Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

IL WALL STREET JOURNAL: ''UN ENORME FLUSSO DI CAPITALI E' IN USCITA DALL'EUROZONA VERSO STATI UNITI, DANIMARCA, SVIZZERA''

lunedì 23 marzo 2015

NEW YORK - Eccezionale intervento del principale quotidiano economico mondiale al riguardo della caduta dell'euro. 

Scrive il Wall Street Journal: "Un enorme flusso di capitali, una vera e propria cascata è in uscita dall'eurozona e sta deprimendo il valore dell'euro e apprezzando il dollaro: un processo che rischia di creare pesanti ricadute per alcuni paesi della zona euro, come dimostrato dalla nuova tendenza al rialzo nei costi di rifinanziamento di alcuni debiti sovrani, come quello italiano".

"Il quantitative easing della Banca centrale europea - aggiunge il WSJ in prima pagina -  ufficialmente lanciato per dare ossigeno agli sforzi riformatori dei paesi europei maggiormente gravati dal debito, oltre che per sostenere l'inflazione, rischia invece di causare l'effetto opposto, al netto di una svalutazione competitiva che formalmente non rientra nemmeno tra gli obiettivi della Bce. I rendimenti nulli o addirittura negativi degli asset sicuri europei spinge un volume crescente di capitali negli Usa e in altri lidi sicuri, come la Danimarca e la Svizzera".

"A catalizzare queste tendenze e' stato anche il cammino divergente adottato dalla Federal Reserve e dall'Eurotower. La prima, quantomeno a parole, si appresta a un incremento dei tassi di riferimento; la seconda, invece, e' appena all'inizio di una massiccia manovra espansiva. Da quando la Bce ha fissato tassi di deposito negativi, lo scorso giugno, il deflusso di capitali dall'eurozona ha costantemente superato le entrate; l'annuncio del Qe ha trasformato tale tendenza in una vera e propria marea di liquidita' in uscita, verso azioni ed obbligazioni che garantiscano un ritorno d'investimento apprezzabile - prosegue il Wall Street Journal.

"Soltanto nell'ultimo trimestre del 2014 - scrive allarmato il WSJ - lo squilibrio nei flussi di liquidita' ha toccato addirittura i 124,4 miliardi di euro. La domanda della Bce ha spinto al rialzo i prezzi delle obbligazioni sovrane di maggior qualita' - come i decennali tedeschi - deprimendone ulteriormente i rendimenti, e facendo si' che una quota sempre maggiore dei nuovi euro stampati dalla Bce trovino quasi subito la via di asset esterni all'eurozona - anziche' del credito, dei produttori di ricchezza e dunque dei redditi". Questo porta a dire che il mercato sta andando nella direzione diametralmente opposta a quella che la Bce aveva preteso fosse indirizzato con il QE.

"Da ultimo, - conclude il Wall treet Journal - a contribuire al deprezzamento dell'euro e' anche la minore accumulazione di valuta unica europea da parte delle banche centrali globali, che evidentemente non ritengono più l'euro una valuta adatta a rappresentare stabilità nelle riserve valutarie e al tempo stesso una valuta il cui destino appare incerto". 

Redazione Milano


IL WALL STREET JOURNAL: ''UN ENORME FLUSSO DI CAPITALI E' IN USCITA DALL'EUROZONA VERSO STATI UNITI, DANIMARCA, SVIZZERA''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DOMENICA SI VOTA IN TUTTA LA FRANCIA ALLE AMMINISTRATIVE, IL FRONT NATIONAL DI MARINE LE PEN PRONTO ALLA VITTORIA

DOMENICA SI VOTA IN TUTTA LA FRANCIA ALLE AMMINISTRATIVE, IL FRONT NATIONAL DI MARINE LE PEN PRONTO
Continua

 
RIVOLTA DI POPOLO IN IRLANDA CONTRO LA TASSA SULL'ACQUA: 40.000 IN PIAZZA, SCIOPERO DELLE BOLLETTE GOVERNO ''ALLARMATO''

RIVOLTA DI POPOLO IN IRLANDA CONTRO LA TASSA SULL'ACQUA: 40.000 IN PIAZZA, SCIOPERO DELLE BOLLETTE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!