Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

LA CORTE COSTITUZIONALE ABBATTE L'ITALICUM: NO BALLOTTAGGIO, SI' PREMIO DI MAGGIORANZA (SOPRA IL 40%) ORA ELEZIONI!

mercoledì 25 gennaio 2017

La Corte costituzionale boccia il ballottaggio e salva il premio di maggioranza. Sono queste le decisioni dei giudici dela Consulta che si è pronunciata sulle questioni di legittimità costituzionale della legge elettorale n. 52 del 2015 (Italicum), sollevate da cinque diversi Tribunali ordinari.

La Corte ha inoltre ritenuto inammissibile la richiesta delle parti di sollevare di fronte a se stessa la questione sulla costituzionalità del procedimento di formazione della legge elettorale, ed è quindi passata all'esame delle singole questioni sollevate dai giudici.

Nel merito, la Consulta ha rigettato la questione di costituzionalità relativa alla previsione del premio di maggioranza al primo turno, sollevata dal Tribunale di Genova, e ha invece accolto le questioni, sollevate dai Tribunali di Torino, Perugia, Trieste e Genova, relative al turno di ballottaggio, dichiarando l'illegittimità costituzionale delle disposizioni che lo prevedono. Ha inoltre accolto la questione, sollevata dagli stessi Tribunali, relativa alla disposizione che consentiva al capolista eletto in più collegi di scegliere a sua discrezione il proprio collegio d'elezione.

A seguito di questa dichiarazione di incostituzionalità, sopravvive comunque, allo stato, il criterio residuale del sorteggio previsto dall'ultimo periodo, non censurato nelle ordinanze di rimessione, dell'art. 85 del d.p.r n. 361 del 1957. Ha dichiarato inammissibili o non fondate tutte le altre questioni. All'esito della sentenza - dice la Consulta - la legge elettorale è suscettibile di immediata applicazione.

Ma va osservato che sulla base di questa sentenza della Corte Costituzionale, allo stato attuale l'Italia ha due sistemi elettorali differenti: una per la Camera, che è diretta emanazione di questa sentenza, ma che non riguarda il Senato in quanto il fu-Italicum non prevedeva l'elezione dei senatori perchè Renzi intendeva abolirne l'elezione (ma ha perso il referendum e quindi c'è ancora come prescrive la Costituzione). E un altro per il Senato che deriva da una precedente sentenza della Corte Costituzionale che a sua volta censurò il cosiddetto "porcellum". 

In ogni caso, ora l'Italia ha una legge elettorale, sia pure differente tra Camera e Senato. Una legge che prevede il turno unico di elezioni - niente ballottaggio - e prevede un premio di maggioranza al partito che ottenesse il 40% dei voti - al livello nazionale - alla Camera. Inoltre, questa legge uscita oggi dalla sentenza della Corte Costituzionale, consente anche alleanze di partiti e gruppi, sempre alla Camera.

Quanto al Senato,la legge in vigore detta "consultellum" è un proporzionale puro, che si applica su base regionale: vuol dire che non conta il totale ottenuto da un partito a livello nazionale, i seggi sono assegnati in base ai risultati regione per regione. Il sistema è lievemente corretto da uno sbarramento: per entrare in Senato una lista deve ottenere almeno l’8% dei voti, se corre da sola; se è in coalizione, almeno il 3%; ma la coalizione deve superare il 20% dei voti. Chiaro che il Consultellum spinge in teoria le liste a coalizzarsi.

Detto tutto ciò, ecco le reazioni politiche.

M5S:  "Fumata bianca della Consulta. Habemus Legalicum! Ora c'e' una legge elettorale costituzionale e pronta all'uso per il voto subito". Cosi' sul suo blog Beppe Grillo commenta la decisione della Corte Costituzionale sull'Italicum in un post dal titolo 'Habemus Legalicum: voto subito! #Obiettivo40PerCento'. "Nella sentenza e' specificato che: 'la legge elettorale e' suscettibile di immediata applicazione'. Non ci sono piu' scuse - sostiene il leader M5S - la Corte Costituzionale ha tolto il ballottaggio, ma ha lasciato il premio di maggioranza alla lista al 40%. Questo e' il nostro obiettivo per poter governare. Ci presenteremo agli elettori come sempre senza fare alleanze con nessuno", ribadisce.

LEGA: "Legge elettorale subito applicabile' dice la Consulta. Non ci sono più scuse: parola agli italiani! Se sei d'accordo, rilancia #votosubito". Così su Twitter il segretario della Lega Matteo Salvini dopo la decisione della Consulta sull'Italicum.

PD: "La consulta non ha bocciato l'impianto dell'ITALICUM, ha solo modificato quelle parti che erano funzionali a un sistema monocamerale. Il Pd, come ha già ribadito in Assemblea Nazionale, chiederà al Parlamento, e quindi anche al M5S, di convergere sul Mattarellum. Qualora non si riuscisse a trovare una convergenza su questa base, non aspetteremo di ricominciare da capo la discussione sulla legge elettorale, perché la legge uscita dalla Consulta è già applicabile": così il capogruppo del Pd alla Camera Ettore Rosato, interpellato sulla sentenza della Consulta. 

FDI: "Ora che abbiamo anche una legge elettorale non ci sono piu' scuse: sabato 28 gennaio tutti in piazza a Roma per chiedere elezioni subito". Lo scrive Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, su Twitter. 

FORZA ITALIA: "Dopo la sentenza della Corte costituzionale, rimane la necessita' di una legge elettorale compatibile per Camera e Senato. Il giudizio di oggi non risolve, ne' avrebbe potuto farlo, la questione centrale che abbiamo di fronte ossia l'armonizzazione dei differenti sistemi elettorali dei due rami del Parlamento. Per andare al voto in modo ordinato, sara' ora necessario procedere all'approvazione di una legge elettorale che tenga nel dovuto conto dei paletti stabiliti oggi dalla Consulta". Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Altero Matteoli commentando la sentenza della Corte Costituzionale sull'Italicum.

Redazione Milano


LA CORTE COSTITUZIONALE ABBATTE L'ITALICUM: NO BALLOTTAGGIO, SI' PREMIO DI MAGGIORANZA (SOPRA IL 40%) ORA ELEZIONI!


Cerca tra gli articoli che parlano di:

CORTE   COSTITUZIONALE   ELEZIONI   SISTEMI   ELETTORALI   SENATO   CAMERA   CONSULTELLUM   PORCELLUM   RIFORMA   ROMA   PARLAMENTO   LEGA   M5S   FDI   PD   RENZI   SALVINI   MELONI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DER SPIEGEL SCHIANTA IL GOVERNO CONTE: FA MORIRE L'INDUSTRIA ITALIANA MINISTRI INCAPACI E NON C'E' CERTEZZA DEL DIRITTO

DER SPIEGEL SCHIANTA IL GOVERNO CONTE: FA MORIRE L'INDUSTRIA ITALIANA MINISTRI INCAPACI E NON C'E'

lunedì 18 novembre 2019
BERLINO - Terza economia dell'Eurozona, l'Italia vede la propria industria "morire in bellezza". E' quanto afferma il settimanale tedesco "Der Spiegel", commentando la decisione del gruppo
Continua
 
VIKTOR ORBAN: ''NEL 1989 I CITTADINI DELL'EUROPA CENTRALE FURONO COSI' FORTI DA CAMBIARE IL FUTURO DEL CONTINENTE''

VIKTOR ORBAN: ''NEL 1989 I CITTADINI DELL'EUROPA CENTRALE FURONO COSI' FORTI DA CAMBIARE IL FUTURO

lunedì 18 novembre 2019
PRAGA - Nel 1989, i cittadini dell'Europa centrale "furono cosi' forti da cambiare il futuro del continente". Lo ha dichiarato il primo ministro ungherese Viktor Orban, in occasione della
Continua
AFFOLLATISSIMO COMIZIO A BOLOGNA DI PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA CANDIDATURA DI LUCIA BORGONZONI

AFFOLLATISSIMO COMIZIO A BOLOGNA DI PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA CANDIDATURA DI LUCIA BORGONZONI

venerdì 15 novembre 2019
 Matteo Salvini ha iniziato il suo intervento al PalaDozza di Bologna criticando la stampa. "Fatemi ringraziare i giornalisti: di voi qui riuniti non c'e' una foto sulle homepage dei due
Continua
 
IN FINLANDIA TRIONFA NEI CONSENSI IL PARTITO SOVRANISTA ANTI IMMIGRAZIONE SELVAGGIA: TRUE FINNS PRIMO NEI SONDAGGI

IN FINLANDIA TRIONFA NEI CONSENSI IL PARTITO SOVRANISTA ANTI IMMIGRAZIONE SELVAGGIA: TRUE FINNS

lunedì 11 novembre 2019
LONDRA - Ogni mese in Finlandia viene fatto un sondaggio sulla popolarita' dei suoi  partiti politici e anche questo mese il partito anti-immigrati dei True Finns ha visto la sua popolarita'
Continua
INTERVISTA A MATTEO SALVINI: ''IN EMILIA ROMAGNA POSSIANO FAR CADERE IL SECONDO MURO DI BERLINO, ANCHE IN TOSCANA CADRA'''

INTERVISTA A MATTEO SALVINI: ''IN EMILIA ROMAGNA POSSIANO FAR CADERE IL SECONDO MURO DI BERLINO,

lunedì 11 novembre 2019
In Emilia Romagna, dice il leader leghista Matteo Salvini in una intervista a "La Stampa" pubblicata oggi - "possiamo far cadere il secondo Muro di Berlino. Poi porto il caffe' corretto in ufficio a
Continua
 
GOVERNATORE FONTANA REAGISCE ALLE FALSE ACCUSE DEL SINDACO PD DI BOLOGNA CONTRO LA LOMBARDIA (IL PD HA PAURA DI PERDERE)

GOVERNATORE FONTANA REAGISCE ALLE FALSE ACCUSE DEL SINDACO PD DI BOLOGNA CONTRO LA LOMBARDIA (IL PD

giovedì 7 novembre 2019
MILANO - La sinistra emiliano-romagnola "con l'avvicinarsi delle elezioni regionali non sa piu' cosa inventarsi per contrastare la 'politica dei fatti e delle azioni' del centrodestra e di Matteo
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BRICIOLE DALLA UE PER LE CATASTROFI TERREMOTI IN ITALIA E NIENTE ''FLESSIBILITA''' SUI MIGRANTI: E' FENOMENO STRUTTURALE

BRICIOLE DALLA UE PER LE CATASTROFI TERREMOTI IN ITALIA E NIENTE ''FLESSIBILITA''' SUI MIGRANTI: E'
Continua

 
BERLUSCONI OFFRE A RENZI DI ENTRARE IN FORZA ITALIA (CHE CORRERA' DA SOLA) E ANNUNCIA CHE LO APPOGGERA' DOPO LE ELEZIONI

BERLUSCONI OFFRE A RENZI DI ENTRARE IN FORZA ITALIA (CHE CORRERA' DA SOLA) E ANNUNCIA CHE LO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SALVINI: SCUDO ARCELORMITTAL NOI AL GOVERNO L'AVEVAMO RIMESSO,

19 novembre - La questione dello 'scudo' per ArcelorMittal ''era uno dei motivi delle
Continua

M5S SI RIBELLA A CONTE E INTIMA A DI MAIO DI CONVOCARE VERTICE DI

19 novembre - ''Il Parlamento aveva dato un preciso mandato al Presidente del
Continua

IN ARRIVO ALTA MAREA ECCEZIONALE A VENEZIA: 160 CENTIMETRI ALLARME

15 novembre - VENEZIA - L'ultimo bollettino (ore 8:15) del Centro maree di Venezia ha
Continua

DI MAIO HA PAURA E MINACCIA I SUOI: ''CHI FA POLEMICHE SE NE VADA''

14 novembre - Il capo politico dell'M5s sente odore di scissione e attacca: ''Chi fa
Continua

GOVERNATORE FONTANA: BRUTTO EPISODIO CHE NON RAPPRESENTA LA REALTA'

14 novembre - MILANO - ''Non sono preoccupato, perche' non credo che esista questo
Continua

SONDAGGI/ SUPERMEDIA YOUTREND: CENTRODESTRA 50,6% CON LEGA 33,5%

14 novembre - Buona la performance di Fratelli d'Italia che sfiora il 10%, salendo al
Continua

PIL TERZO TRIMESTRE 2019 EUROZONA: GERMANIA E ITALIA APPAIATE NEL

14 novembre - BRUXELLES - Nel terzo trimestre 2019 il Pil e' salito dello 0,2%
Continua

LAURA COMI E PAOLO ORRIGONI AI DOMICILIARI, ZINGALE IN CARCERE

14 novembre - VARESE - I finanzieri del Nucleo Polizia economico-finanziaria di Milano
Continua

SONDAGGIO: CENTRODESTRA AL 50,2% LEGA AL 33%

14 novembre - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agora', il programma
Continua

GOOGLE ENTRA NEL SETTORE BANCARIO: OFFRIRA' A BREVE CONTI CORRENTI

13 novembre - Google è pronta a entrare nel settore bancario. Il prossimo anno,
Continua

RENZI LO METTE PER ISCRITTO: IL MIO OBBIETTIVO E' ANNIENTARE IL PD

13 novembre - Lo mette pure per iscritto. Matteo Renzi vuole annientare il Pd.
Continua

IL GOVERNO TEDESCO DI SPACCA SULL'UNIONE BANCARIA: SPD A FAVORE CDU

13 novembre - BERLINO - Il governo tedesco vacilla sempre piu. Raggiunto faticosamente
Continua

GOVERNO SI SPACCA SU EMENDAMENTO PER RIPRISTINO SCUDO LEGALE ALL'EX

13 novembre - ''Lo stop in commissione alla Camera degli emendamenti che ripristinano
Continua

TOTI: GRANDE DOLORE PER CHI HA PERSO LA VITA IN VENETO PER MALTEMPO

13 novembre - GENOVA - ''Grande dolore per chi ha perso la vita in Veneto a causa del
Continua

GOVERNATORE FONTANA OFFRE UOMINI E MEZZI A BASILICATA E VENETO PER

13 novembre - MILANO - ''Questa mattina ho chiamato i governatori di Veneto e
Continua

DIRETTORE ASSOCIAZIONE VENEZIANA ALBERGATORI: UNA DEVASTAZIONE E

13 novembre - VENEZIA - ''E' una devastazione: i danni sono ingentissimi e purtroppo
Continua

MATTEO SALVINI: GOVERNO DEVE DARE 1 MILIARDO A VENEZIA PER I DANNI

13 novembre - ''Un patrimonio dell'umanita' che il governo non puo' ignorare: per i
Continua

SONDAGGIO: LEGA SALE ANCORA, CENTRODESTRA A UN SOFFIO DAL 50%

13 novembre - La Lega si conferma il primo partito e cresce al 32,6% dal 32% dei
Continua

GOVERNATORE FONTANA: PROVENZANO PROVA ACRIMONIA VERSO UNA PARTE

13 novembre - MILANO - ''Provenzano ha espresso concetti sbagliati e mi stupisco che
Continua

LA UILM DI TARANTO: ''NON ACCETTEREMO NEPPURE UN SOLO ESUBERO

11 novembre - TARANTO - ''Chiunque verra', Stato o non Stato, noi non possiamo
Continua
Precedenti »