Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

MELA MARCIA AL VERTICE DI REGIONE LOMBARDIA: IL VICE PRESIDENTE MANTOVANI IN MANETTE (GARAVAGLIA ACCUSATO, MA LE PROVE?)

martedì 13 ottobre 2015

MILANO - Ci sono appalti truccati relativi al trasporto di malati dializzati, assegnati quando Mario Mantovani era assessore alla Sanità del Pirellone, e gare pilotate relative alla ristrutturazione di alcune scuole di Arconte, di cui il politico Pdl è stato sindaco fino al maggio 2014 al centro dell'inchiesta coordinata dal procuratore Giulia Perrotti e dal pm Giovanni Polizzi che ha portato al suo arresto, insieme al suo braccio destro Giacomo Di Capua e di Angelo Bianchi, ingegnere che lavorava la Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche per al Lombardia e la Liguria. Tra gli illeciti commessi da Mantovani, ci sono anche, secondo la Procura, diversi profili di concussione.

L'assessore regionale ed ex parlamentare avrebbe fatto pressioni perché Angelo Bianchi, arrestato nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Sondrio, non avesse conseguenze dall'inchiesta e una volta rientrato al lavoro, recuperasse le sue funzioni, nonostante il Provveditore Pietro Baratono si opponesse e nonostante l'ingegner Alfio Leonardi, dirigente del ministero Infrastrutture e Trasporti in servizio presso il Provveditorato per le Opere Pubbliche, avesse dato disposizioni affinché Bianchi non venisse reintegrato. L'inchiesta è partita proprio dalla denuncia dell'ingegner Leonardi, che notando le irregolarità, ha deciso di presentare un esposto in Procura. Tra i reati contestati all'ex vicepresidente della Regione Lombardia, che attualmente detiene la delega alle Relazioni Internazionali del Pirellone, c'è anche la corruzione.

Mantovani, infatti, avrebbe ottenuto che i lavori di ristrutturazione di alcuni immobili di sua proprietà venissero realizzati da un architetto, che in cambio avrebbe ottenuto alcuni incarichi pubblici e vinto alcune gare d'appalto. Nell'elenco sono finiti anche la casa di riposo Opera Pia Castiglioni a Cormano e la struttura di Casorezzo, di cui Mantovani è socio, appartamenti e uffici ad Arconate, la cascina dove abita il politico e immobili di alcuni familiari. I reati contestati dal giugno 2012 al giugno 2014 ma, da quanto si apprende, al centro dell'indagine ci sarebbero anche episodi più recenti che hanno reso necessarie le esigenze cautelari.

Tra i 13 indagati nell'ambito dell'inchiesta milanese, coordinata dal procuratore aggiunto Giulia Perrotti e dal pm Giovanni Polizzi, che ha portato all'aresto dell'ex assessore alla sanità al Pirellone Mario Mantoviani e di altre due persone, c'è anche l'attuale assessore all'Economia del Pirellone Massimo Garavaglia. Le accuse, formulate dal procuratore aggiunto Giulia Perrotti e del pm Giovanni Polizzi a seguito di un'indagine del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, sono di corruzione, concussione e turbativa d'asta anche se, da quanto si apprende, nel corso dell'inchiesta, che abbraccia un periodo che va dal giugno 2012 al giugno 2014, non sarebbero stati documentati passaggi di denaro.

In sostanza, Massimo Garavaglia è sotto inchiesta per corruzione, concussione e turbativa d'asta, ma non esistono prove materiali che lo dimostrino, mancando tracce di passaggi di denaro che darebbero senso e corpo alle accuse, nonostante - si può tranquillamente presumere - le approfondite indagini della Guardia di Finanza al suo riguardo, certamente svolte con il massimo impegno prima dell'esplosione - stamattina - del nuovo scandalo tangenti in Lombardia.

Redazione Milano.


MELA MARCIA AL VERTICE DI REGIONE LOMBARDIA: IL VICE PRESIDENTE MANTOVANI IN MANETTE (GARAVAGLIA ACCUSATO, MA LE PROVE?)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

REGIONE   LOMBARDIA   CORRUZIONE   MANTOVANI   FORZA   ITALIA   GARAVAGLIA   LEGA   TRIBUNALE   PROCURA   MILANO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua
LEGA AL GOVERNO HA CANCELLATO L'INVASIONE DI ORDE AFRICANE IN ITALIA DALLA LIBIA: ARRIVI CALATI DEL 96% DA GENNAIO 2018

LEGA AL GOVERNO HA CANCELLATO L'INVASIONE DI ORDE AFRICANE IN ITALIA DALLA LIBIA: ARRIVI CALATI DEL

mercoledì 13 febbraio 2019
La pacchia sembra davvero finita, per chi lucra "sull'accoglienza" degli africani in Italia e per chi organizzava le orde dalla Libia, complici le navi Ong, alleate delle mafie degli
Continua
 
SAN VALENTINO (NON E') LA FESTA DEGLI INNAMORATI: LA SOLITUDINE SGOMENTA CHI E' DA SOLO, 3 ITALIANI SU 10 NE HANNO PAURA

SAN VALENTINO (NON E') LA FESTA DEGLI INNAMORATI: LA SOLITUDINE SGOMENTA CHI E' DA SOLO, 3 ITALIANI

mercoledì 13 febbraio 2019
La solitudine sgomenta, e la sua ombra si fa sentire ancor di più quando si avvicina la festa - per altro commerciale - degli innamorati. Tre italiani su dieci, infatti, hanno paura di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LE SOLITE BANDE ROSSE SFASCIATUTTO HANNO DEVASTATO PEZZI DEL CENTRO DI MILANO. ''COMPAGNI CHE SBAGLIANO'' VERSIONE 2015

LE SOLITE BANDE ROSSE SFASCIATUTTO HANNO DEVASTATO PEZZI DEL CENTRO DI MILANO. ''COMPAGNI CHE
Continua

 
LO SCANDALO DEGLI ARRESTI IN VATICANO ARRIVA FINO A PARIGI: LE MONDE PUBBLICA UN ARTICOLO AL VETRIOLO SULLA SANTA SEDE.

LO SCANDALO DEGLI ARRESTI IN VATICANO ARRIVA FINO A PARIGI: LE MONDE PUBBLICA UN ARTICOLO AL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!