Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

BANCA POPOLARE DI VICENZA SOTTO INCHIESTA PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE: ''STRUTTURA GERARCHICA CRIMINALE AL VERTICE''

martedì 1 marzo 2016

VICENZA - Associazione per delinquere e falso in bilancio: sono queste le nuove ipotesi di reato attorno alle quali sta lavorando la Procura in relazione all'indagine sulla Banca Popolare di Vicenza. Lo si apprende da fonti bene informate sul fascicolo, che il procuratore Antonino Cappelleri ha affidato dallo scorso giugno ai sostituti Luigi Salvadori e Gianni Pipeschi. La vicenda era venuta alla luce lo scorso settembre con perquisizioni che avevano riguardato gli uffici della banca a Vicenza, ma anche a Milano, Roma e Palermo.

Le iniziali contestazioni di aggiotaggio e ostacolo agli organi di vigilanza - Banca d'Italia e Bce - erano state rivolte nei confronti di 6 persone: l'ex presidente Gianni Zonin, l'ex dg Samuele Sorato, Emanuele Giustini e Andrea Piazzetta entrambi ex vicepresidenti e i due consiglieri di amministrazione Giovanna Dossena e Giuseppe Zigliotto, presidente di Confindustria Vicenza. 

"Ci troviamo di fronte ad una organizzazione strutturata, la Banca, all'interno della quale alcune persone avrebbero operato, con una struttura gerarchica e ben organizzata, per mettere a segno un numero indefinito di reati". Lo ha detto il Procuratore capo di Vicenza, Antonino Cappelleri, a proposito dell'inchiesta sulla Popolare di Vicenza.

"Gia' oggi - ha aggiunto Cappelleri - ci troviamo con almeno 500 casi di azionisti che lamentano di essere stati truffati, e a questi numeri bisognera' quasi certamente aggiungere gli altri 100 che sono stati depositati alla procura di Udine. E' per questo motivo che ho chiesto alla Corte d'Appello di assegnare a Vicenza un magistrato distrettuale, che possa essere applicato all'esame di ogni singola posizione e all'iscrizione di eventuali responsabili. Si tratta di un lavoro che non si puo' ragionevolmente pensare di concludere prima di un anno".

Diverso il caso dell'indagine parallela aperta a Prato e che ha portato ad indagare 7 persone per ipotesi di reato che vanno dalla truffa all'estorsione. "Con la Procura di Prato - ha spiegato Cappelleri - e' in atto da tempo un coordinamento molto stretto. Alcune querele sarebbero state presentate e iscritte prima dell'apertura della nostra indagine, radicando quindi la competenza a Prato. Credo che alla fine - ha osservato - saremo costretti a tenere separati i due filoni di inchiesta, anche se finiranno per fare riferimento, almeno in parte, alle stesse persone".

Cappelleri ha poi spiegato che "in questo momento i reati principali rimangono quelli di aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza, ma e' logico pensare che si dovra' estendere il campo d'azione anche alla valutazione di altre fattispecie, come il falso in bilancio e il vincolo associativo. I reati, per cosi' dire 'satellite', sono quelli di truffa o, a seconda delle interpretazioni e delle valutazioni che potremo fare, di estorsione".

Anche il conto degli indagati appare destinato ad aumentare: "In questo momento - ha precisato il procuratore - non vi e' la necessita' di ampliare la rosa dei nomi iscritti a registro degli indagati anche in una logica di economia processuale e di efficacia dell'indagine. Eppure emergono responsabilita' in capo anche ad altre persone, il cui numero certo sara' possibile stabilire solo al momento della chiusura delle indagini preliminari". "Assicuro pero' - ha concluso Cappelleri - che per arrivare a quella fase c'e' ancora un vero e proprio mare di cose da fare".

Nel frattempo la Banca Popolare di Vicenza prepara l'assemblea dei soci per sabato prossimo, un appuntamento nel corso del quale l'attuale management chiedera' di dare via libera all'aumento di capitale da un miliardo e mezzo e alla quotazione in borsa. Il titolo della Banca, che nel 2014 valeva 62,3 euro, era gia' stato tagliato a 48 euro lo scorso aprile. Il valore di riacquisto, annunciato nei giorni scorsi, si attesterebbe invece a 6,30 euro per azione. Sono numeri che ovviamente rendono frenetici i giorni dell'attesa prima dell'assemblea e che in parte sostanziano i dubbi investigativi. Il valore delle azioni, cioe', sarebbe stata artificiosamente sostenuto con operazioni di finanziamento all'acquisto di pacchetti azionari. Proprio attorno a queste operazioni, ora, gli azionisti stanno lamentando di essere stati truffati o, peggio, costretti a comprare.

Redazione Milano


BANCA POPOLARE DI VICENZA SOTTO INCHIESTA PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE: ''STRUTTURA GERARCHICA CRIMINALE AL VERTICE''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

POPOLARE   VICENZA   INCHIESTA   ASSOCIAZIONE   DELINQUERE   PROCURA   VERTICI   AZIONISTI   TRUFFA   CAPPELLERI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
 
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
 
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua
 
RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO SCHIAVISMO CON L'OK DELLA UE

RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO

sabato 14 ottobre 2017
Dal riso asiatico alle conserve di pomodoro cinesi, dall'ortofrutta sudamericana alle nocciole turche, gli scaffali dei supermercati dell'Unione Europea sono invasi dalle importazioni di prodotti
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SPECIALE TERRORISMO / ECCO NOMI, PIANI, ORGANIZZAZIONI E AZIONI DEI TERRORISTI ARRESTATI OGGI DAL ROS DEI CARABINIERI

SPECIALE TERRORISMO / ECCO NOMI, PIANI, ORGANIZZAZIONI E AZIONI DEI TERRORISTI ARRESTATI OGGI DAL
Continua

 
FONDI NERI E RICICLAGGIO IN FRANCIA: L'EX MINISTRO DEL BILANCIO SOTTO PROCESSO CHIAMA IN CAUSA ''SCIABOLETTA'' HOLLANDE

FONDI NERI E RICICLAGGIO IN FRANCIA: L'EX MINISTRO DEL BILANCIO SOTTO PROCESSO CHIAMA IN CAUSA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!