Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

PUGNO DI FERRO RUSSO CONTRO L'ISIS. LANCIATI ANCHE MISSILI ''DA CROCIERA'' DAL MAR CASPIO, A 1.500 CHILOMETRI DALLA SIRIA

mercoledì 7 ottobre 2015

MOSCA - L'esercito siriano annuncia il lancio di una nuova "vasta operazione di terra" nel centro del Paese e, in contemporanea, il presidente Vladimir Putin ordina di sostenerla con i raid dei caccia in azione da giorni in Siria.

Mentre dal mar Caspio le navi di Mosca hanno iniziato, per la prima volta dall'inizio del conflitto, a lanciare missili crociera contro le basi dell'Isis.

Mosca dunque intensifica le sue operazioni militari in Siria, malgrado le tensioni con Usa, Nato - Turchia in particolare - e le accuse di non colpire solo obiettivi del sedicente Stato Islamico.

E lo fa proprio nel giorno del compleanno del leader del Cremlino, che in un incontro trasmesso dalla tv pubblica si è complimentato con il ministro della Difesa Sergej Shoigu: "Il fatto che abbiamo organizzato l'offensiva dal Mar Caspio a una distanza di 1.500 chilometri, con armi ad alta precisione, e abbiamo saputo colpire tutti gli obiettivi fissati, certamente dimostra una buona preparazione del complesso difensivo-industriale, e la buona formazione del personale", ha dichiarato Putin.

Intanto, il quotidiano briefing informa che gli aerei russi hanno colpito 112 obiettivi dall'inizio delle operazioni in Siria contro l'Isis, sferrando colpi significativi e costringendo migliaia di jihadisti a fuggire in Giordania per provare a salvarsi. E ora, mentre sul campo la battaglia si fa ancora più intensa, con l'offensiva da terra e dal cielo sulla provincia di Hama, Putin rilancia sul piano diplomatico, affermando che il fine ultimo resta una soluzione politica, facendo comunicare dal ministero della Difesa che Mosca è disposto a mettere in atto le proposte del Pentagono sulla cooperazione nella lotta contro lo Stato islamico e che "può essere stabilito" un coordinamento con gli Stati Uniti.

Nonchè ipotizzando la possibilità di unire l'esercito di Bashar Assad e l'Esercito libero siriano per combattere i jihadisti.

"I conflitti di questo tipo devono terminare con soluzioni politiche" ha affermato. "Questa mattina ho parlato di questo tema con il ministro degli Esteri della Federazione Russa, Sergey Lavrov. Durante l'ultima visita a Parigi, il presidente francese, il signor Francois Hollande ha espresso un'idea interessante: sarebbe necessario, secondo lui, in ogni caso, cercare di unire gli sforzi di truppe governative dell'esercito - l'esercito governativo fedele al presidente Assad - e la cosiddetta Free Syrian Army (l'Esercito Libero Siriano, ndr). Tuttavia non sappiamo dove si trovi e da chi sia diretta", ha dichiarato.

Un resoconto smentito subito dopo in modo imbarazzato dalla Francia. Come da Roma, il segretario alla Difesa Usa, Ashont Carter, ha stoppato l'idea di una collaborazione russo-americana. "Gli Stati Uniti ritengono che la Russia stia seguendo una "strategia sbagliata" in Siria, colpendo "obiettivi che non sono dell'Isis. E' un errore, non collaboriamo" ha dichiarato il capo del Pentagono.

Putin però mostra soddisfazione, oltre a sicurezza. Il suo intervento si è concluso con un ringraziamento alle truppe: "Naturalmente, un pensiero speciale è dovuto ai piloti, che operano in Siria. E ai marinai della Flottiglia Caspio, per la precisione dimostrata", ha detto il presidente in un incontro con il ministro della Difesa a Sochi, dove il capo di stato si trova.

In effetti, è la prima volta che le forze armate russe mettono in campo una trategia d'attacco che veda l'utilizzo di missili "da crociera" lanciati da migliaia di chilometri di distanza. Fino ad ora, solo gli Stati Uniti hanno usato tali armi in quel modo.

Redazione Milano.


PUGNO DI FERRO RUSSO CONTRO L'ISIS. LANCIATI ANCHE MISSILI ''DA CROCIERA'' DAL MAR CASPIO, A 1.500 CHILOMETRI DALLA SIRIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

RUSSIA   SIRIA   ASSAD   MISSILI   CROCIERA   MOSCA   PUTIN   FRANCIA   USA   GIORDANIA   CASPIO   CREMLINO   ISIS   FUGA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
JOE BIDEN DA VICE DI OBAMA ''INTERVENNE'' IN UCRAINA PER FAR CACCIARE IL GIUDICE CHE STAVA INDAGANDO SU SUO FIGLIO

JOE BIDEN DA VICE DI OBAMA ''INTERVENNE'' IN UCRAINA PER FAR CACCIARE IL GIUDICE CHE STAVA

martedì 21 maggio 2019
NEW YORK - L'ex vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ha formalizzato la propria candidatura in vista delle elezioni presidenziali 2020, e appare ad oggi il candidato di punta del Partito
Continua
 
NORDAFRICANO CLANDESTINO DA' FUOCO AL COMANDO DEI VIGILI DI MIRANDOLA: DUE MORTI, VENTI FERITI TRA CUI SEI MINORI

NORDAFRICANO CLANDESTINO DA' FUOCO AL COMANDO DEI VIGILI DI MIRANDOLA: DUE MORTI, VENTI FERITI TRA

martedì 21 maggio 2019
MIRANDOLA - Due morti, una signora 84enne italiana costretta a letto per le precarie condizioni di salute e la sua badante ucraina di 74 anni, e 20 feriti, tra cui il marito della vittima e altre tre
Continua
L'ITALIA STA CAMBIANDO PER IL BENE DI TUTTI IL GOVERNO HA DIRITTO DI CONTINUARE ATTACCHI DA OGNI DOVE, MA NON VINCERANNO

L'ITALIA STA CAMBIANDO PER IL BENE DI TUTTI IL GOVERNO HA DIRITTO DI CONTINUARE ATTACCHI DA OGNI

lunedì 20 maggio 2019
MILANO - La bacchetta magica non esiste, e men che meno in mano a chi governa un Paese. Tuttavia, dopo più di un anno dalle elezioni politiche in Italia che hanno decretato la vittoria della
Continua
 
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
 
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA UE STA PER DECIDERE ESPULSIONI DI MASSA DI CLANDESTINI (400.000) SENZA DIRITTO D'ASILO. CHE FARA' L'ITALIA RENZIANA?

LA UE STA PER DECIDERE ESPULSIONI DI MASSA DI CLANDESTINI (400.000) SENZA DIRITTO D'ASILO. CHE
Continua

 
SONDAGGI MORTALI PER HOLLANDE-SARKOZY: 70% DEI FRANCESI NON VUOLE NESSUNO DEI DUE PRESIDENTE: E' L'ORA DI MARINE LE PEN!

SONDAGGI MORTALI PER HOLLANDE-SARKOZY: 70% DEI FRANCESI NON VUOLE NESSUNO DEI DUE PRESIDENTE: E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!