Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

VOLKSWAGEN AMMETTE D'AVERE BARATO CON LE AUTORITA' USA SUI TEST DEGLI SCARICHI GAS AUTO: VALANGA GIUDIZIARIA IN ARRIVO

lunedì 21 settembre 2015

FRANCOFORTE - "Abbiamo barato sui test per gli scarichi dei gas delle auto". Una simile ammissione di colpa potrebbe sembrare l'ennesimo episodio di mala gestione aziendale italiana e invece viene dall'efficientissima, almeno sulla carta, Germania. La Volkswagen ha riconosciuto di aver falsato la misurazione degli scarichi di gas dei veicoli diesel venduti negli Stati uniti per aggirare gli standard ambientali. "Lo abbiamo ammesso davanti alle autorità. Corrisponde a verità. Collaboriamo attivamente con le autorità" ha fatto sapere un portavoce della casa automobilistica tedesca.

Pronte sono arrivate anche le teutoniche scuse dell'ad Martin Winterkorn che ha annunciato l'avvio di un'inchiesta indipendente per chiarire l'accaduto. "Mi scuso personalmente in tutti i modi, per aver perso la fiducia dei nostri clienti e del pubblico", ha detto Winterkorn. "Una cosa deve essere chiara - ha continuato Winterkorn - la Volkswagen non tollera alcuna violazione delle regole o delle leggi e quindi farà tutto il possibile per recuperare la fiducia persa". Le lacrime da coccodrillo del numero uno del colosso tedesco non sono però bastate a evitare il crollo del titolo Volkswagen in borsa a Francoforte, dove sta perdendo oltre il 22% del suo valore, briciando 18 miliardi di capitalizzazione.

Ma l'aspetto "borsistico" è il minore dei guai che stanno per rovinare addosso al colosso automobilistico tedesco. Infatti, potrebbe essere condannato a una multa non inferiore a 15 miliardi di dollari da tribunali americani e inoltre, sarebbero già pronte accuse penali pesantissime - sempre negli Stati Uniti - a carico sia dei vertici delle filiali in America, sia dei massimi dirigenti in Germania.

E non basta: tutte le automobili Volkswagen vendute in Usa a partire dal 2088 dovranno essere ritirate dal mercato, con risarcimento dei danni a tutti coloro che le hanno acquistate. Al momento attuale, sono in circolazione non meno di 500.000 vetture Volkswagen diesel sul suolo americano. 

L'insieme di queste gravissime conseguenze della truffa perpetrata dalla Volkswagen ai danni del mercato statunitense avendo falsificato i dati tecnici sulle emissioni inquinanti degli scarichi dei motori diesel potrebbe perfino portare al fallimento questa industria automobilistica tedesca.

Ed è forse il danno d'immagine, il più gravido di conseguenze per la Germania. Infatti, la Volkswagen non è una casa automobilistica che possa distinguere il proprio ruolo e marchio da quello tedesco, e quindi l'accusa infamante di essere un'azienda che falsifica i dati per ingannare chi compra le sue automobili ricade fatalmente su tutta l'industria tedesca.

Redazione Milano


VOLKSWAGEN AMMETTE D'AVERE BARATO CON LE AUTORITA' USA SUI TEST DEGLI SCARICHI GAS AUTO: VALANGA GIUDIZIARIA IN ARRIVO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

VOLKSWAGEN   TRUFFA   BARATO   GAS   SCARICO   INQUINAMENTO   USA   DIESEL   MOTORI   BORSA   AZIONI   PROCESSO   PENALE   MULTA   DANNI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA GRAN BRETAGNA NON PENSA PIU' ALLA UE, MA ALLA CINA! SVOLTA EPOCALE NELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI (PREPARA IL BREXIT)

LA GRAN BRETAGNA NON PENSA PIU' ALLA UE, MA ALLA CINA! SVOLTA EPOCALE NELLE RELAZIONI
Continua

 
FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''L'ITALIA MENTE SUI PROFUGHI, DATI FORNITI DA ALFANO SONO INATTENDIBILI'' E CITA SALVINI.

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''L'ITALIA MENTE SUI PROFUGHI, DATI FORNITI DA ALFANO SONO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!