Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

DURO ATTACCO DI PORTOGALLO E GRECIA ALLA UE E ALLE SUE FALSE ''ISTITUZIONI'' ANTIDEMOCRATICHE COME L'EUROGRUPPO

sabato 4 febbraio 2017

PORTOGALLO - "L'Eurogruppo - ovvero la riunione dei ministri delle finanze degli stati che usano l'euro - non e' una istituzione dell'Unione europea: lo dicono anche le sentenze della Corte di giustizia Ue".

Cosi' si è espresso il presidente greco Prokopis Pavlopoulos dopo aver ricevuto il titolo onorario di dottore di ricerca presso l'universita' portoghese di Coimbra.

Pavlopoulos, che si trova in visita ufficiale in Portogallo, ha sottolineato che "l'Eurogruppo e' solamente un forum informale dei ministri delle Finanze dei paesi della zona euro senza un significato istituzionale, anche se prende le decisioni riguardo ai programmi di salvataggio".

Secondo l'agenzia di stampa "Ana-Mpa", il capo dello stato greco ha anche fatto riferimento nel suo intervento ad alcune sentenze della Corte di giustizia dell'Ue sul salvataggio di Cipro, nelle quali si fa esplicito riferimento all'Eurogruppo come ad un forum informale di discussione dei ministri dei paesi aderenti all'euro e non come ad "un organismo decisionale".

Secondo il presidente greco questa situazione in cui un organismo informale impone decisioni a paesi in difficolta' economica acuisce "il deficit democratico" di cui attualmente soffre l'Ue. Ovvero, è un organismo antidemocratico, non eletto, che si arroga diritti di giudizio e di imposizione di ordini a Stati della zona euro senza averne alcuna autorizzazione e rispetto le cui decisioni agli stati è impedita l'opposizione, pena il ricatto con gravi conseguenze finanziarie e politiche.

In precedenza, nella conferenza stampa a Coimbra con l'omologo portoghese Marcelo Rebelo de Sousa, il presidente Pavlopoulos ha dichiarato che l'Unione europea deve abbandonare rapidamente le politiche "senza prospettive" dell'austerita', che stanno causando cali nella crescita del Pil della maggior parte dei paesi membri.

Secondo Pavlopoulos, le attuali politiche dell'austerita' dovrebbero essere sostituite a livello Ue da una politica economica in grado di combinare azioni volte ad eliminare il deficit e la spesa inutile risolvendo al contempo la crisi del debito per arrivare ad una "crescita sostenibile".

"Questa politica deve sostenere le riforme necessarie e investimenti adeguati", ha detto il presidente greco aggiungendo che si tratta dei valori base della "cultura democratica europea". Pavlopoulos ha parlato di Grecia e Portogallo come di due paesi che hanno sofferto a causa delle politiche recessive imposte dall'Ue e per questo devono "lavorare insieme" per un cambiamento di approccio nella "famiglia europea", in particolare sulle politiche economiche e dell'immigrazione. 

Da Bruxelles non ci sono state repliche, ma le solite "fonti" che si nascondono dietro l'anonimato hanno fatto sapere che la Commissione Ue e l'Eurogruppo non hanno affatto gradito queste critiche democratiche.

Redazione Milano


DURO ATTACCO DI PORTOGALLO E GRECIA ALLA UE E ALLE SUE FALSE ''ISTITUZIONI'' ANTIDEMOCRATICHE COME L'EUROGRUPPO




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
REFERENDUM: OGGI SI VOTA IN LOMBARDIA E VENETO. ANDATE A VOTARE, E VOTATE SI'!

REFERENDUM: OGGI SI VOTA IN LOMBARDIA E VENETO. ANDATE A VOTARE, E VOTATE SI'!

domenica 22 ottobre 2017
"Questa campagna apre prospettive esaltanti, ne sono certo, ma un risultato l'ha gia' ottenuto: far sapere a tutti che la Lombardia e' davvero una regione speciale". Roberto Maroni ha affidato il suo
Continua
 
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
 
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
 
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'EURO E' LA MONETA UNICA TEDESCA SENZA L'EURO LO STATO ITALIANO RISPAMIERA' 8 MILIARDI L'ANNO (CENTRO STUDI MEDIOBANCA)

L'EURO E' LA MONETA UNICA TEDESCA SENZA L'EURO LO STATO ITALIANO RISPAMIERA' 8 MILIARDI L'ANNO
Continua

 
LA GERMANIA ORA PER IL SUO ENORME SURPLUS DI BILANCIO ACCUSA LA BCE: ''TUTTA COLPA DI DRAGHI (SE NAVIGHIAMO NELL'ORO)''

LA GERMANIA ORA PER IL SUO ENORME SURPLUS DI BILANCIO ACCUSA LA BCE: ''TUTTA COLPA DI DRAGHI (SE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!