Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

DONALD TRUMP ACCOGLIE THERESA MAY ALLA CASA BIANCA CON QUESTE PAROLE: ''LA BREXIT SARA' FANTASTICA PER IL REGNO UNITO''

sabato 28 gennaio 2017

WASHINGTON - Gli incontri diplomatici alla Casa Bianca dell'era Trump cominciano sulla via che da oltre un secolo è stata percorsa dai predecessori di Theresa May e Donald Trump, interrotta solo da Obama: la 'Special relationship' che lega Stati Uniti e Regno Unito.

Il legame solido tra le due parti dell'Atlantico, ma che va rinnovato e rafforzato alla luce di circostanze e leader nuovi. La premier britannica Theresa May e' il primo leader straniero che Donald Trump presidente riceve alla Casa Bianca, a pochi giorni dal suo insediamento, quasi a ritrovare il perno di una politica estera che Trump sembra pur intenzionato a tracciare strada facendo, a partire dalla telefonata domani con Vladimir Putin: "Non lo conosco", afferma, "ma spero in buone relazioni. Vediamo cosa succede".

Prosperita' e fermezza. Queste intanto le basi su cui May e Trump si riconoscono. Portati insieme sul podio nella East Room della Casa Bianca dalla scelta sulla Brexit da una parte e da una campagna elettorale inarrestabile dall'altra.

"La Brexit sara' fantastica per il vostro Paese", ha detto Trump a fianco della premier britannica, ricordando che lui l'aveva prevista. "Avrete la vostra identita' e le persone che vorrete nel vostro Paese, potrete fare accordi commerciali liberamente senza che nessuno vi guardi". Ed e' questo il messaggio che Theresa May riporta oggi forte e chiaro a Londra, la garanzia che nell'incertezza per la nuova strada fuori dall'Europa si puo' guardare all'America con fiducia. "La Brexit sarà una cosa fantastica per il Regno Unito", ha ripetuto Trump per una seconda volta, ricordando ancora che in campagna elettorale aveva anticipato l'addio di altri Paesi Ue. Perché il Regno Unito "sarà capace di raggiungere accordi di libero scambio senza nessuno abbia da ridire su cosa fate" e "potrà controllare chi entra" nella nazione (lo ha detto lui che è convinto che chiunque arrivi da Siria, Iraq, Iran, Libia, Sudan, Somalia o Yemen è pericoloso). 

"Dobbiamo ridare prosperita' ai nostri popoli", ha scandito quindi May, indicando la missione comune. Eppure la premier Tory sembra venuta a Washington anche ad attutire qualcuno degli acuti di Trump, proponendosi in cambio di intercedere ancora presso i partner europei. Cosi' sulla Nato da una parte ha rassicurato che Trump le ha confermato di essere "al 100% a favore dell'Alleanza". E dall'altra ha promesso la prima linea nell'esortare i partner atlantici a far fronte alle proprie responsabilita' finanziarie, rispettando il 2% della spesa per la difesa. Perchè per ora sono gli Stati Uniti a sobbarcarsela quasi per intero. 

Sulle sanzioni a Mosca, May ha ribadito che per sollevarle la precondizione e' la piena attuazione degli accordi di Minsk sulla crisi ucraina, seguita dall'ammissione di Trump che e' "troppo presto per parlarne con la Russia". Nelle scorse ore poi non era passato inosservato il suo 'rimprovero' sulle torture, che Trump si e' detto convinto funzionino nella lotta al terrorismo. Anche se con Trump la May ha frenato: "Decideranno i generali". Anzi, il segretario alla Difesa James Mattis, contrario al waterboarding ha dichiarato: "Non sono necessariamente d'accordo, ma il capo del Pentagono prevarra' su di me, perche' gli daro' questo potere".

Cosi', chi si aspettava subito una rievocazione del binomio Reagan-Thatcher può dirsi soddisfatto, dovra' aspettare sviluppi, ma le basi state gettate. Sono forti queste prove d'intesa tra la 'figlia del pastore' e il businessman star della reality tv, che non potrebbero essere piu' diversi, ma forse no: "Abbiamo in comune l'interesse per la gente comune che lavora", ha detto May, trasmettendo tra l'altro l'invito della regina Elisabetta al presidente e alla first lady per una visita di Stato a Londra entro l'anno.

Conferenza stampa corta, anzi brevissima rispetto all'era Obama, con momenti di leggerezza ma composta. E cauta. Anche quando Trump e' stato interpellato sulla sua prima 'crisi' internazionale, lo scontro con il Messico: il presidente ha confermato di aver avuto un colloquio di un'ora oggi con il presidente messicano Enrique Pena Nieto che ha cancellato la sua visita a Washington prevista per martedi' prossimo. Una telefonata "molto buona", ha affermato, pur insistendo sulla necessita' del muro, di una revisione del Nafta e sostenendo che sul commercio il Messico "ci ha ridotto in poltiglia".

L'incontro si è concluso nel modo migliore: Theresa May torna a Londra forte di una nuova alleanza, e non solo tra stati, anche con un presidente degli Stati Uiniti che ha previsto la vittoria della Brexit e che ora è al suo fianco per aiutare il governo britannico a realizzarla.

Redazione Milano


DONALD TRUMP ACCOGLIE THERESA MAY ALLA CASA BIANCA CON QUESTE PAROLE: ''LA BREXIT SARA' FANTASTICA PER IL REGNO UNITO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

THERESA   MAY   DONALD   TRUMP   USA   GRAN   BRETAGNA   BREXIT   EUROPA   TRATTATI   COMMERCIO   LIBERO   SCAMBIO   CASA   BIANCA   WASHINGTON  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGI CHE IN ITALIA VENGONO CENSURATI: IL 67% DEGLI ITALIANI VALUTA LA UE NEGATIVA E DANNOSA PER L'ITALIA

SONDAGGI CHE IN ITALIA VENGONO CENSURATI: IL 67% DEGLI ITALIANI VALUTA LA UE NEGATIVA E DANNOSA PER

martedì 22 settembre 2020
LONDRA - La nostra classe politica non smette mai di tessere le lodi della UE e di accusare tutti coloro che si oppongono a questa istituzione malefica di essere razzisti e ignoranti ma cosa pensano
Continua
 
GRAN BRETAGNA GRAZIE ALLA BREXIT FIRMA ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO MERCI COL GIAPPONE 99% SENZA DOGANA (NOTIZIA CENSURATA)

GRAN BRETAGNA GRAZIE ALLA BREXIT FIRMA ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO MERCI COL GIAPPONE 99% SENZA

lunedì 14 settembre 2020
LONDRA - Dalla fine di Gennaio 2020 la Gran Bretagna e' un paese indipendente dalla Ue e quindi ha la liberta' di concludere accordi di libero scambio con chi vuole senza dover tenere conto del
Continua
CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID. CONSEGNE A SETTEMBRE

CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID.

giovedì 21 maggio 2020
LONDRA - Ci siamo, il vaccino è pronto e la produzione su scala planetaria è al via. La multinazionale Astrazeneca ha concluso i primi accordi per la produzione di almeno 400 milioni di
Continua
 
GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA: GLOBALIZZAZIONE ADDIO

GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA:

martedì 12 maggio 2020
La battaglia intrapresa dal Giappone contro il coronavirus ha acceso a Tokyo un campanello d'allarme in merito alla dipendenza del sistema paese dalle catene di fornitura della Cina. Gia' da alcuni
Continua
FINANCIAL TIMES: MONDO SI RIVOLTA CONTRO LA CINA E IL REGIME TENTA DI CORROMPERE SENATORE AMERICANO PER AVERE ''ELOGI''

FINANCIAL TIMES: MONDO SI RIVOLTA CONTRO LA CINA E IL REGIME TENTA DI CORROMPERE SENATORE AMERICANO

lunedì 20 aprile 2020
La sperimentata cautela del soft power cinese in Occidente, abbandonata dal regime comunista cinese da qualche tempo in favore di una diplomazia piu' aggressiva, ha fatto posto con la crisi del
Continua
 
STATI UNITI: ''FAREMO TUTTO QUANTO E' NECESSARIO PER CONSENTIRE ALL'ECONOMIA ITALIANA DI RIPRENDERSI A FINE EPIDEMIA''

STATI UNITI: ''FAREMO TUTTO QUANTO E' NECESSARIO PER CONSENTIRE ALL'ECONOMIA ITALIANA DI

giovedì 9 aprile 2020
Gli Stati Uniti si candidano a guidare "una coalizione globale" nella lotta contro il Covid-19. "Siamo pronti a collaborare con tutti i Paesi, compresa la Cina. Anche se Pechino deve garantire
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA PREMIER BRITANNICA THERESA MAY: ''NOI RESISTEREMO ALL'ECLISSI DELL'OCCIDENTE. GRAN BRETAGNA E STATI UNITI ALLEATI''

LA PREMIER BRITANNICA THERESA MAY: ''NOI RESISTEREMO ALL'ECLISSI DELL'OCCIDENTE. GRAN BRETAGNA E
Continua

 
INCHIESTA / NEL 2016 BEN 230 RIUNIONI DECISIONALI SEGRETE TRA COMMISSIONE UE, CONSIGLIO D'EUROPA E VERTICI PARLAMENTO

INCHIESTA / NEL 2016 BEN 230 RIUNIONI DECISIONALI SEGRETE TRA COMMISSIONE UE, CONSIGLIO D'EUROPA E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua

ZINGARETTI: ''IMPOSSIBILE QUALSIASI GOVERNO CON ITALIA VIVA,

14 gennaio - ''C'è un dato che non può essere cancellato dalle nostre analisi. Ed
Continua

IL PD HA DECISO CONTE DEVE VENIRE IN PARLAMENTO: VOTO DI FIDUCIA O

14 gennaio - MONTECITORIO - ''Come gruppo dei democratici vogliamo che la crisi venga
Continua

PD: ''I COSIDDETTI RESPONSABILI NON CI SONO, RISCHIO CONCRETO

14 gennaio - ''I cosiddetti responsabili non ci sono, la maggioranza dopo lo strappo
Continua

MATTEO SALVINI: ''L'UNICA STRADA SONO LE ELEZIONI''

14 gennaio - ''O trovano una nuova maggioranza, affidandosi ai Mastella, oppure la
Continua

FRATELLI D'ITALIA: ''CONTE RIMETTA IL MANDATO E SI VOTI''.

14 gennaio - ''L'atto conclusivo di questa esperienza fallimentare del governo Conte
Continua

GDF DI BERGAMO NEGLI UFFICI DI ALTI DIRIGENTI DEL MINISTERO DELLA

14 gennaio - La Guardia di Finanza di Bergamo sta acquisendo documenti anche negli
Continua

GDF BERGAMO DENTRO MINISTERO SALUTE E ISS A ROMA: INCHIESTA SUL

14 gennaio - BERGAMO - La Gdf di Bergamo, oltre che negli uffici del Ministero della
Continua

LEGA: MATTARELLA EVITI DI DARE INCARICO A CONTE CON MAGGIORANZE

14 gennaio - ''Non è possibile fingere che nulla sia accaduto e aspettare che Conte
Continua

PIU' EUROPA INTIMA A CONTE DI VERIFICARE SUBITO SE HA ANCORA

14 gennaio - ''La crisi deve essere immediatamente parlamentarizzata: Conte vada
Continua

GERMANIA CON I CONTI IN ROSSO: DISAVANZO PUBBLICO CHIZZA AL 4,8%

14 gennaio - BERLINO - Con la crisi pandemica e le relative contromisure, nel 2020 la
Continua

FONTANA: LOMBARDIA PRIMA PER NUMERO VACCINATI E SOMMINISTRAZIONI

13 gennaio - MILANO - Lombardia ha superato le 100.000 vaccinazioni Anti Covid. Con
Continua
ROBERTO MARONI E' TORNATO A CASA DALL'OSPEDALE E STA BENE

ROBERTO MARONI E' TORNATO A CASA DALL'OSPEDALE E STA BENE

13 gennaio - VARESE - ''Finalmente sono tornato. Ringrazio il prof. Paolo Ferroli e
Continua

MATTEO SALVINI: ''SIAMO DISGUSTATI DA CONTE E RENZI, DAI LORO

13 gennaio - ''Siamo disgustati. Da settimane l'Italia è in balia dei capricci di
Continua

ROBERTO MARONI DIMESSO DAL BESTA DOPO L'INTERVENTO: CONDIZIONI

12 gennaio - MILANO - L'ex governatore della Lombardia, ed ex ministro dell'Interno,
Continua

FINANCIAL TIMES PREMIA PROGETTI DI REGIONE LOMBARDIA. MIGLIORI AL

12 gennaio - fDi Intelligence - servizio del Financial Times, il quotidiano di
Continua

TOTI: PARLAMENTARI DI CAMBIAMO NON DARANNO MAI VOTI A QUESTO GOVERNO

12 gennaio - ''In queste condizioni, i parlamentari di Cambiamo non daranno una mano
Continua
Precedenti »