Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

ALTERNATIVA PER LA GERMANIA ORA FA PAURA ALLA FINANZA (MARCIA) TEDESCA: SE CADE L'EURO LA DEUTSCHE BANK VA IN DEFAULT

venerdì 5 febbraio 2016

BERLINO - Frauke Petry ha sempre rivestito un ruolo secondario all'interno del partito euroscettico tedesco "Alternativa per la Germania" nelle questioni di politica economica. E' sempre stato Bernd Lucke, il fondatore del partito, a stabilire le regole, ma questo fino a quando il professore di economia la scorsa estate ha lasciato il partito a seguito di uno scontro proprio con la co-segretaria Petry.

Senza gli esperti di politica economica, AfD sembrava essere spacciata, viceversa e' diventata la terza forza politica del paese accreditata a oltre il 12% nazionale, scavalcando partiti storici tedeschi come i Verdi e la Linke.

La crisi dei migranti ha rilanciato il partito e la sua politica economica radicale ha fatto il resto, con la richiesta di abbandonare l'euro al suo destino. Tuttavia, alle consorterie finanziarie tedesche legate alla Bce - prima tra le quali quella alla guida del colosso malato Deutsche Bank - non piace affatto il successo di questo partito.

Con la richiesta di introdurre controlli di frontiera ai confini interni della Ue, AfD mette infatti in dubbio - anzi, cancella - il libero scambio di persone (ma non di merci, ovviamente, anche se viene falsamente affermato) in Europa e questo viene visto come un passo decisivo verso la dissoluzione dell'Unione europea e per diretta conseguenza dell'euro.

Questo sviluppo preoccupa soprattutto il mondo finanziario euro-dipendente: grazie alla Bce che mantiene a galla banche tedesche che senza il sostegno e la benevola compiacenza della Banca Centrale Europea finirebbero prestissimo in default, il loro potere regge ancora.  

Ecco perchè a questa profonda verità non detta, viene sostituita la retorica del "pericolo nazionalismo".

"Politici come Frauke Petry e Donald Trump mettono a rischio il nostro benessere", mette in guardia Marcel Fratzscher, direttore dell'Istituto di ricerca economica "Diw", alfiere degli "euristi" di Germania: "Soprattutto in Germania, una delle piu' aperte economie nazionali del mondo, la crescita dell'estremismo politico e del nazionalismo politico-economico comporta pesanti danni", dice. 

Anche Michael Hueter, direttore dell'Istituto economico "Iw", intravede conseguente catastrofiche per la Germania nell'ipotesi di una decisa ascesa delle forze che definisce populiste: "Le tendenze nazionalistiche sono veleno per l'economia tedesca; il nostro export dipende da un'economia mondiale aperta e dinamica".  

Sembrerebbero parole dettate almeno dal buon senso, invece sottolineano il falso: nessuno dei due istituti di studi economici vuol ricordarsi che non è la Ue ma la Russia ad essere stata - fino alle sanzioni - il principale mercato per l'export tedesco. Ma doverlo dire è molto imbarazzante, perchè smentisce il "pericolo per l'export" derivato dai controlli - sulle persone - alle frontiere della Germania con la Ue: è aver sbarrato le frontiere con la Russia, invece, che ha mandato in crisi l'export tedesco, altro che le posizioni di Alternativa per la Germania.

Ma su tutto, c'è il tremendo pericolo del colosso dai piedi d'argilla che si chiama Deutsche Bank. In Germania tutti lo sanno, nessuno lo dice.

Redazione Milano


ALTERNATIVA PER LA GERMANIA ORA FA PAURA ALLA FINANZA (MARCIA) TEDESCA: SE CADE L'EURO LA DEUTSCHE BANK VA IN DEFAULT


Cerca tra gli articoli che parlano di:

AFD   ALTERNATIVA   GERMANIA   BERLINO   UE   BCE   DEUTSCHE   BANK   IW   DIW   EURO   FRONTIERE   EXPORT   RUSSIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
A BRUXELLES VOCI INSISTENTI D'ARRIVO DELLA TROIKA IN ITALIA IN PRIMAVERA: DEBITO PUBBLICO E SOFFERENZE OLTRE OGNI LIMITE

A BRUXELLES VOCI INSISTENTI D'ARRIVO DELLA TROIKA IN ITALIA IN PRIMAVERA: DEBITO PUBBLICO E
Continua

 
INCHIESTA BANCHE UE / TEDESCHE SULL'ORLO DEL BARATRO, SPAGNOLE VANNO MALE, E SONO LE SOFFERENZE ITALIANE, IL PROBLEMA?

INCHIESTA BANCHE UE / TEDESCHE SULL'ORLO DEL BARATRO, SPAGNOLE VANNO MALE, E SONO LE SOFFERENZE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!