Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

IL TRATTATO DI PARIGI SUL CLIMA NON SERVE PER ABBASSARE LA TEMPERATURA DEL PIANETA ED E' IL PIU' COSTOSO DELLA STORIA

lunedì 14 dicembre 2015

PARIGI - Dopo due settimane di lavori ed un'enorme quantita' di retorica politica, al termine di molti negoziati a porte chiuse la Conferenza sul clima delle Nazioni Unite (dall'inquietante sigla Cop21) è riuscita a partorire a Parigi un trattato.

Ma nonostante l'entusiasmo degli attivisti ecologisti per l'esito del summit, il Trattato di Parigi non avrà che un impatto minimo sull'aumento delle temperature medie del pianeta, mentre il costo per l'economia globale sarà gravosissimo, al limite della catastrofe economica.

Questo non è il parere di un feroce anti-ecologista, ma quello di un autorevole quanto stimato professore, Bjorn Lomborg, direttore del Copenhagen Consensus Center, espresso in un intervento pubblicato dal quotidiano economico francese "La Tribune".

Secondo il professor Lomborg, gli impegni presi dai paesi partecipanti alla Cop21 sono assai lontani dal permettere di raggiungere il dichiarato obbiettivo di limitare l'aumento delle temperature a 2° centigradi, mentre il Trattato di Parigi, secondo il parere della Copenhagen Business School, sara' straordinariamente costoso; anzi, sara' il piu' costoso della storia dell'umanita'.

Alla luce dei modelli economici individuali e collettivi approvati dalla Conferenza sul Clima di Parigi, infatti, il costo del trattato si tradurra' in un rallentamento della crescita del Pil mondiale a causa dell'aumento dei costi dell'energia, quantificabile tra i mille ed i 2 mila miliardi di dollari all'anno a partire dal 2030.

Questo perche' e' totalmente infondata la convinzione secondo cui la riduzione delle emissioni di gas serra non costerebbe nulla e anzi potrebbe persino generare una crescita economica: se cosi' fosse, non ci sarebbe neppure bisogno del Trattato di Parigi; tutti i paesi del mondo si precipiterebbero a ridurre le emissioni, arricchendosi per conseguenza.

La realta' e' invece che le attuali tecnologie per la produzione di energia rinnovabile non sono ancora competitive. E i 100 miliardi di dollari previsti in "aiuti climatici" ai paesi in via di sviluppo non sono affatto cio' che i cittadini di quei paesi considerano una priorità.

In un contesto in cui miliardi di individui mancano di cibo, cure sanitarie, acqua ed educazione, voler distribuire pannelli solari e' semplicemente immorale, afferma il professor Lomborg, secondo il quale l'unica nota positiva scaturita dalla Cop21 e' l'annuncio della creazione di un fondo per l'innovazione delle energie verdi fatto da Bill Gates in associazione con investitori privati e diversi governi: finche' non ci saranno dei progressi in grado di rendere le energie rinnovabili economicamente competitive, e' assai improbabile che il mondo possa ridurre massicciamente le emissioni nocive. 

In conclusione: la Conferenza di Parigi sul Clima è stata una colossale bolla mediatica che ha spacciato per positivo un accordo finale che è devastante sul piano economico e immorale su quello etico.

Redazione Milano.


IL TRATTATO DI PARIGI SUL CLIMA NON SERVE PER ABBASSARE LA TEMPERATURA DEL PIANETA ED E' IL PIU' COSTOSO DELLA STORIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

TRATTATO   PARIGI   CLIMA   COSTOSO   STORIA   TEMPERATURE   CONFERENZA   ONU   PIL   RALLENTAMENTO   CRESCITA   LOMBORG   COPENHAGEN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI, UN MORTO, 272 FERITI

LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI,

domenica 18 novembre 2018
I 'Gilet gialli' bloccano la Francia, chiedono le dimissioni di Emmanuel Macron e danno vita a una protesta che sfocia in tragedia: un morto e 227, di cui sette gravissimi, in scontri con la polizia,
Continua
 
IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI DEMOLITO IN DICEMBRE

IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI

giovedì 15 novembre 2018
ROMA - SENATO - Da oggi, è legge. Con 167 voti favorevoli e 49 contrari il Senato ha approvato il Dl Genova in un clima di grande tensione. Con Forza Italia che ha accusato il ministro delle
Continua
LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E FRAGILISSIME

LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E

giovedì 15 novembre 2018
BERLINO - Si moltiplicano gli allarmi in Germania per la fragilità delle banche tedesche. Oggi, è l'autorevole quotidiano Handelsblatt a criverne in un lungo articolo di prima
Continua
 
SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO DI STATO AMERICANO

SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO

mercoledì 14 novembre 2018
La conferenza internazionale di Palermo sulla Libia è stata un grande successo, (a dispetto dell'ostracismo della stampa italiana che lo ha apertamente trascurato -ndr). Gli Stati Uniti hanno
Continua
QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN PICCHIATA E PIL -0,2%''

QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN

mercoledì 14 novembre 2018
BERLINO - Sta andando molto peggio di quanto invece aveva previsto il goverrno Merkel per quest'anno. Nel terzo trimestre del 2018, il prodotto interno lordo della Germania ha registrato una
Continua
 
SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE IN ITALY'' (ADDIO UE)

SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE

mercoledì 14 novembre 2018
Cresce in Italia la diffidenza e il rancore nei confronti dell'Unione europea, con quasi sei italiani su dieci (58%) che si sentono maltrattati dalle politiche comunitarie rispetto agli altri Paesi.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
INIZIA LA SPERIMENTAZIONE DI UNO STRAORDINARIO VACCINO CONTRO IL DIABETE INSULINO-DIPENDENTE (E' UNA GRANDE SPERANZA)

INIZIA LA SPERIMENTAZIONE DI UNO STRAORDINARIO VACCINO CONTRO IL DIABETE INSULINO-DIPENDENTE (E'
Continua

 
IL MIT DI BOSTON E' RIUSCITO AD ''HACKERARE'' UNA CELLULA E RIPROGRAMMARLA PER QUALSIASI COMPITO, COME UCCIDERE IL CANCRO!

IL MIT DI BOSTON E' RIUSCITO AD ''HACKERARE'' UNA CELLULA E RIPROGRAMMARLA PER QUALSIASI COMPITO,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!