Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

ALTERNATIVA PER LA GERMANIA ORA FA PAURA ALLA FINANZA (MARCIA) TEDESCA: SE CADE L'EURO LA DEUTSCHE BANK VA IN DEFAULT

venerdì 5 febbraio 2016

BERLINO - Frauke Petry ha sempre rivestito un ruolo secondario all'interno del partito euroscettico tedesco "Alternativa per la Germania" nelle questioni di politica economica. E' sempre stato Bernd Lucke, il fondatore del partito, a stabilire le regole, ma questo fino a quando il professore di economia la scorsa estate ha lasciato il partito a seguito di uno scontro proprio con la co-segretaria Petry.

Senza gli esperti di politica economica, AfD sembrava essere spacciata, viceversa e' diventata la terza forza politica del paese accreditata a oltre il 12% nazionale, scavalcando partiti storici tedeschi come i Verdi e la Linke.

La crisi dei migranti ha rilanciato il partito e la sua politica economica radicale ha fatto il resto, con la richiesta di abbandonare l'euro al suo destino. Tuttavia, alle consorterie finanziarie tedesche legate alla Bce - prima tra le quali quella alla guida del colosso malato Deutsche Bank - non piace affatto il successo di questo partito.

Con la richiesta di introdurre controlli di frontiera ai confini interni della Ue, AfD mette infatti in dubbio - anzi, cancella - il libero scambio di persone (ma non di merci, ovviamente, anche se viene falsamente affermato) in Europa e questo viene visto come un passo decisivo verso la dissoluzione dell'Unione europea e per diretta conseguenza dell'euro.

Questo sviluppo preoccupa soprattutto il mondo finanziario euro-dipendente: grazie alla Bce che mantiene a galla banche tedesche che senza il sostegno e la benevola compiacenza della Banca Centrale Europea finirebbero prestissimo in default, il loro potere regge ancora.  

Ecco perchè a questa profonda verità non detta, viene sostituita la retorica del "pericolo nazionalismo".

"Politici come Frauke Petry e Donald Trump mettono a rischio il nostro benessere", mette in guardia Marcel Fratzscher, direttore dell'Istituto di ricerca economica "Diw", alfiere degli "euristi" di Germania: "Soprattutto in Germania, una delle piu' aperte economie nazionali del mondo, la crescita dell'estremismo politico e del nazionalismo politico-economico comporta pesanti danni", dice. 

Anche Michael Hueter, direttore dell'Istituto economico "Iw", intravede conseguente catastrofiche per la Germania nell'ipotesi di una decisa ascesa delle forze che definisce populiste: "Le tendenze nazionalistiche sono veleno per l'economia tedesca; il nostro export dipende da un'economia mondiale aperta e dinamica".  

Sembrerebbero parole dettate almeno dal buon senso, invece sottolineano il falso: nessuno dei due istituti di studi economici vuol ricordarsi che non è la Ue ma la Russia ad essere stata - fino alle sanzioni - il principale mercato per l'export tedesco. Ma doverlo dire è molto imbarazzante, perchè smentisce il "pericolo per l'export" derivato dai controlli - sulle persone - alle frontiere della Germania con la Ue: è aver sbarrato le frontiere con la Russia, invece, che ha mandato in crisi l'export tedesco, altro che le posizioni di Alternativa per la Germania.

Ma su tutto, c'è il tremendo pericolo del colosso dai piedi d'argilla che si chiama Deutsche Bank. In Germania tutti lo sanno, nessuno lo dice.

Redazione Milano


ALTERNATIVA PER LA GERMANIA ORA FA PAURA ALLA FINANZA (MARCIA) TEDESCA: SE CADE L'EURO LA DEUTSCHE BANK VA IN DEFAULT


Cerca tra gli articoli che parlano di:

AFD   ALTERNATIVA   GERMANIA   BERLINO   UE   BCE   DEUTSCHE   BANK   IW   DIW   EURO   FRONTIERE   EXPORT   RUSSIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
A BRUXELLES VOCI INSISTENTI D'ARRIVO DELLA TROIKA IN ITALIA IN PRIMAVERA: DEBITO PUBBLICO E SOFFERENZE OLTRE OGNI LIMITE

A BRUXELLES VOCI INSISTENTI D'ARRIVO DELLA TROIKA IN ITALIA IN PRIMAVERA: DEBITO PUBBLICO E
Continua

 
INCHIESTA BANCHE UE / TEDESCHE SULL'ORLO DEL BARATRO, SPAGNOLE VANNO MALE, E SONO LE SOFFERENZE ITALIANE, IL PROBLEMA?

INCHIESTA BANCHE UE / TEDESCHE SULL'ORLO DEL BARATRO, SPAGNOLE VANNO MALE, E SONO LE SOFFERENZE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!