze di Putin.

Il documentario, presentato nel corso della prima edizione di Filming on Italy e' diretto dal regista ucraino Igor Lopatonok mentre Oliver Stone ne e' il produttore e l'intervistatore dei protagonisti di questa vicenda, Vladimir Putin e Viktor Yanukovych, ex presidente ucraino, deposto a seguito di quella che e' stata fatta passare per una rivoluzione partita dal basso ma che invece quanto documentato dal documentario, e' stato un vero e proprio colpo di stato che ha goduto dei finanziamenti degli stessi Stati Uniti.

"L'America ha un ruolo enorme e una grossa responsabilita' e continua a negarlo - ha detto il regista, premio Oscar per Fuga di mezzanotte, Platoon e Nato il 4 Luglio - E' una situazione dolorosa per la gente ucraina. Quello che noi raccontiamo non e' la narrativa ufficiale, ma e' quello che e' accaduto. Non lo vedrete mai sui media americani, ma troveremo un modo di fare vedere in nostro documentario, sia pure su Youtube".

Stone ha pesantemente attaccato la stampa americana, colpevole di accettare la versione governativa senza indagare, senza andare a fondo: "Dov'e' andato il giornalismo degli anni Settanta, quello che ha portato allo scandalo del Watergate e ha mostrato la vera faccia della guerra in Vietnam? - si chiede Stone - Ad un certo punto ha smesso di avere senso critico. La funzione del giornalismo dovrebbe essere quella di analizzare le teorie delle fonti ufficiali e criticarle. Non lo sta piu' facendo e questo documentario mostra chiaramente che ha fallito. New York Times, Washington Post e tutte le altre prestigiose testate americane non stanno facendo piu' il loro lavoro".

Stone ha commentato anche l'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca e bollato come ridicole le teorie di ingerenza russa nelle elezioni. "Sono gli Stati Uniti che hanno una lunga tradizione di ingerenza nella politica di altri paesi, non la Russia". Filming on Italy proseguira' il 7 febbraio con un incontro con l'attore, regista e produttore Riccardo Scamarcio, che portera' negli Stati Uniti Pericle il nero (2016) di Stefano Mordini, e con la giovane regista emergente Irene Dionisio, di cui verra' proiettato il documentario Sponde (2015). Sempre il 7 febbraio Cecilia Peck sara' ospite dell'evento per celebrare il centenario della nascita del padre Gregory Peck - indimenticabile protagonista di Vacanze Romane, cult movie ed emblema dell'Italia quale location cinematografica - con la proiezione del trailer "Gregory Peck and Italy".

Redazione Milano


OLIVER STONE: LE FALSE NOTIZIE SONO MESSE IN CIRCOLAZIONE DALLE PRINCIPALI TESTATE: COME PER L'UCRAINA CHE FU GOLPE USA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

OLIVER   STONE   UCRAINA   USA   GOLPE   KIEV   FALSE   NOTIZIE   GRANDI   TESTATE   GIORNALISTICHE   INTERNAZIONALI   FAKE   NEWS   PUTIN   RUSSIA   TRUMP   ELEZIONI   AMERICANE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
REFERENDUM: OGGI SI VOTA IN LOMBARDIA E VENETO. ANDATE A VOTARE, E VOTATE SI'!

REFERENDUM: OGGI SI VOTA IN LOMBARDIA E VENETO. ANDATE A VOTARE, E VOTATE SI'!

domenica 22 ottobre 2017
"Questa campagna apre prospettive esaltanti, ne sono certo, ma un risultato l'ha gia' ottenuto: far sapere a tutti che la Lombardia e' davvero una regione speciale". Roberto Maroni ha affidato il suo
Continua
 
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
 
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
 
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA MERKEL PROPORRA' LA FRANTUMAZIONE DELLA UE A ROMA AL 60°ANNIVERSARIO: ''LA UE PUO' AVERE UN FUTURO A PIU' VELOCITA'''

LA MERKEL PROPORRA' LA FRANTUMAZIONE DELLA UE A ROMA AL 60°ANNIVERSARIO: ''LA UE PUO' AVERE UN
Continua

 
LA UE VUOLE IMPORRE PER LEGGE LA SUA BANDIERINA SULLE MAGLIE DEGLI ATLETI OLIMPIONICI E DELLE SQUADRE NAZIONALI!

LA UE VUOLE IMPORRE PER LEGGE LA SUA BANDIERINA SULLE MAGLIE DEGLI ATLETI OLIMPIONICI E DELLE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!