Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

L'AUSTRIA ANNUNCIA IL RAFFORZAMENTO DELLA SICUREZZA AL BRENNERO CON L'ITALIA (MENTRE A MILANO ASSALTANO IL CONSOLATO)

mercoledì 30 marzo 2016

VIENNA - Mentre a Milano - in pieno centro e senza che le forze dell'ordine intervenissero a bloccarli - un gruppo di facinorosi filo-islamici ha tentato l'assalto al Consolato austriaco per "protestare" contro la chiusura delle frontiere dell'Austria ai migranti illegali senza diritto d'asilo nella Ue, il governo austriaco annuncia da Vienna il rafforzamento della sicurezza dei propri confini al Brennero e nel Burgenland e l'introduzione da meta' maggio del procedimento accelerato per l'asilo al confine, con l'obiettivo di ridurre ulteriormente la pressione dei profughi.

Lo hanno detto a Vienna i ministri dell'Interno Johanna Mikl-Leitner e della Difesa Hans Peter Doskozil. "Non ci sono motivi per un cessato allarme", ha detto Mikl-Leitner, con riferimento al fatto che la chiusura della rotta balcanica potrebbe riaprire secondo molti la rotta dell'Italia. Nel procedimento accelerato in appositi centri di registrazione al confine, nell'arco di poche ore si dovra' stabilire individualmente se esistono motivi per un respingimento del migrante in un Paese terzo sicuro, che ovviamente in questo scenario non potrà che essere l'Italia. 

Le misure sono state annunciate dai due ministri austriaci dopo che un gruppo di esperti, incaricato dal governo, aveva valutato a rischio di conflitto col diritto internazionale il tetto di 37.500 migranti previsto originariamente da Vienna per il 2016.

Mikl-Leitner ha quindi spiegato che le nuove misure verranno giustificate con il principio di minaccia "all'ordine pubblico e alla sicurezza interna", dovute all'elevato numero di profughi entrati in Austria nei mesi scorsi. Con la loro entrata in vigore, cessera' anche la concessione del transito in Germania per i migranti che lo richiedessero. Al confine si valuteranno dunque solo le condizioni per avviare un procedimento di asilo in Austria, nei casi in cui un eventuale respingimento in un Paese confinante dovesse comportare rischi di morte o di trattamento inumano. Ovviamente nessuna di queste condizioni varrebbe per i migrati illegali provenienti dall'Italia.

Intanto, i responsabili dell'assalto al Consolato austriaco a Milano durante il quale addirittura l'ingresso della sede diplomatica è stata chiusa con del filo spinato, compiendo con questo un reato grave anche sotto il profilo diplomatico, annunciano: "La protesta - si legge su un comunicato in rete di questi delinquenti - preannuncia la manifestazione prevista domenica 3 aprile al Brennero contro la blindatura dei confini nazionali in funzione anti-migranti".

In quella sede, però, se non dovesse intervenire a bloccarli la polizia italiana, ci penseranno le energiche forze dell'ordine austriache.

Redazione Milano


L'AUSTRIA ANNUNCIA IL RAFFORZAMENTO DELLA SICUREZZA AL BRENNERO CON L'ITALIA (MENTRE A MILANO ASSALTANO IL CONSOLATO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MILANO   CONSOLATO   AUSTRIA   ASSALTO   FILOISLAMICI   MIGRANTI   ILLEGALI   UE   VIENNA   GOVERNO   CONFINI   BRENNERO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE DA 13 MILIARDI

CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE

lunedì 19 febbraio 2018
LONDRA - Il mese di maggio potrebbe rappresentare l'inizio della fine della UE visto che in questa data si decidera' il bilancio comunitario per il periodo 2021-2027 e i conti davvero non
Continua
 
ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL VERTICE DELLA BCE

ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL

lunedì 19 febbraio 2018
La pesantissima accusa di corruzione si abbatte sulla principale istituzione finanziaria della Lettonia, ma allo stesso tempo sul vertice della Bce. Il Governatore della Banca centrale Ilmars
Continua
IMOLA, ESEMPIO DELL'ITALIA CHE VUOLE IL PD: 70% DELLE CASE POPOLARI DATO AGLI AFRICANI, LE RESTANTI AGLI ITALIANI POVERI

IMOLA, ESEMPIO DELL'ITALIA CHE VUOLE IL PD: 70% DELLE CASE POPOLARI DATO AGLI AFRICANI, LE RESTANTI

mercoledì 14 febbraio 2018
IMOLA - Imola assunta ad esempio del razzismo contro i cittadini italiani praticato dal Pd. "Nel 2017 nel Comune di Imola ben il 70% delle case popolari sono state assegnate a cittadini stranieri: di
Continua
 
SORPRESA: QUAL E' LA NAZIONE CHE VIOLA DI PIU' LE NORME DELL'UNIONE EUROPEA? L'ITALIA, FORSE? NO, LA GERMANIA!

SORPRESA: QUAL E' LA NAZIONE CHE VIOLA DI PIU' LE NORME DELL'UNIONE EUROPEA? L'ITALIA, FORSE? NO,

martedì 13 febbraio 2018
LONDRA - La domanda è molto semplice: qual e' il paese europeo che viola piu' norme comunitarie? Molti diranno che e' l'Italia e cosi facendo commetterebbero un colossale
Continua
NUMERI DELL'INVASIONE AFRICANA SONO ENORMI E IN PIU' 43.000 SI SONO DATI ALLA LATITANZA PREVENTIVA COME I KILLER MAFIOSI

NUMERI DELL'INVASIONE AFRICANA SONO ENORMI E IN PIU' 43.000 SI SONO DATI ALLA LATITANZA PREVENTIVA

martedì 13 febbraio 2018
Nel nostro Paese, l'italia,  le persone scomparse ancora da rintracciare sono 52.990, delle quale solo 9.380 sono italiani, mentre  43.610 sono stranieri, la stragrande maggioranza
Continua
 
INCHIESTA EURO / L'EUROZONA VA PEGGIO DEL RESTO DELLA UE (SENZA EURO) E VA PEGGIO DI USA, COREA DEL SUD, INDIA E RUSSIA

INCHIESTA EURO / L'EUROZONA VA PEGGIO DEL RESTO DELLA UE (SENZA EURO) E VA PEGGIO DI USA, COREA DEL

venerdì 9 febbraio 2018
I media di regime in questi giorni stromabazzano i “prodigiosi” risultati della crescita del PIL italiano e delle nazioni della zona euro. Dati, secondo loro, splendidi, tali da far
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
FINANCIAL TIMES: ''RENZI RISCHIA DI PERDERE ELEZIONI E REFERENDUM COSTITUZIONALE PER COLPA DEI MIGRANTI ILLEGALI''

FINANCIAL TIMES: ''RENZI RISCHIA DI PERDERE ELEZIONI E REFERENDUM COSTITUZIONALE PER COLPA DEI
Continua

 
IL PROCURATORE DI VENEZIA, CARLO NORDIO: ''DICIAMO UNA VOLTA PER TUTTE CHE SIAMO IN GUERRA ED E' UNA GUERRA DI RELIGIONE''

IL PROCURATORE DI VENEZIA, CARLO NORDIO: ''DICIAMO UNA VOLTA PER TUTTE CHE SIAMO IN GUERRA ED E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!