Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

SCONFITTO IL PARTITO DELLE TASSE - I DEMOCRATICI - IN AMERICA. UNA LEZIONE CHE IN ITALIA TUTTA LA DESTRA DEVE FARE SUA

lunedì 9 novembre 2015

WASHINGTON - La Camera dei rappresentanti statunitense attraversa un momento di grazia dopo l'approvazione con una maggioranza bipartisan di una proposta di legge che prevede l'investimento di 325 miliardi di dollari in sei anni per la manutenzione e modernizzazione della rete nazionale delle infrastrutture dei trasporti. "E' stata una grande settimana per la Camera", ha commentato il suo nuovo presidente, il repubblicano Pauk D. Ryan.

In effetti - scrive la "Washington Post" - l'approvazione della proposta di legge era in sospeso da anni, ed e' stata conseguita al termine di un processo piuttosto aperto, con la libera discussione e votazione di oltre un centinaio di emendamenti.

Eppure, secondo il quotidiano da sempre vicino al Partito Democratico, il disegno di legge "incarna la disfunzione delle istituzioni democratiche statunitensi e se possibile la aggrava pure": tradizionalmente, infatti, le infrastrutture dei trasporti sono state finanziate grazie ai proventi delle accise federali sui carburanti, secondo l'assunto che chi usufruisce delle autostrade - gli automobilisti- deve anche farsi carico della loro manutenzione.

Le accise, pero', sono ferme a 18,4 centesimi di dollaro al gallone dal 1993, e non generano piu' entrate sufficienti a garantire il mantenimento della rete autostradale del paese.

"Per ragioni politiche" scrive il Washington Post - che ovviamente sono il disprezzo per il metodo di alzare le tasse a danno dei cittadini invece di trovare soluzioni alternativa -  la maggioranza repubblicana della Camera ha sbarrato la porta a un aumento delle accise sui carburanti, peraltro in un momento di calo dei prezzi dei carburanti legato al crollo dei prezzi del petrolio.

Il provvedimento ricorre invece a "espedienti finanziari" aggiunge con livore il Washington Post interpretando evidentemente il pensiero di Obama, come la vendita una tantum di petrolio dalla Riserva strategica nazionale, il computo del calo dell'evasione fiscale e - ancor piu' discutibile - "un raid al capitale della Federal Reserve (Fed)". Tutte operazioni prefettamente lecite, sia ben chiaro, e quindi diverse dal pescare denaro dalle tasche dei cittadini.

Quanto alla Federal Reserve, di solito la Fed gira gran parte degli utili generati dal suo portafoglio d'investimenti al Tesoro, ma ne trattiene una porzione ogni anno come riserva contro eventuali perdite, che per altro trattandosi della Fed sarebbero non auspicabili. I repubblicani hanno scelto di minare questa "tradizione" conclude il Washigton Post, attingendo alle riserve della banca per 29,3 miliardi di dollari che andranno a coprire le spese del provvedimento sulle infrastrutture. 

Queste scelte che sono tutte contrarie alla linea politica dei democratici e quindi di Obama, trovano invece il pieno consenso degli americani: tutti i sondaggi realizzati al riguardo premiano la strategia dei repubblicani di "spendere i soldi dello Stato" prima di andare a prenderli ai cittadini con le tasse, e in ogni caso cercando sempre vie diverse dall'aumento della pressioen fiscale.

L'esatto contrario di quanto fa il governo "dei democratici" anche il Italia. Questa è una lezione politica che la nascente alleanza di centrodestra presentatasi sul palco di Bologna in Piazza Maggiore ieri, deve con tutte le forse fare sua: c'è sempre un modo diverso per far sì che la spesa pubblica venga a trasformarsi in un immane valanga di tasse che abbatte letteralmente i cittadini, tanto in Italia quanto ovunque nel mondo. Stati Uniti compresi. La lezione americana va studiata e imparata. Perfino a memoria.

Redazione Milano.


SCONFITTO IL PARTITO DELLE TASSE - I DEMOCRATICI - IN AMERICA. UNA LEZIONE CHE IN ITALIA TUTTA LA DESTRA DEVE FARE SUA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

OBAMA   USA   TASSE   ACCISE   FED   GOVERNO   DEMOCRATICI   REPUBBLICANI   WASHINGTON   POST   AMERICA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE IENE SBUGIARDANO CONTE E MOSTRANO CARTE INOPPUGNABILI, ADESSO PER L'AVVOCATO ''DEL POPOLO'' SONO VERI GUAI

LE IENE SBUGIARDANO CONTE E MOSTRANO CARTE INOPPUGNABILI, ADESSO PER L'AVVOCATO ''DEL POPOLO'' SONO

martedì 10 dicembre 2019
Il sito web de 'Le IENE', con Antonino Monteleone e Marco Occhipinti, torna sul caso del concorso universitario del 2002 che ha fatto diventare Giuseppe Conte professore ordinario di diritto privato
Continua
 
ALLARME ROSSO DEL QUOTIDIANO HANDELSBLATT: ''BANCHE DELLA GERMANIA IN CATTIVE CONDIZIONI, CONSOLIDAMENTO INEVITABILE''

ALLARME ROSSO DEL QUOTIDIANO HANDELSBLATT: ''BANCHE DELLA GERMANIA IN CATTIVE CONDIZIONI,

martedì 10 dicembre 2019
BERLINO - Nubi di tempesta finanziaria si stanno addensando sulle banche tedesche. Per le banche della Germania, il consolidamento - ovvero una forte ricapitalizzazione - e' "inevitabile" perche' si
Continua
SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU' (IN LITUANIA IL 51%)

SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU'

lunedì 9 dicembre 2019
LONDRA - Ogni anno l'Unione Europea fa un sondaggio per vedere quanto e' popolare la moneta unica e quest'anno il risultato e' piuttosto sorprendente. A prima vista le 17mila e 500 persone
Continua
 
EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO MALE COCA COLA FA BENE

EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO

giovedì 5 dicembre 2019
La Coca-Cola avrebbe effetti devastanti sul nostro organismo, a dirlo è l’ex farmacista inglese Niraj Naik sul suo blog. “Dopo aver visto così tante persone che soffrono di
Continua
ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL SUPERSTATO UE ''NON SERVE''

ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL

lunedì 2 dicembre 2019
LONDRA - "La decisione della Gran Bretagna di rimanere fuori dall'euro e' la miglior decisione che il governo britannico potesse prendere". Effettivamente sono un folle potrebbe pensarla
Continua
 
FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE PRINCIPALI CITTA' CON TRATTORI

FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE

mercoledì 27 novembre 2019
PARIGI - Macron travolto dai trattori, oggi a Parigi. In senso metaforico, per ora.  Trattori sulla Periferique e sugli Champs Elysees. Oltre 1000 macchine agricole, secondo i dati del ministero
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SONDAGGIO BOMBA IN FRANCIA: IL 52% NON SAREBBE ''DISTURBATO'' DALLA VITTORIA DEL FRONT NATIONAL, ANZI SAREBBE CONTENTO.

SONDAGGIO BOMBA IN FRANCIA: IL 52% NON SAREBBE ''DISTURBATO'' DALLA VITTORIA DEL FRONT NATIONAL,
Continua

 
PORTOGALLO: STA PER NASCERE UN NUOVO GOVERNO CHE SCHIANTERA' L'EURO E L'UNIONE EUROPEA (BRUXELLES NEL PANICO)

PORTOGALLO: STA PER NASCERE UN NUOVO GOVERNO CHE SCHIANTERA' L'EURO E L'UNIONE EUROPEA (BRUXELLES
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

FORZA ITALIA: AL GOVERNO PD-M5S PIACCIONO LE SERRANDE ABBASSATE.

10 dicembre - Il deputato e capogruppo di Forza Italia in commissione Bilancio Andrea
Continua

CALDEROLI: ''GOVERNO CANCELLA CEDOLARE SECCA PER NEGOZI. MIGLIAIA

10 dicembre - ''Questo Governo fa davvero più danni della grandine. L'assurda
Continua

SALVINI: SULL'ILVA IL GOVERNO E' RIUSCITO A PEGGIORARE LA

10 dicembre - ''Sull'Ilva il governo e' riuscito a peggiorare una situazione gia'
Continua

SONDAGGI IN GRAN BRETAGNA CONCORDANO: TORY IN AMPIO VANTAGGIO,

9 dicembre - LONDRA - Tutti i principali quotidiani pubblicano sondaggi sul voto di
Continua

GENTILONI: ''PER IL 2020 NON E' PREVEDIBILE CHE IL PIL

9 dicembre - In Eurozona ''non ci sono al momento attendibili previsioni sulla
Continua

LA FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO MACRON E LA SUA LEGGE SULLE PENSIONI

5 dicembre - Sono 250 mila i manifestanti scesi in piazza contro la riforma delle
Continua

SPREAD DECOLLA, GLI SPECULATORI SI SONO STUFATI DEL GOVERNO CONTE

5 dicembre - Chiusura in netto allargamento per lo spread tra BTp e Bund sul mercato
Continua

BORGHI INCHIODA IL MINISTRO BELLACIAO GUALTIERI

5 dicembre - Il parlamentare leghista Claudio Borghi insiste e, su twitter, si
Continua

GIORGIA MELONI: LA PRESCRIZIONE TEMA PIU' INSIDIOSO DEL MES, PER

5 dicembre - ''Il tema della prescrizione mi sembra piu' insidioso per il governo
Continua

TUTTA LA FRANCIA IN SCIOPERO CONTRO MACRON: LE PENSIONI NON SI

5 dicembre - PARIGI - La Francia si ferma per protesta contro la ventilata riforma
Continua

UNIONE BANCARIA? MANCO PER IDEA. CENTENO SMENTISCE: ''NON L'ABBIAMO

5 dicembre - BRUXELLES - Come volevasi dimostrare, l'unione bancaria che
Continua

SONDAGGIO:55% NON HA FIDUCIA NEL GOVERNO 53% PER ELEZIONI SALVINI

5 dicembre - Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato oggi ad ''Agora''' su Rai3, il
Continua

DUE AFRICANI DEI BARCONI ARRESTATI PER RAPINA IN STRADA A UN

4 dicembre - Con l'accusa di rapina in concorso i carabinieri hanno arrestato a
Continua

4 dicembre - Il gruppo di Forza Italia alla Camera perde un deputato: Antonino
Continua

RENZIANI: SULLA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA DI M5S VOTEREMO CON LE

4 dicembre - ''L'idea perversa di processi eterni con noi non passerà : se il tema
Continua

SONDAGGIO: LA LEGA CRESCE E ARRIVA AL 33,8% SALE FDI AL 10% FORZA

3 dicembre - La Lega di Matteo Salvini torna a crescere dopo una battuta di arresto
Continua

ECONFIN SMENTISCE CONTE: ''ACCORDO SUL MES FATTO A GIUGNO''.

2 dicembre - PARIGI - Se il governo Conte sperava - come scrive oggi Repubblica - in
Continua

M5S: SUL MES IL PARLAMENTO DEVE AVERE L'ULTIMA PAROLA E SARA' TRA

2 dicembre - La riforma del Mes va ''discussa nel merito'' e ''solo al termine del
Continua

LEGA: 19 GIUGNO IL PARLAMENTO HA POSTO IL VETO AL MES. CONTE HA

2 dicembre - ''Dimostri di avere a cuore la Costituzione. Vada dal Presidente
Continua

IL PD IN REGIONE TOSCANA NEGA L'AUDITORIUM PER PRESENTAZIONE LIBRO

28 novembre - FIRENZE - ''Negato, in modo per noi inspiegabile, l'utilizzo
Continua
Precedenti »