Il Nazionalista - Quotidiano di libera informazione - ilNazionalista.it

Segui ilNazionalista.it con il Feed RSS

OMBRE DI COMPLOTTO SULLA MORTE DEL PETROLIERE A CAPO DELLA TOTAL: ''INCIDENTE'' INSPIEGABILE, FRANCIA E RUSSIA INDAGANO

mercoledì 22 ottobre 2014

La strana morte dell'ad del colosso petrolifero francese Total, Christophe de Margerie, in un assurdo incidente aereo a Mosca, priva il presidente russo Vladimir Putin di un importantissimo alleato economico, scrive il quotidiano economico "Bloomberg".

Il manager e' morto lunedi' notte, quando il suo aereo privato e' stato investito in fase di decollo da uno spazzaneve. L'incidente ha suscitato molte perplessità, soprattutto in Francia, tanto che una commissione di esperti è attesa a Mosca per analizzare le scatole nere del velivolo per capire se qualcosa di anomalo è accaduto.

Inoltre, l'autista dello spalaneve in queste ore è sotto interrogatorio della polizia russa, perchè deve chiarire molte cose, ad iniziare dal fatto di avere guidato il mezzo dentro la pista di decollo-atterraggio senza aver ricevuto alcuna istruzione al riguardo. Appare anche molto debole, agli occhi degli investigatori russi, la sua giustificazione. Avrebbe detto: "ho perso il senso dell'orientamento", fatto impossibile, data sia l'esperienza dell'uomo, che lavora da anni all'aeroporto, sia e soprattutto per la presenza di un potente sistema di illuminazione aeroportuale che impedisce di perdere l'orientamento anche in caso di forti tempeste di neve, cosa che non era in atto al momento del disastro e tanto meno prima o dopo. A completare il quadro, il fatto che sia stato smentito che fosse "ubriaco". 

"La Russia ha perso De Margerie", ha pubblicato ieri il sito d'informazione russo Gazeta.ru.

Infatti, il petroliere francese era uno dei pochi capitani d'industria occidentali ad esprimersi contro le sanzioni anti-russe  a mantenere aperto un solido canale di dialogo col Cremlino a dispetto della crisi ucraina.

In una nota di condoglianze inviata all'Eliseo, Putin ha definito l'ad francese "un vero amico" della Russia. Poco prima della sua morte, de Margerie aveva incontrato il primo ministro russo Dmitry Medviedev.

Lo scorso anno, l'ad di Total era stato ospite di primo piano al summit economico annuale di San Pietroburgo, un evento che gran parte dei piu' importanti executive europei aveva deciso di disertare; in quell'occasione, Total aveva firmato col gruppo petrolifero russo Lukoil un progetto per lo sfruttamento congiunto delle riserve di petrolio da scisti nella Siberia Occidentale.

De Margerie aveva anche accelerato una serie di altri investimenti in Russia, inclusa la joint venture da 27 miliardi col gruppo russo Novatek per lo sfruttamento dei giacimenti di gas naturale nell'Artico, nonostante le sanzioni occidentali avessero colpito uno dei proprietari del gruppo russo, Gennady Timchenko.

Inoltre, De Margerie aveva recentemente dichiarato proprio a "Bloomberg" che stava facendo tutto il possibile per garantire il successo della venture, e aveva ribadito la sua convinzione che "business e politica dovrebbero rimanere piani separati". Non molto tempo fa, Total - quarta compagnia petrolifera globale a controllo privato - aveva reso noto che la Russia potrebbe divenire il suo primo fornitore di petrolio e gas naturale entro la fine del decennio. 

Ce n'è abbastanza per affermare che la sua morte ha fatto molto comodo sia alla UE che - e ancor di più - agli Stati Uniti. Esattamente ocome fu quella di Enrico Mattei. 

max parisi


OMBRE DI COMPLOTTO SULLA MORTE DEL PETROLIERE A CAPO DELLA TOTAL: ''INCIDENTE'' INSPIEGABILE, FRANCIA E RUSSIA INDAGANO




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL. L'ALTERNATIVA? LASCIARE LA UE

VINCERE, E POI? PRIMO: CANCELLARE LA FOLLIA DEL FISCAL COMPACT E L'ASSURDO 3% DEBITO-PIL.

giovedì 22 febbraio 2018
Uno dei punti principali dei partiti sovranisti riguarda la rinegoziazione degli accordi che reggono la ue e la sua profonda struttura antidemocratica o l’uscita del paese dall’unione
Continua
 
ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO GOVERNO DI CENTRODESTRA

ESCLUSIVO / INTERVISTA AL GENERALE UMBERTO RAPETTO PRONTO A TORNARE ''IN AZIONE'' CON IL NUOVO

mercoledì 21 febbraio 2018
ROMA - Matteo Salvini  ha "lanciato" oggi Umberto Rapetto, ex generale della Guardia di Finanza, per un ruolo di "super manager" della sicurezza informatica nel prossimo governo. Non un ruolo da
Continua
SQUADRACCIA ROSSA MASSACRA DI BOTTE MASSIMO URSINO, DIRIGENTE DI FORZA NUOVA. IN 10 CONTRO 1 L'HANNO LEGATO E MASSACRATO

SQUADRACCIA ROSSA MASSACRA DI BOTTE MASSIMO URSINO, DIRIGENTE DI FORZA NUOVA. IN 10 CONTRO 1

mercoledì 21 febbraio 2018
PALERMO - Almeno sei persone hanno accerchiato a Palermo il responsabile provinciale di Forza Nuova, Massimo Ursino, legandolo mani e piedi con nastro adesivo da imballaggio e pestandolo a sangue. E'
Continua
 
CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE DA 13 MILIARDI

CENSURA / NESSUNO RACCONTA IN ITALIA LE CATASTROFICHE CONDIZIONI DEL BILANCIO UE: BUCO INSANABILE

lunedì 19 febbraio 2018
LONDRA - Il mese di maggio potrebbe rappresentare l'inizio della fine della UE visto che in questa data si decidera' il bilancio comunitario per il periodo 2021-2027 e i conti davvero non
Continua
ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL VERTICE DELLA BCE

ARRESTATO PER CORRUZIONE IL GOVERNATORE DELLA BANCA CENTRALE DELLA LETTONIA CHE E' ANCHE MEMBRO DEL

lunedì 19 febbraio 2018
La pesantissima accusa di corruzione si abbatte sulla principale istituzione finanziaria della Lettonia, ma allo stesso tempo sul vertice della Bce. Il Governatore della Banca centrale Ilmars
Continua
 
IMOLA, ESEMPIO DELL'ITALIA CHE VUOLE IL PD: 70% DELLE CASE POPOLARI DATO AGLI AFRICANI, LE RESTANTI AGLI ITALIANI POVERI

IMOLA, ESEMPIO DELL'ITALIA CHE VUOLE IL PD: 70% DELLE CASE POPOLARI DATO AGLI AFRICANI, LE RESTANTI

mercoledì 14 febbraio 2018
IMOLA - Imola assunta ad esempio del razzismo contro i cittadini italiani praticato dal Pd. "Nel 2017 nel Comune di Imola ben il 70% delle case popolari sono state assegnate a cittadini stranieri: di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
I SUICIDI ''IMPOSSIBILI'' DI PANTANI, GARDINI, CASTELLARI, CAGLIARI IN DUE LIBRI SCOMODI... (DA LEGGERE, PERO')

I SUICIDI ''IMPOSSIBILI'' DI PANTANI, GARDINI, CASTELLARI, CAGLIARI IN DUE LIBRI SCOMODI... (DA
Continua

 
UN BULGARO CLONATORE DI CARTE DI CREDITO ARRESTATO A ROMA SUL FATTO, LIBERATO DAL GIUDICE, RIARRESTATO CON 6 CARTE FALSE

UN BULGARO CLONATORE DI CARTE DI CREDITO ARRESTATO A ROMA SUL FATTO, LIBERATO DAL GIUDICE,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!